IMPRESA ATALANTA! VINCE IN UCRAINA E PASSA AGLI OTTAVI

“RONALDO – HIGUAIN”! LA JUVE, GIÀ QUALIFICATA, VINCE ANCHE A LEVERKUSEN

CHAMPIONS_LEAGUE_12_12_2019.jpg

L’ultima giornata della fase a gironi di Champions League si chiude con la vittoria per 2-0 della Juventus (già qualificata e prima nel proprio girone) a Leverkusen e con l’impresa dell’Atalanta che passa il turno vincendo per 3-0 in Ucraina contro lo Shaktar Donetsk. Il bilancio, pertanto, considerando anche le altre due squadre italiane, è da considerarsi molto positivo. Passano agli ottavi di finale, infatti, Napoli, Juventus e Atalanta, mentre è eliminata dalla Champions League solo l’Inter.

SHAKHTAR DONETSK – ATALANTA: 0-3

cms_15251/2_gasperini_adnkronos.jpg

Ecco gli undici iniziali delle due formazioni.

Con il 4-2-3-1 l’allenatore dello Shakhtar Donetsk, Luìs Castro, manda in campo: Pyatov; Dodo, Kryvtsov, Matviyenko, Ismaily; Alan Patrick, Stepanenko; Tete, Kovalenko, Taison; Junior Mor

Il tecnico dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini, invece, con il 3-4-2-1 schiera: Gollini; Toloi, Masiello, Palomino; Hateboer, De Roon, Pasalic, Castagne; Ilicic, Gomez, Zapata.

Primo tempo abbastanza equilibrato con le due squadre alla ricerca della possibile qualificazione. Inizia meglio l’Atalanta che crea tre potenziali azioni da gol con Pasalic (5’), Muriel (8’) e Gomez (15’), ma le rispettive conclusioni non sortiscono gli effetti sperati. Lo Shakhtar reagisce e va in gol con Kovalenko (16’), ma la rete viene annullata dal Var per un millimetrico fuorigioco. Sul finire di tempo ancora gli ucraini vicini al gol con un colpo di testa di Moraes (38’), ma Gollini sfodera un intervento miracoloso. Nella ripresa i nerazzurri passano in vantaggio con Castagne (69’). Ma qualche minuto dopo Dodò (78’) viene espulso e così lo Shakhtar, con l’uomo in meno, subisce prima il raddoppio ad opera di Pasalic (81’) e poi, nei minuti di recupero, anche il terzo gol con Gosens (93’). Il sogno, così, di una possibile qualificazione si trasforma in realtà. Con questo risultato, infatti, - e con la concomitante sconfitta della Dinamo Zagabria - si qualificano agli ottavi di finale Manchester City (14) e Atalanta (7), mentre sono eliminate Shakhtar (6) e Dinamo Zagabria (5).

BAYER LEVERKUSEN – JUVENTUS: 0-2

cms_15251/3_sarri_maurizio_adnkronos.jpg

Ecco gli undici iniziali delle due formazioni.

L’allenatore del Bayer Leverkusen, Peter Bosz, con il 4-4-2 schiera: Hradecky; L. Bender, Dragovic, S. Bender, Sinkgraven; Bellarabi, Demirbay, Aranguiz, Diaby; Havertz, Alario.​

Con il 4-3-1-2, invece, il tecnico della Juventus Maurizio Sarri opta per: Buffon; Danilo, Demiral, Rugani, De Sciglio; Cuadrado, Pjanic, Rabiot; Bernardeschi; Higuain, Ronaldo.

Primo tempo piacevole e giocato a buon ritmo dalle due squadre. Parte meglio la Juve che va vicina al gol con Higuain (11’). Risponde il Bayer con il palo colpito da Diaby (12’) e con Bellarabi (22’) che trova pronto Buffon alla respinta. Ad un minuto dalla fine ancora i tedeschi pericolosi con Havertz (44’), ma Demiral, in scivolata, salva la propria porta. Nella ripresa le squadre, pur provando a vincere la partita, giocano con minore intensità e creano meno. Tuttavia è la Juventus a rendersi più pericolosa. Così, dopo un gol annullato a Ronaldo (52’) i bianconeri realizzano una doppietta con Ronaldo (74’) e Higuain (91’) rischiando, peraltro, poco o nulla. Pertanto passano, agli ottavi di finale, Juventus (16) e Atletico Madrid (10), mentre restano fuori Leverkusen (6) e Lokomotiv Mosca (3).

(Foto da adnkronos.com - si ringrazia)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App