"La Felicità è Senza Veli Sulla Lingua"

Pro Loco Limbiate e Associazione Senza Veli sulla lingua unite contro la violenza sulle donne

violenza_sulle_donne.jpg

L’associazione Pro loco e l’associazione Senza veli sulla lingua, lo scorso 14 maggio, al Teatro Comunale di Limbiate, con lo spettacolo "La Felicità è senza veli sulla Lingua”, hanno ribadito il No alla violenza di genere.
Ebla Ahmed e Alessio Sacco, continuano, con passione e determinazione, nel loro impegno sociale, nel lavoro che li ha uniti per questa nuova avventura sociale “Senza Veli Sulla Lingua”, un’associazione no profit che fornisce gratuitamente aiuto alle persone vittime di violenza (consulenze psicologiche, legali, alloggi, linee telefoniche...).

cms_3945/foto_1.jpg

"A me piace lavorare nel sociale -dice Ebla Ahmed - io non mi perdo in chiacchiere inutili. Chi Sta con noi non si ferma mai" E non si ferma nemmeno il progetto iniziato tre anni fa al Teatro di Limbiate, dove ogni mese di maggio c’è l’immancabile show dedicato alla raccolta fondi che non delude mai.

Nell’edizione di quest’anno è stato fatto un minuto di silenzio (con silenzio fuori ordinanza) per ricordare tutte le donne morte quest’anno e in particolare la Signora Liliana Mimou, tragicamente uccisa un mese fa. Le persone che gremivano il teatro, sono rimaste in piedi commosse. Presenti nella sala anche i parenti della ragazza.

Sembra di vedere uno spettaccolo che solo la tv é capace di riportarti a casa, ma siamo al Teatro di Limbiate a casa dell’associazione e quando nomini SVSL, gli artisti vengono a incontrarti di persona. Cosi come ogni anno il palco si riempie di personaggi che solo in tv hai potuto vedere come testimoni contro ogni violenza di genere al sostegno del lavoro svolto dall’associazione.

cms_3945/foto_2.jpg

Ci si ritrova davanti ad una meravigliosa conduzione di Platinette che con la sua ironia fa divertire, ma anche riflettere, non puoi trattenerti alle battute senza tempo di Pino Campagna, Leonardo Fiaschi, Giovanni Cacioppo, Nuzzo e di Biase, Paolino di Radio 105, Angela Favolosa Cubista, le ragazzine della scuola di ginnastica artistica di Limbiate, che hanno manifestato la propria sensibilità al tema esibendosi nel corso della serata.

cms_3945/foto_3.jpg

E pensando a quanto é bella la musica sulle note dell’artista Alessandro Mahmood, anche Lui figlio di un’Italia che cambia di un’Italia ormai multietnica con valori che portano in sé un’enorme ricchezza culturale.

Gli immancabili City Angels con il loro responsabile Mario Furlan che si dice entusiasta della collaborazione con SVSL nell’aiutare il prossimo e nella creazione e sostegno di corsi di autodifesa per le donne. Quella difesa che non ha potuto usare Liliana Mimou, la ragazza che il suo ex-fidanzato non ha risparmiato e di cui il ricordo diventa emblema della serata.

” Ricordiamo Liliana, -dice Platinette- e non dimentichiamo che la maggior parte delle uccisioni avviene per mano dei familiari delle vittime”. Una tromba suona nel minuto di silenzio dedicato a lei e il pubblico si commuove insieme alla sua famiglia presente in sala.

cms_3945/foto_4.jpg

Bisogna educare i nostri ragazzi- dice Annalisa Cantù – counsellor e collaborattrice dell’associazione. Noi andiamo nelle scuole a fare progetti e corsi di formazione ai ragazzi perché è li che dobbiamo cominciare a prenderci cura dell’educazione".

Tanti gli invitati dall’immancabile Sindaco di Limbiate Raffaelle De Lucache ogni anno dà il suo appoggio all’associazione a Consulenti legali, Medici e collaboratori di SVSL. In questi tre anni sono state accolte e sostenute 350 donne, ma anche uomini che cercano aiuto, attraverso sportelli aperti a Milano, Roma , Montecatini e da ottobre a Prato dove si collabora anche con le donne cinesi grazie al sostegno della mediatrice Vivien Chan invitata sul palco. Numerose le autorità che hanno accettato l’invito alla rappresentazione. Durante la serata sono stati premiati:il Vice Presidente della Regione Lombardia Fabrizio Sala per l’immagine di Milano città multiculturale e per il lavoro profuso nell’ambito di Expo2015 Giuseppe Baresi ex giocatore dell’Inter, premiato dall’associazione Senza Veli Sulla Lingua, per il suo impegno a fianco dei Bindun a sostegno dei bisognosi e delle cure dei bambini.
Mario Furlan presidente dei City Angels di Milano per rafforzare il gemellaggio con Senza Veli sulla Lingua

cms_3945/foto_5.jpg

Tra le donne premiate invece c’erano:Dott.ssa Ida Ramponi: direttore generale Azienda Socio Sanitaria Territoriale Rhodense Avv. Alessia Sorgato: penalista milanese impegnata nei casi di femminicidio Concetta Staltari: ostetrica dell’ospedale di Niguarda (che aiuta tutti i giorni le donne in difficoltà), Annalisa Cantù counsellor , sportello SVSL ( Avv Edy Pacini , Giudice Jacqueline Magi, Vivien Chan Mediatrice Culturale per il loro esempio al femminile, attraverso il loro impegno e la loro determinazione.

cms_3945/foto_6.jpg

Questa è una di quelle serate che ogni anno accende una luce di speranza in tante donne e uomini vittime di abusi che non si devono sentire mai soli e rafforza in tutti noi il bisogno di educare e crescere una generazione lontana da pregiudizi e stereotipi di inferiorità che portano a qualificare le persone, le donne come esseri di secondo livello e che generano solo odio e violenza. Noi siamo e dobbiamo essere sempre contro!

Marsela Koci

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su