“ALLAN” TIENE ALTO IL MORALE AZZURRO

A Suva l’Italrugby perde a pochi secondi dal termine: finisce 22-19 per Fiji. Ottima prova per il mediano Allan, in stato di grazia sui calci piazzati. Sabato prossimo ci aspetta l’Australia

ALLAN_TIENE_ALTO_IL_MORALE_AZZURRO.jpg

Finisce meglio, anche se con una sconfitta, il secondo test match dell’Italrugby. All’ANZ Stadium di Suva gli uomini di O’Shea perdono, allo scadere del tempo regolamentare, 22-19 contro Fiji. Il drop di Volavola, dopo un “pasticcio” Azzurro nei 22 avversari, ci nega il pareggio in terra fijiana. A distanza da una settimana dal test contro la Scozia, l’Italia ha giocato un’ottima partita soprattutto nelle fasi statiche, riuscendo anche a migliorare dal punto di vista della disciplina.

cms_6517/FOTO_1.jpg

Siamo ancora molto lontani da vedere una squadra davvero performante, ma i frutti iniziano a maturare, considerata la prova di carattere e la concentrazione vista in campo. Durante la notte italiana, i nostri ragazzi hanno dovuto reagire ogni volta alle mete (3) dei padroni di casa. Certamente gli avversari si sono dimostrati più concreti dal punto di vista del gioco e delle ripartenze veloci, ma gli azzurri non si sono persi d’animo. E grazie a touche e mischie sono riusciti a fare punti al 7’, 16’ e 29’, grazie al piede infallibile del mediano di apertura Allan. La prima frazione termina con l’Italia sotto break con il punteggio di 14-9. Due le mete fijiane con Vasiteri e Vatubua.

cms_6517/FOTO_2.jpg

La ripresa inizia subito in salita per gli Azzurri. Arriva la terza meta di Fiji. Al 13’, il giallo rimediato dall’ala Nagusa, permette ai nostri di segnare la prima meta ad opera di Mbanda. Trasforma Allan, davvero in stato di grazia sui piazzati che, dopo quattro minuti, si ripete su calcio piazzato riportando la situazione in parità. A pochi minuti dal termine dell’incontro, l’Italia ci crede e si porta nel 22 avversario; ma da una mischia in nostro favore regaliamo l’ovale agli avversari che, invece di calciarlo fuori e chiudere l’incontro, sfruttano il vantaggio per ripartire in contropiede con Volala e trovare il drop vincente. Sabato prossimo l’Italia chiuderà il tour estivo affrontando l’Australia a Brisbane.

Fiji v Italia 22-19

Marcatori:p.t. 4’ m. Vasiteri tr. Volavola (7-0); 7’ cp. Allan (7-3); 15’ cp. Allan (7-6); 16’ m. Vatubua tr. Volavola (14-6); 26’ cp. Allan (14-9); s.t.4’ m. Goneva (19-9); 15’ m. Mbandà tr. Allan (19-16); 36’ cp. Allan (19-19); 40’ drop Volavola (22-19)

Fiji:Murimurivalu; Nagusa T., Vatubua, Vasiteri (21’ st. Masilevu), Goneva; Volavola, Vularika (26’ st. Matawalu); Naqusa (35’ st. Voka), Qera (cap), Waqaniburotu (10’ st. Mata); Nakarawa, Ratuniyarawa (10’ st. Cavubati); Tawake (1’ st. Saulo), Talemaitoga, Ravai (33’ st. Veitayaki)

a disposizione: Sassen, Veitayaki, Saulo, Cavubati, Mata, Voka, Matawalu, Masilevu

all. McKee

Italia:Padovani; Esposito, Campagnaro, Boni (31’ st. Benvenuti), Sarto L.; Allan, Violi (21’ st. Tebaldi); Steyn (7’ st. Van Schalkwyk), Mbandà, Minto (cap); Budd, Fuser (32’ st. Ruzza); Ferrari (24’-28’ pt.., 33’ st. Pasquali), Bigi (10’ st. Gega), Lovotti (23’ st. Zani)

Note: 10.000 spettatori circa. Debutto in Nazionale per Tiziano Pasquali, Azzurro n. 673.

Umberto De Giosa

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su