Draghi: "L’Italia cresce meno"

Draghi_L_Italia_cresce_meno.jpg

Mario Draghi lancia il monito: "L’Italia - afferma il presidente della Bce al Parlamento Europeo - cresce meno rispetto al passato e significativamente meno rispetto alle aspettative". Un rallentamento che "vale anche per altri ma è più marcato in Italia ma tuttavia è ancora "prematuro ipotizzare la necessità di rettificare il bilancio, non abbiamo ancora i dati".

cms_11643/2v.jpg Secondo Draghi "le consistenze elevate del debito in alcuni paesi sono problematiche" anche perché "un paese con un debito fuori controllo perde la propria sovranità". Il presidente della Bce rivendica comunque come l’euro sia stato uno strumento per il recupero della sovranità monetaria per diverse nazioni. "Fino al trattato di Maastricht molti paesi non avevano nessuna sovranitàin politica monetaria, eccetto la Germania. Potevano agganciarsi al marco tedesco o svalutare a ripetizione, che significa non avere nessuna sovranità". Se il debito è troppo elevato "per decisioni politiche dei Governi", ricorda, il risultato è una perdita di credibilità e quindi "sono i mercati a decidere". Insomma, conclude Draghi, "si perde la sovranità per via di politiche sbagliate".

cms_11643/3.jpg

Al presidente della Bce è stata poi consegnata dal Parlamento Europeo una targa "come ringraziamento per quanto ha fatto" in questi anni, un lavoro che "è stato fondamentale per salvare la nostra valuta" ha affermato il presidente della Commissione Affari Economici del Parlamento Europeo Roberto Gualtieri. La targa è stata accolta da Draghi come "una sorpresa inaspettata". Poi su invito di Gualtieri alcuni membri della commissione si sono messi in posa per una foto di gruppo con il presidente della Bce.

(Fonte AdnKronos)

Redazione

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su