INPS PER LA FAMIGLIA

INPS_PER_LA_FAMIGLIA.jpg

Conoscete l’INPS? Ovvio che si, una domanda retorica. Ma conoscete anche il sito internet dell’INPS? Forse si, anche se non tutti, pur conoscendolo, lo hanno esplorato. Ed avete mai visitato la pagina Facebook denominata INPS per la famiglia? Forse in pochi lo hanno fatto, solo chi necessitava di informazioni, di chiarimenti.

cms_12535/0.jpg

Ebbene, con l’avvento del reddito di cittadinanza, le domande ed i commenti hanno cominciato a fioccare come neve radioattiva dopo una esplosione nucleare. Ed ovviamente l’istituto di previdenza ci tiene a puntualizzare che non sono ammessi contenuti dal valore politico, e che non si deve insultare chi lavora sul sito, che non si deve interagire con le domande degli altri utenti. In altre parole, i gestori si preoccupano che venga utilizzata la netiquette, l’etichetta dei naviganti sul web. Però, di seguito, riporto, testualmente, alcuni estratti dai commenti, giusto per dare una idea di cosa accade su quella pagina:

- Buongiorno io o presentato la domanda di reddito cittadinanza il 6 marzo, come faccio a sapere se fu accetta? (testuale)

- Ma vorrei sapere se la domanda viene accolta la mia

- Scusami ma ora dove potrò ritirare la card siccome ho la residenza in un posto ma ho dato un altro indirizzo dove vivo?

- INPS per la famiglia ma alcuni dicono addirittura che prendono 40 € al mese, ma è vero? mica pure a me mi danno così poco?

- Salve come mai a mio padre non è arrivato ancora nessun messaggio? E a noi quanto ci spettano siamo 4 minorenni e 2 maggiorenni

cms_12535/2.jpg

- Non mi lamenterò mai più del mio lavoro pensando al social manager di INPS per la famiglia

- Ammio cuggino dallamerica gli è arrivato 4 mesi fa (sta parlando del messaggio dell’INPS)

- Vi prego non cancellate nulla. La mia tesi sugli analfabeti funzionali risulterebbe incompleta

- E io che pensavo che la domanda per il RDC l’avrebbero fatta i cosiddetti furbetti. Qua sembra la sagra della lobotomia

- Allora se tutti commentano tutto voi non fate più un cazzo? (riferito al messaggio iniziale sulla pagina)

- Signor xxxx provare a trovare lavoro proprio no eh?

- INPS per la famiglia non accetto regole non scritte e non dichiarate. Non siamo in Cina

- Xxx buongiorno, io ho ricevuto ieri che mi daranno 40 € al mese. E in famiglia siamo in 3…dv sn il resto dei soldi che hanno promesso? Io non posso credere che diano questa miseria

- Netiquette è la password per accedere al sito?

- Qnd mi harriva la ltro pezzo del pin?

cms_12535/3.jpg

Non si vuole prendere in giro la disperazione, anzi, ed è doloroso leggere di sogni infranti, di famiglie che vivono in roulotte, di genitori che non riescono a dar da mangiare ai propri figli. Il punto è che sembra ormai essere stata legittimata l’ignoranza, l’arroganza, la pretesa indebita. Merito delle regole poco chiare, dei proclami senza fondamento, delle esche elettorali. Ma la medaglia va data anche a chi si è preoccupato di affossare l’istruzione, di non tutelare chi deve insegnare, relegando la giustizia all’oblio, al mondo dell’utopia. Perché bisognava procedere parallelamente e per gradi nella liberazione da una giustizia inquisitoria e da una compostezza conformista di stampo reazionario. In realtà la pagina dell’INPS è solamente un concentrato dell’Italia di oggi, e l’ironia che suscita è indirizzata implicitamente alla politica italiana, di ogni colore, perché non c’è stato alcun personaggio che si è proposto di guidare, ma tutti hanno preteso di comandare, di dirci come dovevano andare le cose.

Paolo Varese

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App