Draghi: "Inflazione in calo, nel 2019 salirà a 1,5%"

DRAGHI_INFLAZIONE.jpg

"L’inflazione complessiva, che è stata dell’1,5% in agosto, è prevista declinare temporaneamente sul finire dell’anno, guidata principalmente dagli effetti di base nella componente energetica. In seguito, è previsto che si riprenda in modo graduale, raggiungendo l’1,5% nel 2019, secondo le proiezioni della Bce". Lo dice il presidente della Bce Mario Draghi, in audizione alla commissione Econ dell’Europarlamento, a Bruxelles.

"La salda ripresa economica" in corso nell’Eurozona, continua Draghi, "deve ancora tradursi in modo più convincente in dinamiche inflazioniste più robuste. I rischi di deflazione sono sostanzialmente scomparsi. Ciò nonostante, i dati dell’inflazione sottostante si sono ripresi solo moderatamente negli ultimi mesi", afferma ancora.

"Decideremo più tardi nel corso di quest’anno una ri-calibratura dei nostri strumenti, che mantenga il grado di supporto monetario di cui l’economia dell’Eurozona ha ancora bisogno per completare la sua transizione ad una nuova equilibrata traiettoria di crescita, caratterizzata da condizioni sostenute di stabilità dei prezzi", dice il numero 1 della Bce.

Redazione

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App