ALLIED

Esce nelle sale il nuovo film di Robert Zemeckis con Brad Pitt e Marion Cotillard

ALLIED.jpg

Allied - Un’ombra nascosta”, il nuovo film di Robert Zemeckis con protagonisti Brad Pitt e Marion Cotillard è nelle sale cinematografiche da giovedì.La storia, ambientata nel periodo della seconda guerra mondiale racconta l’amore tra due spie che si conoscono in missione.La pellicola si apre nel 1942 e racconta la vicenda di "Max/Pitt" agente dell’intelligence che si innamora di "Marianne/Cotillard", spia francese con la quale condivide la missione di uccidere l’ambasciatore di Hitler nel Nord-Africa francese.I due finiranno con l’innamorarsi veramente e a missione ultimata tornati a Londra inizieranno una nuova vita insieme.... ma le cose non andranno esattamente come voluto.Il quadro si complicherà non poco allorquando gli alleati inizieranno a sospettare che lei sia in realtà una spia al soldo dei nazisti.Sarà davvero davvero così? Siamo davanti all’ennesimo (capo)lavoro di Zemekis, diciottesimo film del talentuoso regista di Chicago.Ci sono stati pareri discordanti sulla qualità artistica dell’opera che hanno toccato l’intero spettro delle preferenze, da quelle entusiastiche ad altre meno lusinghiere, rasentanti una certa delusione.Un occasione colta a metà per così dire.Diciamo subito che ci sentiamo di dissentire dall’opinione dei detrattori.

cms_5309/2.jpg

Il film è una “perla moderna” che astutamente si rifà a canoni classicheggianti, servendosi però di un linguaggio comunicativo fatto di immagini e interpretazioni che vanno oltre lo stereotipo di genere, confezionando un prodotto estremamente gradevole condito tanto di azione altamente spettacolare quanto di una componente misteriosa e opaca che rende l’andamento dello script teso e intrigante al tempo stesso.Si è fatto più di un parallelo con un pilastro cinematografico del passato, Casablanca.In realtà il celebre lungometraggio di Michael Curtiz, con Humphrey Bogart e Ingmar Bergman, ben poco può avere a che spartire col prodotto contemporaneo, un film sapientemente architettato da Zemekis e Steven Knight, autore quest’ultimo della sceneggiatura.Un narrato dai contorni sfocati in cui si riflettono oscuri segreti, mescolati a una passione forte dalla quale è impossibile non farsi coinvolgere.Un prodotto che appassiona e sconvolge. "Le Verità Nascoste" emergono prepotentemente, in un gioco di insinuante sospetto che lascia all’immaginazione il prefigurarsi di diversi epiloghi.La seconda parte di Allied è una corsa contro il tempo. La tensione si fa palpabile, volta a svelare l’insvelabile, recita nella recita.

cms_5309/3.jpg

La tempra di Max, tratteggiata nell’iniziale ambientazione desertica e marocchina, svanisce gradualmente nel dubbio, lacerandosi in una sospetta doppiezza femminile.Ancora una volta il trascorrere del tempo scandisce il girato in un moto di lancette che inesorabili si fermano a segnare appuntamenti, date, scadenze.Menzione a parte merita il comparto tecnico dell’opera, mirabilmente confezionato, Ineccepibile la ricostruzione d’epoca, dall’ambientazione ai costumi.Le inquadrature rasentano la perfezione d’immagine con tagli prospettici suggestivi che enfatizzano la drammaticità degli eventi, narrati in una sequenza fotografica a tratti desaturata.

cms_5309/4.jpg

L’interpretazione dei protagonisti è perfettamente incastonata nei ruoli, senza mai deludere lo script.Si dice che questo set abbia visto sbocciare l’amore tra Pitt e Cotillard, tanto da aver condotto il primo alla separazione dalla bella Angelina. Notizia però subito smentita.Un risultato dunque di pregevole fattura, della quale è altamente consigliata la visione.

Massimo Lupi

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App