Conte-Salvini, duello sui migranti

Carige, Mattarella firma decreto - Salvini: "Senza aiuti a disabili e famiglie, no a reddito" - Reddito, ritocco per gli stranieri - Reddito anche per chi avvia attività

piccola_Notizie_daLL_Italia_(2).jpg

Conte-Salvini, duello sui migranti

cms_11416/conte_salvini.jpg

Quello della Sea Watch e della Sea Eye, "è un caso eccezionale, con donne e bambini da oltre due settimane in mare: io, non volendo tradire la linea di coerenza del governo, penso che il sistema Italia possa sopportare poche donne e pochi bambini". E’ quanto dice il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ospite ’di Porta a Porta’. ’’Vuol dire che non li faremo sbarcare, li prenderò sull’aereo e li porterò’’ aggiunge il premier, rispondendo in diretta al vicepremier Matteo Salvini, che sui migranti al largo delle coste maltesi ribadisce di non aver cambiato idea.

Posizione che poi il leader della Lega ribadisce via Twitter: "Conte ha dichiarato ’se Salvini non fa sbarcare gli immigrati, li vado a prendere io in aereo e li porto in Italia’. Mah... finché non si bloccano gli scafisti, continueranno a partire e morire migliaia di persone. In Italia si arriva con il permesso, io non cambio idea".

Il premier, sempre da Vespa, assicura poi che il governo "è contrario a qualsiasi principio a separare padri e figli. Salvini esprime una linea condivisa dal governo ma, se marchiamo nel segno dell’eccezionalità un intervento di questo tipo, la linea del governo non può essere tacciata di incoerenza" ragiona Conte. ’’L’importante è farli sbarcare a Malta, stiamo sollecitando Malta perché li faccia sbarcare: c’è un limite a ogni politica di rigore" aggiunge il presidente del Consiglio.

"Salvini è una persona ragionevole, viene tacciato di razzismo e xenofobia ma non ho mai riscontrato nelle sue parole questi elementi" prosegue poi il premier. "Abbiamo ottenuto un drastico calo degli sbarchi - rivendica, parlando di immigrazione - rispetto al 2017 più dell’80%. Ma se non c’è un meccanismo europeo condiviso sarà sempre un problema e diverrà sempre un’emergenza. Ci stiamo battendo per un meccanismo europeo per cui prima di individuare il porto, che non deve essere necessariamente quello più vicino, troviamo un meccanismo di gestione europeo e lo applichiamo di volta in volta".

Carige, Mattarella firma decreto

cms_11416/carigeFTG.jpg

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato il decreto legge contenente le misure urgenti per la Carige e ha autorizzato la presentazione del disegno di legge di conversione alle Camere. A quanto riportano fonti di governo, è stato trasmesso alla Camera dei deputati.

LA BOZZA - Fino a 5 miliardi complessivi sul piatto per il salvataggio di Carige. Secondo una bozza del decreto in favore della banca ligure di cui AdnKronos ha preso visione, il governo istituisce un fondo ad hoc da 2 miliardi di euro per le operazioni di rafforzamento patrimoniale e fino a 3 miliardi sotto forma di garanzie del Tesoro sulle obbligazioni dell’istituto in difficoltà.

"Nello stato di previsione del ministero dell’Economia e delle Finanze è istituito un Fondo con una dotazione di 2 miliardi di euro per l’anno 2019, destinato alla copertura degli oneri derivanti dalle operazioni di sottoscrizione e acquisto di azioni effettuate per il rafforzamento patrimoniale" si legge nella bozza. Inoltre, al fine di evitare o porre rimedio a una grave perturbazione dell’economia e preservare la stabilità finanziaria, il ministero dell’Economia "è autorizzato, fino al 30 giugno 2019, a concedere la garanzia dello Stato su passività di nuova emissione di Banca Carige" nel rispetto della disciplina europea in materia di aiuti di Stato, fino a un valore nominale di 3.000 milioni di euro, si legge nella bozza.

CONTE - Per il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il ’Dl salva Carige’ varato lunedì "è una misura transitoria ampiamente meditata. Lo Stato ha offerto una garanzia per nuovi bond perché si è creato uno stallo, per traghettare questo momento. È un salvagente temporaneamente offerto ma confidiamo che la Carige possa attraversare questo momento e rilanciare" dice, ospite di ’Porta a Porta’.

L’intervento - spiega Conte - è per consentire ai commissari straordinari il consolidamento patrimoniale e il rilancio’’. E "in questo momento non parliamo di salvataggio di Carige - prosegue - confidiamo che la logica di mercato e che gli azionisti possano ricapitalizzare. Se questo non arriverà, non intendiamo usare soldi dello Stato’’.

Salvini: "Senza aiuti a disabili e famiglie, no a reddito"

cms_11416/salvini_afp.jpg

"Sono in fase di elaborazione i decreti attuativi di quota 100 e reddito di cittadinanza . Io conto che sia contenuto tutto quello è previsto. Nel reddito di cittadinanza, mi aspetto che ci siano i sostegni ai disabili e alle famiglie numerose, che vanno premiate. Io darò il mio consenso a questo aiuto ai poveri, agli ultimi, a patto che ci siano tutti gli ultimi, i disabili e famiglie numerose in primis, non in fondo ma davanti". Lo ha detto Matteo Salvini in diretta Facebook.

La replica del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte: ’’Mi lasci tornare a lavoro, ci metteremo attorno a un tavolo e anche stavolta risolveremo come sempre" risponde a Bruno Vespa, a ’Porta a Porta’, circa lo stop del leader della Lega al reddito senza un aumento del fondo sulle disabilità.

E, sempre a ’Porta a Porta’, il presidente del Consiglio fa sapere che "lavoriamo a un unico decreto che dovrebbe contenere entrambe le misure’’ di reddito e quota 100. Lunedì "c’è stato un pre-consiglio, il decreto sarà in Cdm giovedì".

Reddito, ritocco per gli stranieri

cms_11416/senato_carte_ftg.jpg

(Ileana Sciarra) - Si allenta uno dei requisiti per gli stranieri residenti in Italia che potranno accedere al reddito di cittadinanza. Se nelle prime bozze del dl era infatti previsto che si fosse residenti in Italia "in via continuativa da almeno 10 anni" per avere diritto al sussidio, l’ultima bozza della relazione che accompagna il provvedimento, visionata dall’AdnKronos, prevede che sì, si sia residenti in Italia da almeno 10 anni per poter accedere al reddito di cittadinanza, ma in via continuativa ’solo’ per gli ultimi due. Per il resto, la misura al momento sembra non aver subito modifiche. La platea resta di 4.916786 persone, di cui 1.734.932 famiglie.

’’Abbiamo trovato una formula di equilibrio, è una sintesi’’ ha poi detto a ’Porta a Porta’ il premier Giuseppe Conte, confermando che il reddito di cittadinanza andrà agli stranieri residenti in Italia da 10 anni, di cui gli ultimi 2 continuativi. "Non ci sembrava giusto che il reddito di cittadinanza andasse a chi è appena arrivato in Italia".

Reddito anche per chi avvia attività
cms_11416/giovani_lavoro_colloquio_ftg.jpg
Un aiuto per chi avvia un’attività, rinunciando al reddito di cittadinanza per mettersi in gioco nell’attività di impresa. E’ quanto prevede l’ultima bozza della relazione che accompagnerà il dl sull’introduzione del reddito di cittadinanza. "Ai beneficiari del RdC che avviano un’attività lavorativa autonoma o di impresa individuale entro i primi 12 mesi di fruizione del RdC - si legge infatti nella bozza - è riconosciuto in un’unica soluzione un beneficio addizionale pari a sei mensilità di RdC, nei limiti di 780 euro mensili".

Incentivi all’imprenditorialità anche per beneficiari del reddito di cittadinanza che fanno parte di un nucleo familiare, dunque percepiscono sussidi più elevati. Per chi avvia un’attività di impresa o di lavoro autonomo, sono previste nell’ultima bozza due mensilità di reddito di cittadinanza anticipate per il nucleo familiare a titolo di incentivo. Ma l’avvio dell’attività va comunicata entro 30 giorni all’Inps, pena esclusione dal reddito di cittadinanza.

Redazione

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su