CITTANOVA AMARA PER IL BARI CHE PERDE L’IMBATTIBILITA’

CORNACCHINI: “UNA SCONFITTA FRUTTO DI EPISODI. DOVEVAMO CHIUDERLA NEL PRIMO TEMPO”

whatsapp_image_2019_01_20_at_135529j.jpg

La Cittanovese voleva scrivere la storia e ci è riuscita. Vince meritatamente contro la capolista per 3-2 e guadagna tre punti insperati alla vigilia. Per il Bari si tratta invece, del primo passo falso della stagione, una sconfitta amara per come è maturata e sicuramente evitabile. Eppure era iniziato tutto bene per il Bari accolto in città con striscioni di benvenuto e poi, in campo, con il gol del vantaggio. Ma poi si è spenta la luce. Con questa sconfitta, ora, si riduce nuovamente il distacco a +9 dalla Turris (quest’oggi vittoriosa in casa contro la Sancataldese) che torna così a sperare, dovendo affrontare i galletti proprio nella roccaforte torrese. Tornando al calcio giocato, però, va detto che si tratta di una vittoria meritata soprattutto per quanto visto nel secondo tempo. Con questo risultato il Bari perde l’imbattibilità stagionale, mentre la Cittanovese allunga a quattro giornate la striscia positiva di risultati utili consecutivi con 2 vittorie e 2 pareggi.

LA PARTITA

Con il 3-5-2, il tecnico della Cittanovese, Domenico Zito, manda in campo: Cassalia; Alfano, Tomas, Scoppetta (60’, Ficara); Barilaro, Gioia, Cataldi (92’, Kalifa), Trofo, Crucitti (88’, Cianci); Abayan e Napolitano.

Giovanni Cornacchini (4-2-3-1) schiera: Marfella; Aloisi, Cacioli, Di Cesare, Nannini; Bolzoni, Hamlili (58’, Simeri); Langella, Neglia (72’, Brienza), Floriano e Iadaresta.

cms_11544/2.jpg

Allo Stadio Comunale “Morreale – Proto” di Cittanova, parte subito bene il Bari che passa in vantaggio con Langella (13’) abile a sfruttare una palla vagante nell’area della Cittanovese. I biancorossi provano a fare la partita e a chiuderla con Floriano (37’ e 44’), ma una indecisione prima e una grande parata di Cassalia dopo, tengono in partita i calabresi. Così Napolitano (38’) con un tiro a giro spaventa Marfella, ma il bravo Cacioli devia provvidenzialmente in angolo. Ma le emozioni non finiscono qui perché quando ormai si aspettava il duplice fischio dell’arbitro Scatena, arriva il pareggio dei padroni di casa. Azione insistita di Napolitano che da centrocampo si invola sul fondo e fa partire un preciso cross per Abayan (46’) che di testa insacca nell’angolino alto della porta difesa da Marfella. Nella ripresa, dopo un inizio equilibrato, il Bari accelera le giocate e così Floriano al termine di una grande azione personale serve Langella (57’) che tutto solo davanti al portiere si fa deviare la conclusione. Intanto Cornacchini prova a ridisegnare la squadra con l’ingresso di Simeri al posto di Hamlili, ma la situazione peggiora perché successivamente, in due minuti, la Cittanovese si porta sul 3-1 con Crucitti (69’) direttamente su punizione e con Cataldi (71’) che raccoglie una corta respinta di Marfella sul tiro di Napolitano. La partita sembra scivolare così fino al termine quando Nannini (85’) riapre il match appoggiando comodamente in rete la sfera ben calibrata in area da Simeri. Poi, nonostante l’ampio recupero, la Cittanovese chiude vittoriosa.

ANALISI E COMMENTI

I biancorossi, dunque, perdono la gara, l’imbattibilità stagionale e subiscono, per la prima volta in questo campionato, tre reti. Certamente non è facile accettare questo risultato soprattutto quando non si è abituati a perdere. Ma le sconfitte, a volte, possono far crescere più di una vittoria a patto che le si vivano con serenità.

cms_11544/3.jpg

“Gli episodi sono stati importanti e hanno fatto la differenza – ha dichiarato il tecnico Cornacchini ai microfoni di Radiobari – ma ora dobbiamo stare sereni per questa prima sconfitta. Nel primo tempo noi dovevamo sfruttare meglio alcune occasioni e chiudere la partita, ma invece abbiamo avuto poca cattiveria e poca capacità realizzativa. Poi è arrivato il pareggio nel recupero ed è cambiato tutto. Abbiamo commesso degli errori in fase difensiva soprattutto sui primi due gol, ma gli errori ci possono stare. La condizione fisica mi sembra buona”.

In effetti ciò che afferma Cornacchini sembra corretto, ma ricondurre la sconfitta solo agli episodi sembra un pò riduttivo. In realtà lo stesso tecnico biancorosso analizzando la gara va oltre i singoli episodi. Ed in effetti qualche errore è stato commesso sia in fase difensiva che in quella offensiva. Intanto con maggiore cattiveria sotto porta il Bari avrebbe potuto chiudere già la partita nel primo tempo e andare a riposo almeno con un doppio vantaggio. Invece, è arrivato addirittura il pareggio in pieno recupero per una ingenuità in fase difensiva. Lasciare campo al forte Napolitano, per non rischiare l’ammonizione, è probabilmente stata una ingenuità. Poi è da rivedere anche il secondo gol (ancora una volta su punizione) ed infine la rete del ko che ha trovato la retroguardia barese poco reattiva. Inoltre, qualche dubbio anche sulle sostituzioni perché con l’uscita di Hamlili ha iniziato a giocare meglio la Cittanovese. Sicuramente bene Simeri, ma forse (ovviamente è più facile dirlo a fine gara) non sarebbe stato meglio sostituire Iadaresta?

Probabilmente Cornacchini voleva vincere la partita e giocando con due punte e passando quindi al 4-4-2 pensava di far più male alla Cittanovese. Ma non è andata così. Sta di fatto che dispiace vedere in panchina Simeri che sembra essere più in palla e più in forma di Iadaresta. Insomma ci sarebbero diversi elementi su cui riflettere anche se è giusto non fare drammi sia per tutto quello che ha fatto finora il Bari e anche perché è normale sbagliare. Certo, dispiace per i record, l’imbattibilità, la sconfitta che non fa mai piacere e che arriva poco prima della sfida contro la Turris, però c’è ancora tanto vantaggio e soprattutto c’è una squadra forte che si saprà rialzare già dalla prossima gara interna contro l’Igea Virtus. Detto ciò, c’è da rendere merito anche alla Cittanovese una squadra organizzata, determinata e ben messa in campo che nelle ultime otto gare ha conquistato 17 punti (5 vittorie, 2 pareggi ed una sola sconfitta.

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App