ATTRICE DAL VOLTO INDIMENTICABILE.

La nostra intervista

Intervista_al_volo__a_Marilu_De_Nicola.jpg

Sono all’aeroporto di Fiumicino in attesa che chiamino il mio volo. Pur di staccare, volevo regalarmi qualche giorno di relax a Formentera. Al solito vi sarà da attendere un paio d’ore. I soliti ritardi dovuti agli inspiegabili problemi tecnici. Dopo aver bevuto quattro caffè trovo doveroso inghiottire una compressa di un forte sedativo (tavor) visto che la mia età mi concede una soglia di pazienza piuttosto bassa. Non sapendo come ammazzare il tempo comincio a guardarmi attorno alla ricerca di qualcuno con cui attaccare discorso.

cms_2191/foto_maril+¦_intera.jpgSembra che tutti i passeggeri in attesa siano più nervosi di me. Quasi fossi stato calamitato, rivolgo lo sguardo verso una bellissima ragazza che mi ricorda qualcuno. E’ alta, bellissima, occhi magnetici e un portamento da fotomodella. Focalizzo di averla conosciuta, mesi fa, in Spagna durante le registrazioni di una trasmissione televisiva. Ricordo il suo nome ma non il suo cognome. Per l’occasione Marilù aveva il ruolo di opinionista e il talk show verteva su“i concorsi di bellezza nel mondo. Mi aveva colpito per la sua preparazione settoriale. Con la faccia di tolla che mi ritrovo, l’avvicino, la saluto e senza bisogno di ricordarle chi fossi, mi saluta cordialmente e faccio scattare la trappola. Mi invento di aver perso il suo numero telefonico, le racconto che avrei voluto intervistarla da parecchio tempo e le chiedo:...Marilù, avresti qualche attimo da dedicarmi? Ci accomodiamo al bar e metto subito in funzione il mio registratorino tascabile.

cms_2191/foto_2_maril+¦.jpg

Con la cordialità che contraddistingue una vera attrice mi sorride e accondiscende alla mia richiesta.

-Parlami di te, dei tuoi progetti, della tua vita. Non ti vedo sulle scene da un po’ di tempo. Raccontatati.

M- Ho avuto tanto dalla vita e ringrazio la mia buona stella. Recitare per me era abbastanza facile. Sin da giovanissima mescolavo sensazioni ed emozioni. Cominciai col fare la fotomodella e l’indossatrice. Il gioco in un attimo divenne lavoro, approdai molto giovane negli studi televisivi di Retenews dove conducevo un programma intitolato Lipstick, l’almanacco e l’agenda di Marilù. Trovavo bello condurre trasmissioni ma mi mancavano le emozioni. Tutto ebbe inizio con un provino per una compagnia teatrale: ‘Il proscenio’, diretta da Marco Corpo e da quel momento scattò il fuoco per l’arte. Ammetto francamente di dovere a tanto al maestro Claudio Jankowski.

- Scommetto che il matrimonio, come accade spesso alle donne, possa aver cambiato parecchio la tua vita artistica.

cms_2191/foto_Maril+¦_(17)scelta_-_Copia.jpgM- Hai centrato in pieno il problema. Mi sposai e fu così che misi al mondo la mia prima bimba e dopo qualche anno arrivò, immancabilmente, il maschietto. Avevo appagato il mio desiderio di madre ma mi mancava completamente il mondo magico del teatro e della tv. Nel frattempo avevo conseguito una laurea in Economia. Un giorno ero a pranzo con una mia cara amica scrittrice, la quale vedendomi insoddisfatta esordi dicendomi :“... Sei giovane e bella, fai quello che devi fare e alimenta la tua passione”. Fu così che ricominciai con i provini e ...vinsi il provino all’Arena di rai1. Da quel momento iniziò la mia esclalation. Varie ospitate televisive mi fecero approdare al teatro e al cinema. Anche l’estero mi ha regalato diverse soddisfazioni. Ultimamente la grande occasione è arrivata con la partecipazione al film , trasformato in fiction, firmata da Luciano Luminelli “ Una Diecimilalire”che verrà trasmessa in prima serata sule reti Rai. Per l’occasione ho recitato con l’ottimo Gerardo Placido e Sebastiano Somma.

- Con il senno di poi, Marilù, dimmi se ti piace più fare cinema o teatro?

M- Devo ammetter che la tua domanda, per quanto scontata, mi mette piuttosto in imbarazzo. Sono due realtà diverse. In teatro percepisci gli sguardi della gente e il cuore ti batte tanto da regalarti una forza magica. Il cinema, al contrario, per noi artisti, rappresenta il sogno, la magia.

cms_2191/maril+¦_forografia_di_scena.jpg

- Marilù, ti imbarazzeresti se il cinema ti proponesse ruoli di donna matura?

M- Bella domanda! Nel film sono stata invecchiata di parecchi anni per esigenze di copione. Ma va bene cosi. E’ il mio lavoro. Anche il teatro, a volte ti trasforma e ti imbruttisce ancora di più.

- Sono a conoscenza che tu abbia contatti con una produzione estera diretta da un noto regista madrileno. Vista la tua prorompente bellezza, potrei farti una domanda imbarazzante? Accetteresti un ruolo da protagonista senza alcun velo addosso?

M- Non te lo dico....(sorride)

-Ribadisco la domanda, Marilù, rispondimi sinceramente.

M- Non credo che un ruolo che mettesse in bella vista il mio corpo mi creerebbe problemi. Sono una modella ed ho un buon rapporto col mio corpo. Ma capisci bene che, come ogni donna, sarei pronta a cambiare...qualcosina. Parliamo d’altro. Ho finito di girare un reality per Real-Time e ho altri due progetti a breve, uno in Italia sulla vita di celbre tennista e...per una forma scaramantica...non vorrei anticiparti altro. Sai...si tratta di una proposta interessantissima da un regista spagnolo. Incrociamo le dita!

Mi saluta cordialmente con fare sbarazzino e corre verso l’uscita. Un’attrice nata. Ricordo di averla vista per la prima volta a teatro. Interpretava “Mirandolina” nella Locandiera di Goldoni per la regia di Carmine Giordano. Fantastica Marilù.

cms_2191/images.jpgAN INTERVIEW ON THE GO

“Marilù DE NICOLA”

AN ACTRESS WITH AN UNFORGETTABLE FACE

I am at Fiumicino airport waiting for my flight. Just to take a break, I wanted to give myself a few relaxing days at Formentera. As usual we have to wait a couple of hours. The usual unexplained delays due to unexplained technical problems. After drinking four coffees I consider it necessary to swallow a tablet of ’Tavor’ since my age gives me fairly low threshold of patience. Not knowing how to kill the time, I start to look around for someone to talk to. The passengers that waiting seem to be more nervous than me. I turn my gaze to a beautiful girl who reminds me someone at point I am magnetized. She is tall and beautiful with magnetic eyes, just like a top model. I do remember to have met her, months ago, in Spain during the recording of a television broadcast. I remember her name but not her last name during on that occasion Marilù had been assigned the role of commentator and the talk-show was about the beauty contest in the world. She struck me for her preparation in the field. As bold as brass I go and say hello to her and I invent to have lost her phone number.

I tell her that I have wanted to interview her for a long time and I ask her: ... .

- Marilù, you have a few minutes to devote to me?
We sit at the bar and I turn my tape recorder on.
With the friendliness that distinguishes a real actress, she smiles and accept to my request.

-Tell me about yourself, your projects, your life. I have not seen you on the scene for some time.

M- I got so much out of life and I thank my lucky stars.
When I was young acting for me was quite easy because I have mixed feelings and emotions.I started as a model. What started as a game became work immediately. Then I started with the television studios of Retenews where I conducted programs titled LIPSTICK, ALMANACCO and L’AGENDA OF MARILU.
I was happy to lead the broadcast but I lacked emotions. It all started with an audition for a theatre company: The proscenium directed by MARCO CORPO, THAT WAS the STARTING POINT for MY ARTISTICAL LIFE. Frankly I have to thank my teacher and theatre director Claudio Jankowski.

-I Bet that marriage change your artistic life

You have really centered the problem . I got married and I gave birth Two children, firs t a girl and a few years a baby boy too. I satisfied my desire to become a mother, but I completely lost the magical world of theatre and television. Meanwhile I took a degree in economics. One day I was having lunch with my writer friend, who saw me dissatisfied, saying: "... you are young and beautiful, do what you have to do for your passion. So, I started with audition ... and I won the audition for Arena Rai 1. This was the start for my escalation Recently the big break came with the participation in the movie, turned into fiction, signed Luciano Luminelli "A diecimilalire", which will be ’aired in prime time on Rai.I had the great honor to shoot with Placido Gerardo and Sebastiano Somma.

- Marilu, tell me what do you prefer the cinema or the theater?

M. I have to admit that your question, although obvious, causes me discomfort.They are two different realities. On stage, you feels the eyes of the odiens , and your heart beats fast and gives you a magical force. A movie, on the contrary, is a magical dream .

-Marilu, You mind if the movie makers offers you roles of a more mature woman than you are?

M. Good question! In the movie I have been aged by several years for script requirements. But that’s okay, It’s my job, change my faces.

- I know that you have contacts with a foreign production directed by a well-known director Madrileno, who appreciates the beauty bursting. did I ask you an embarrassing question? Would you want to take a leading role, without any veil .......?

M- (smiles)

- Marilu, answer the question truthfully?

M- I do not think a role that would put my body in plain view should create me problems. I’m a model and I have a good relationship with my body. But you know very well that, as any woman , we are always change. I finished shooting a reality show for channel Real time and I have two other short project, I say no more because I am superstition....but it is a very interesting proposal from a Spanish director. Fingers crossed! She Greets me so relaxed and runs toward the exit. Born actress. I remember seeing her the first time at the theater. She played "Mirandolina" by Goldoni, directed by Carmine Giordano. Marilu you are fantastic.

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App