ARRIVA SUI CAMPI DI CALCIO IL FOOTBAL VIRTUAL COACH

GIÀ DA GENNAIO NE POTRANNO USUFRUIRE TUTTE LE 20 SQUADRE DI SERIE A

ARRIVA_SUI_CAMPI_DI_CALCIO_IL_FOOTBAL_VIRTUAL_COACH.jpg

Le parole dell’Amministratore Delegato della Lega Serie A Luigi De Siervo suonano come una presentazione per questa tecnologia innovativa: “La Serie A TIM è il campionato più combattuto e difficile al mondo, i nostri allenatori sono riconosciuti a livello internazionale per le loro straordinarie conoscenze tecniche e tattiche”.

E mai come quest’anno è vero: il dualismo tra Juventus e Inter, nonché varie sorprese come il Cagliari o la riconfermata Atalanta, dimostrano una lotta per la gloria più incerta che mai e sulle panchine di grandi e piccole realtà siedono tecnici capaci di ribaltare le sorti delle partite con le loro intuizioni. Così, sulla base di questo concetto la Serie A si proietta, anzi si tuffa, dritta nel futuro. In occasione della quinta edizione dello “Sports Technology Symposium” di Barcellona, infatti, è stato presentato il “Football Virtual Coach”, che permetterà agli staff tecnici di analizzare in tempo reale la partita in corso.

Tramite un apposito tablet, che conterrà questo sofisticato software sviluppato da Math Sports – startup italiana incubata del Politecnico di Milano –, gli allenatori potranno recuperare le informazioni sulle performance dei singoli giocatori, dei reparti e delle squadre in campo.

Il sistema estrapola i dati grezzi dal terreno di gioco e li rielabora, mettendo in evidenza le varie situazioni della propria squadra e degli avversari. Le statistiche, che arriveranno ai collaboratori tramite notifiche istantanee, potranno essere rese personalizzabili in base alle proprie esigenze.

cms_15002/2_de-siervo_Lega_serie_A.jpg

Grazie alle competenze tutte italiane del Polihub – continua orgoglioso l’AD De Siervo – saremo la prima Lega calcio al mondo capace di fornire un valido supporto di analisi durante lo svolgimento dei match. Per garantire e accrescere la contendibilità del nostro campionato il software, a partire dal girone di ritorno, sarà fornito a tutte le 20 squadre”.

L’intelligenza artificiale, unita all’abilità degli allenatori, permetterà di alzare il livello della competizione, rendendo le partite sempre più avvincenti e spettacolari. E non è la prima volta che la Serie A fa da apripista riguardo la tecnologica calcistica: basti pensare al 2017, quando il campionato italiano fu il primo a sperimentare l’ormai irrinunciabile, quanto discusso, VAR.

Il cambio di passo e di mentalità è chiaro a tutti, come dimostrano le 11 vittorie consecutive della Nazionale di Roberto Mancini. Adesso arriva un progetto unico e tutto italiano, qualcosa di cui andare estremamente fieri e che solo qualche tempo fa sembrava impossibile si potesse realizzare.

Le tecniche di modellazione, gli algoritmi di machine learning - afferma Ottavio Crivaro, Founder e CEO di Math Sports - le enormi risorse di calcolo oggi disponibili, rendono possibile ciò che fino a poco tempo fa sembrava una chimera. Il futuro, dunque, è in arrivo. E noi gli stiamo andando incontro.

(Foto interna da adnkronos.com e legaseriea.it - si ringrazia)

Francesco Bulzis

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App