Grande successo all’Atelier Nettuno

Il bucchero etrusco di Claudio Casalanguida conquista critica e pubblico

Il_bucchero_etrusco_di_Claudio_Casalanguida_conquista_critica_e_pubblico.jpg

Lo scorso 8 dicembre si sono accesi i riflettori sull’Atelier Nettuno, che ha collezionato l’ennesimo successo con la mostra dedicata al bucchero etrusco. Una moltitudine di visitatori, tra cui anche tanti critici d’arte, artisti ed esperti etruscologi, ha potuto apprezzare le opere di Claudio Casalanguida, capace di produrre un particolare tipo di argilla che vanta le stesse proprietà del bucchero sfruttato dall’antica popolazione italica. “La mostra sul bucchero in corso all’Atelier Nettuno mi sta dando enormi soddisfazioni, - sostiene l’artista - sono intervenute persone che hanno dimostrato grande interesse per le mie creazioni. Mi sono state rivolte molte domande, alcune anche parecchio difficili, alle quali ho saputo rispondere con competenza perché conosco benissimo, dalla a alla zeta, tutte le caratteristiche di questa ceramica: ognuna ha una sua peculiarità. Molte sono quelle da aggiungere e che sono in corso di sperimentazione”.

cms_11166/2.jpg

Il bilancio più che positivo della prima settimana di esposizione ripaga l’artista dei tanti sforzi e delle controversie in cui è incappato durante il suo percorso artistico, come lui stesso racconta: “Sono trascorsi 25 anni dalla mia scoperta: tante volte ne ho parlato, tra indifferenza, ‘giochi a nascondino’ e strani personaggi comparsi dal nulla che, spacciatisi per grandi esperti di etruscologia, promettevano di aiutarmi ad andare avanti. Ma, ahimè, tutto finiva poi nel silenzio. Dopo più di dieci anni di buio e dopo aver gettato i miei vasi e le mie sculture in cantina (compreso anche il mio ‘pc della disperazione’), improvvisamente una luce in fondo al tunnel mi ha fatto pensare che fosse ora di riprendere il cammino…La luce di cui parlo è stata accesa da mia sorella Maria, grande artista, che mi ha fatto conoscere persone per descrivere le quali non trovo parole adeguate. Primo fra tutti Attilio miani, direttore dell’International Web Post, che mi ha onorato di un articolo sul suo giornale, il quale, con mia grande gioia, ha ottenuto un ampio numero di visualizzazioni. Il dott. Attilio miani ha compreso fin da subito il significato della mia scoperta, le ha ‘spalancato le porte’. Così si è aperto per me un lungo viale pieno di sole”.

cms_11166/3.jpg

Seppur inaugurato pochi mesi addietro, l’Atelier Nettuno,di Maria Casalanguida, ha già dato voce ad opere innovative, capaci di affascinare lo spettatore riscrivendo le regole dell’arte secondo un gusto nuovo, colmo di sensibilità ed estro. E’ stata proprio Maria, assieme all’amica ed artista a tutto tondo Flavia della Lunga, ad organizzare un’esposizione studiata con amore e attenzione ai dettagli, capace di instillare nell’osservatore la stessa passione che ha mosso l’animo dell’artista. Quest’ultimo ha rivolto i più sentiti ringraziamenti anche a tutti coloro che sono intervenuti nel corso dell’inaugurazione, tra cui, in particolare, il dott. Quirino Martellini, Presidente della Biennale Internazionale dell’Etruria.

L’International Web Post, media partner della mostra, seguirà l’Atelier Nettuno in un appassionante viaggio nel mondo dell’arte, colta in tutte le sue declinazioni e sfaccettature. Perché se è vero che “la bellezza salverà il mondo”, l’informazione non può che assecondarne la spinta e contribuire alla sua diffusione.

Federica Marocchino

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su