INTER E NAPOLI SONO FUORI DALLA CHAMPIONS

Pareggio a San Siro per i nerazzurri, sconfitta a Liverpool per i partenopei. Oggi giocano Juve e Roma, già qualificate

1544588022INTER_E_NAPOLI_SONO_FUORI_DALLA_CHAMPIONS_CHAMPIONS_LEAGUE.jpg

Juve e Roma, in campo oggi, sono già qualificate, mentre Inter e Napoli sono fuori dal torneo. L’ultima volta che quattro squadre italiane hanno passato la fase a gironi della Champions League risale alla stagione 2003/2004. E fino alla vigilia dei match di “San Siro” e di “Anfield Road”, sia i partenopei sia i nerazzurri avevano grosse possibilità di passare il turno. Ma il pareggio tra Barcellona e Tottenham e la vittoria del Liverpool con una sola rete sulla squadra di Carlo Ancellotti ha deluso ogni aspettativa. Quindi, svanisce l’obiettivo di incassare un bel po’ di denaro con vittoria e approdo agli ottavi. Inter-PSV termina con il punteggio di 1-1, Liverpool batte il Napoli 1-0. Per entrambe le formazioni nostrane arrivederci a febbraio in UEFA League.

cms_11121/Foto_1.jpg

INTER vs PSV- In un “San Siro” non delle grandi occasioni, Spalletti mette in campo un 4-2-3-1 con Handanovic, D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah, Brozovic, Borja Valero, Candreva, Politano, Perisic, Icardi. Van Bommel si affida al 4-3-3 con Sainsbury al posto di Schwaab sin dal primo minuto. Nelle precedenti sfide l’Inter ha sempre vinto contro gli olandesi. Per la squadra italiana l’imperativo di oggi è vincere; affidando il loro destino anche ai piedi dei giocatori del Barcellona. Fischio d’inizio del tedesco Felix Zwayer. Sono i nerazzurri a fare la partita. Zoet fa un miracolo sul colpo di testa di Perisic servito bene da Icardi. Il PSV non si irretisce e alza il pressing, riuscendo ad andare in vantaggio grazie a un errore di Asamoah: Bergwijn toglie il pallone al difensore interista e crossa per Lozano che appoggia facilmente di testa in porta. La prima frazione termina con i padroni di casa in attacco. Il secondo tempo è tutto di marca nerazzurra. Inter vicina al gol in diverse occasioni. Miracolose le parate di Zoet nel primo quarto di ripresa. Mail pareggio per gli uomini di Spalletti, e la momentanea qualificazione, arriva al 73’ con Icardi che colpisce di testa un cross sul secondo palo di Politano. Intanto il Barcellona è sempre in vantaggio. Nell’ultimo quarto di gara, l’Inter si rilassa troppo non riuscendo a trovare la spinta per passare in vantaggio. All’85’ arriva il gol del Tottenham e la doccia gelata su “San Siro”. Finisce 1-1.

cms_11121/Foto_2.jpg

LIVERPOOL vs NAPOLI- Sold out ad “Anfield Road”. Ancellotti schiera il 4-4-2, con Ospina tra i pali, Maksimovic, Raul Albiol e Koulibaly in difesa, Mario Rui, Callejon, Allan e Hamsik alla tre quarti, Fabiàn Ruiz, Mertens e Insigne per il tridente d’attacco. Klopp risponde con un 4-3-3 inserendo uncentrocampista in più (Henderson) al posto di una punta (Shaqiri); confermato il tridente d’attacco Salah, Firmino e Mané. Al Napoli basta un punto o anche perdere di un gol segnando. Ma il Liverpool, leader in Premier dopo la sconfitta del City contro il Chelsea allenato da Sarri, non starà di certo a guardare o a giocare peri il pareggio. Dirige lo sloveno Damir Skomina. Partita giocata ad alti ritmi. I Reds devono vincere a tutti i costi e trovano il vantaggio con un indemoniato Salah (il più attivo in campo): l’ex roma si libera di Koulibaly con un doppio passo e infila la rete da sotto le gambe di Ospina. Nella ripresa il Napoli cerca di tenere alto il baricentro, ma i Reds, in più di una occasione, vanno vicini al raddoppio con Manè. Per il Napoli, la clamorosa occasione di pareggiare, e qualificarsi, arriva al 93’ con Milik (subentrato a Mertens) che calcia da pochi passi trovando la parata di riflesso di Alisson. Finisce con il risultato di 1-0 per il Liverpool.

(foto dal sito web di UEFA: si ringrazia)

Umberto De Giosa

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App