GLI ATLETI CHE CI HANNO EMOZIONATO NEL 2018

RASSEGNA DI ALCUNI TRA GLI AVVENIMENTI SPORTIVI DI SUCCESSO

GLI_ATLETI_CHE_CI_HANNO_EMOZIONATO_NEL_2018.jpg

Aspettando il 2019 che si preannuncia foriero di nuovi eventi e successi sportivi, salutiamo l’anno appena trascorso ricordando i momenti salienti e alcuni degli avvenimenti internazionali più belli ed emozionanti dello sport italiano.

cms_11320/2_Goggia_sportfair.jpg

Iniziamo dalle Olimpiadi Invernali di Pyeongchang (Corea del Sud), dove l’Italia ha conquistato 10 podi totali e 3 medaglie d’oro grazie a Sofia Goggia (discesa libera femminile), Michela Moioli (snowboardcross) ed Arianna Fontana (500 metri Short Track).

cms_11320/3_Molinari_repubblica.jpg

Passiamo al Golf dove Francesco Molinari è entrato nella storia del golf internazionale inanellando una serie di importanti successi: dal BMW PGA Championship, al PGA Tour (Quicken Loans National), uno dei circuiti più importanti a livello mondiale. Infine l’impresa con le vittorie nell’ Open Championship, in Ryder Cup dove non aveva mai vinto e il trionfo nella Race to Dubai che lo consacra “numero uno” in Europa. Insomma, un anno da incorniciare per il campione torinese.

cms_11320/4_Menegatti_-__Orsi_Toth_oasport.jpg

Brilla l’azzurro anche nel Beach Volley femminile. Dopo due anni, infatti, la coppia Orsi Toth - Menegatti, torna in campo e conquista il titolo ad Agadir (Marocco) vincendo tutte le sei gare disputate. Un successo voluto e meritato dalle azzurre che, in finale, vincono in rimonta 2-1 contro le forti giocatrici ceche Nakladalova/Bonnerova.

cms_11320/5_De_Gennaro_Federcanoa.jpg

Bene anche nella Canoa dove, Giovanni De Gennaro, kayak K1, conquista l’oro alle Finali di La Seu d’Urgell (Spagna). Va ancora meglio nel settore giovanile dove, ai Mondiali di Ivrea Junior e Under 23, gli ori vinti sono due: il primo con Jakob Weger nel K1M di canoa slalom U23 e il secondo con i fratelli Elena e Flavio Micozzi nel C2 misto Junior.

cms_11320/6_Canottaggio-4-di-coppia-oasport.jpg

In ripresa anche il canottaggio azzurro grazie ai due titoli iridati conquistati agli Europei di Glasgow nel quattro di coppia senior con Mondelli, Panizza, Rambaldi e Gentili e nel quattro di coppia pesi leggeri maschili, con Amarante, Di Girolamo, Micheletti e Mulas.

cms_11320/7_Trentin_ansa.jpg

Bene anche nel Ciclismo su strada dove, nellagara in linea, Matteo Trentin conquista la medaglia d’oro ai campionati Europei di Glasgow. Oro anche per Filippo Ganna nell’inseguimento individuale ai Mondiali di Apeldoorn e per Maria Giulia Confalonieri, sempre agli Europei di ciclismo di Glasgow, nella corsa a punti. Infine, da ricordare l’oro conquistato dalle azzurre Zanardi, Guazzini, Catarzi e Collinelli, ai Mondiali di ciclismo su pista juniores di Aigle (Svizzera).

cms_11320/8_farfalle_G.jpg

Sempre a Glasgow l’Italia si impone anche nella Ginnastica artistica grazie al team composto dalle gemelle d’Amato, Villa (oro anche per il concorso generale individuale), Iorio e Federici che vincono l’oro nelle esibizioni a squadre e a Nicolò Mozzato per aver conquistato il titolo di Campione d’Europa junores nell’”all-around final”(una gara individuale dove i ginnasti gareggiano con tutti gli attrezzi). Infine da ricordare l’oro nella Ginnastica ritmica conquistato ai Mondiali di Sofia dalle Farfalle Azzurre Maurelli, Centofanti, Agnese, Basta, Santandrea e Cicconcelli nell’esercizio misto con 3 palle e 2 funi.

cms_11320/9_Giuffrida_it.jpg

Azzurri in auge anche nel Judo. Al Grand Slam di Abu Dhabi, Odette Giuffrida conquista l’oro nella categoria -52 kg; parimenti, al Mondiale junior disputato a Nassau, Manuel Lombardo (-66 kg), Alice Bellandi (-70 kg) e Christian Parlati (-81 kg) regalano altri tre gialli.

cms_11320/10_Martina_oasport.jpg

Bene anche nel Karate dove, ai Campionati del Mondo di Madrid, Angelo Crescenzo si laurea campione del mondo nei -60 kg. Ma l’oro arriva anche agli Europei di Novi Sad (Serbia), grazie a Michele Martina, nella categoria -84 kg.

cms_11320/11_Quadarella_Federnuoto.jpg

Trionfo assoluto, invece, per il Nuoto azzurro agli Europei di Glasgow. L’Italia conquista ben 39 medaglie totali (terzo in classifica nel medagliere dietro solo a Russia e Gran Bretagna) di cui 8 ori: Alessandro Miressi (100 stile libero), Margherita Panziera (200 dorso), Piero Codia (100 farfalla), il nuovo astro nascente Simona Quadarella con la tripletta (400, 800 e 1500 stile libero), Bertocchi e Pellacani (sincro 3 metri) e Arianna Bridi (25 km).

cms_11320/12_POLO_cavallomagazine.jpg

Ma l’Italia è prima anche agli Europei di Polo (Villa a Sesta Polo Club), ai Mondiali di Basket femminile 3×3 (Manila), ai Mondiali di Bowling (Hong Kong) e agli Europei di Beach Soccer (Alghero).

cms_11320/13_simone-barlaam-_swim4lifemagazine.jpg

Bene anche gli azzurri impegnati alle Paralimpiadi Invernalidi Pyeongchang dove Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casalconquistano l’oro nello Sci Alpino (Slalom Gigante e Speciale). Ma il trionfo arriva agli Europei di nuoto di Dublino dove l’Italia conquista ben 74 medaglie totali, di cui 29 ori (vinti sia individualmente che in gruppo) così ripartiti: Barlaam Simone 50m e 100m stile libero S9, 4x 100m sl e 4x 100 Staffetta Mista; Bicelli Federico, 100m sl S7; Bocciardo Francesco 100m Rana S7, 400m sl S7 e Staffetta Mista 4x50m sl; Boni Vincenzo 50m sl e 200m sl S3, 50m Dorso S3; Fantin Antonio 100m sl S6, 4x 100m, Staffetta Mista 4x50m sl, 400m sl S6; Menciotti Riccardo 4x 100m sl; Morelli Efrem 50m Rana SB3; Morlacchi Federico 100m delfino S9, 200m Misti SM9, 400m sl S9 e 4x 100 Misti; Raimondi Stefano 100m Rana SB9, 4x 100 sl, 4x 100 Misti; Berra Alessia 100m farfalla S12; Gilli Carlotta 100m Dorso S13, 200m Misti S13, 50m e 100m sl S13, Ghiretti Giulia 50m farfalla S5, Palazzo Xenia 200m Misti SM8, 400m sl S8, Talamona Arianna: Staffetta Mista 4x50m sl, Trimi Arjola 50m Dorso SB3, Staffetta Mista 4x50m sl.

cms_11320/14_Caironi_paralimpica_memoriaparalimpica.jpg

Positiva la partecipazione azzurra anche nell’atletica paralimpica. Ai Campionati Europei di Berlino, infatti, l’Italia conquista 17 medaglie di cui 6 ori: Martina Caironi (100 metri T63 e salto in lungo), Oney Tapia (lancio del disco e del peso F11), Assunta Legnante (getto del peso F12) e Giuseppe Campoccio (lancio del peso F33).

Meno bene, invece, l’altra spedizione azzurra sempre ai Campionati Europei di Berlino dove arriva solo un oro (a squadre) con i bravi La Rosa, Faniel e Rachik nella maratona lunga 42 km.

cms_11320/15_Nazionale_Femminile_Pallavolo_Federvolley.jpg

Un plauso, inoltre, va anche alla nazionale femminile di Pallavolo per l’argento conquistato ai Mondiali di Yokohama in Giappone che vale quanto un oro. Le azzurre, infatti, pur battute in finale dalla Serbia 2-3, fanno incetta di premi individuali (De Gennaro, miglior libero; Malinov, miglior palleggiatrice; Sylla, miglior schiacciatrice ed Egonu, come miglior opposto e miglior marcatrice) superando addirittura la stessa nazionale serba vincitrice del torneo. Allo stesso modo va ricordata l’impresa della Nazionale di calcio femminile tornata a qualificarsi per un Mondiale dopo 20 anni e quella della nazionale di Rugbyche vincendo nel test match contro la Georgia si è garantita la permanenza al prossimo Sei Nazioni di diritto.

Non vanno dimenticati, infine, gli atleti che hanno solo sfiorato il gradino più alto del podio e tutti gli altri che pur non avendo conquistato un podio, hanno, comunque, partecipato ed onorato i colori azzurri.

A conclusione di questa rassegna, da parte della redazione sportiva e del nostro giornale a voi tutti va l’augurio di un Sereno 2019.

(Foto-da:Sportfair.it;Repubblica.it;Oasport.it;Federcanoa.it;Oasport.it;Ansa.it; Raisport.rai.it;It.eurosport.com;Oasport.it;Federnuoto.it;cavallomagazine.it;swim4lifemagazine.it; memoriaparalimpica.it e Federvolley.it - Si ringrazia)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su