Il Maggio dei libri 2018

La lettura che fa volare in alto il pensiero

Il_Maggio_dei_libri_2018_F_AMBROSIO_neutro.jpg

Oche selvatiche cavalcate da persone intente a sfogliare dei libri e, al centro, la scritta “Vo(g)liamo leggere”. L’immagine realizzata dall’illustratrice Mariachiara Di Giorgio esprime appieno il messaggio del Maggio dei Libri 2018, in cui la lettura entra a far parte della vita di tutti. Leggere ovunque, in ogni luogo, ma soprattutto scegliere cosa e come leggere: questo il concetto alla base dell’illustrazione. La lettura diventa così sinonimo di libertà, perché arricchisce e permette di volare in alto, superare gli orizzonti ed essere creativi plasmando la propria realtà. Essa diventa perciò un punto di vista in grado di sviluppare il potenziale e la specificità di ognuno.

cms_9123/2.jpg

In questa edizione, il Maggio dei libri coincide con i 70 anni dalla nascita della Costituzione Italiana. A ricordarcelo sono proprio le tematiche proposte dagli organizzatori: libertà, patrimonio e lingua. Il patrimonio culturale, artistico e paesaggistico italiano si erge a espressione di una nazione, di una storia in cui immedesimarsi e in cui si può leggere il sempiterno legame tra passato e presente, per imparare ad accogliere e ad affrontare al meglio il futuro. A questo si collega anche il linguaggio, da cui nasce la comunicazione, simbolo di identità, in quanto le parole definiscono una persona, ci permettono di conoscerla. La sua mancata valorizzazione coincide inevitabilmente con la perdita di certezze per il futuro che avanza. Ma come linguaggio si intende anche quello digitale, a passo con i tempi, mai atavico, che non disdegna in ogni caso il suo legame con il passato di cui è figlio, prima di guardare al futuro. Libertà e comunicazione si fondono quindi in un progetto unico di conoscenza a cui bisogna abituare le nuove generazioni, che si stanno allontanando sempre di più dagli insegnamenti del passato, fondatore di questo presente. Il Maggio dei Libri racchiude tutto questo, comprese le speranze che la lettura continui a diffondersi come mezzo di comunicazione, legando i vari ponti del tempo e stimolando l’immaginazione e la creatività delle persone, abituandole così ad assaporare la libertà della vita

cms_9123/3.jpg

Il Maggio dei Libri, seguendo le tre parole-guida citate sopra, proporrà come ogni anno eventi di ogni tipo, da quelli minori a quelli di grande spessore, proprio per l’ampio concetto che esso rappresenta. Molti progetti partiranno dalle scuole, al fine di educare i giovani alla lettura e alla creatività. Ci saranno poi incontri con autori, fiere, mostre d’arte, concerti ed escursioni paesaggistiche, a testimonianza di come la libertà d’espressione possa unire le varie arti per un mondo migliore. Perché, come ricorda una citazione del drammaturgo francese Antonin Artaud, “Nessuno ha mai scritto, dipinto, scolpito, modellato, costruito o inventato se non per uscire letteralmente dall’inferno”.

Francesco Ambrosio

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App