L’AMORE E’ GUARDARSI NEGLI OCCHI

L_AMORE_E_GUARDARSI_NEGLI_OCCHI.jpg

Come facciamo a capire se la persona con cui stiamo è davvero coinvolta affettivamente? Diciamoci la verità: molte di noi, almeno una volta nella vita, han sperato di sentirsi dire la fatidica frase “ti amo”. Due sole parole, tanto semplici ma spesso complicate da tirare fuori. Sicché se le parole tardano ad arrivare possiamo fare mille pensieri distruttivi, precipitando nel vortice della nostra insicurezza.

Molti sostituiscono questa difficile dichiarazione a frasi meno romantiche, come “tu sei importante per me” oppure “voglio il tuo bene”. Ma non ci basta. Noi donne, per esser certe che lui ci ami veramente, vogliamo chiarezza e la frase ti amo equivarrebbe in certi casi ad un anello al dito; sebbene anche tale modalità di dichiarare il proprio amore ad una donna sia caduta in disuso, con la scusante che ci sono cose più importanti nella vita (a detta degli uomini). Ma non secondo noi. Quando un uomo non dice ti amo, e non vuole comprare un anello per dichiarare il suo amore, potrebbe significare che ci ama ma non riesca a dirlo; oppure che sia contrario ai regali costosi (o semplicemente che non possa permetterselo perché dispone della social card, ma preferisce astenersi dal confessarlo). Può trattarsi in altre ipotesi di semplice timidezza, oppure che difetti nel comprendere le proprie emozioni, o che abbia poca dimestichezza con questa difficile materia che contempla la conoscenza del cuore (laddove le donne, si sa, detengono una cattedra da sempre, con potere supremo di rilasciare diplomi o bocciature).

A volte l’uomo innamorato tenta di farci capire con gli sguardi che è “preso”. Sicché quando i suoi occhi sono languidi come quelli di un pesce lesso, possiamo dedurre che è cotto di noi. A proposito di sguardi, possiamo dire con certezza che l’uomo, dal canto suo, sia incapace di codificare i nostri segnali in quanto il nostro codice - almeno quello legato al contatto oculare - è al loro pianeta assolutamente sconosciuto.

cms_12828/2.jpg

Una maniera per farci comprendere che è innamorato è quello di comunicarlo con alcuni messaggi, per esempio inviandoci un buongiorno con un cioccolatino o una rosa virtuali (ma questo ci irrita perché, essendo noi creature razionali e concrete, del cioccolatino vorremmo gustarne il sapore e della rosa sentire il profumo). Questo gesto, mentre per lui potrebbe rappresentare un passo avanti nel dichiararsi, per noi rappresenta un passo - anzi, anche due - per allontanarlo dai nostri pensieri, e qualche volta dalla nostra vita.

cms_12828/3.jpg

Se gli siamo accanto è possibile capire che è innamorato di noi dalla balbuzie, o dal diventare paonazzo quando semplicemente ci guarda, quando vorrebbe venirci incontro cordialmente e per esempio inciampa; quando gli riesce male l’approccio, rivelandosi goffo e impacciato (come il ragionier Fantozzi con la signorina Silvani). Ma chi di noi conosce bene la tipologia di uomo di natura fantozziana, coglie e giustifica questa particolare sintomatologia nell’uomo che la sta corteggiando, e può decidere se provare pietà o amore compassionevole.

Non dovrebbe preoccuparci il fatto che, una volta iniziata la love story, lui non noti che i nostri capelli siano diventati di colore azzurro piuttosto che neri, oppure che non ci ascolti quando parliamo di cose assolutamente per noi importanti (neanche quando sforziamo le pliche vocali in tonalità da soprano, raggiungendo l’uscio del dirimpettaio ed oltre). Queste ed altre distrazioni di un uomo innamorato sono scusabili, semplicemente perché lui è diversamente umano in quanto “maschio”. L’importante per un uomo che ci ama è avere il controllo visivo su di noi: se siamo nei paraggi, per lui va tutto bene. Ma per essere certe che lui ci ami e tiene a noi, possiamo fare la prova del nove parlando del futuro. Se il nostro eroe è conciliante e non insiste a farci accettare esclusivamente il suo punto di vista nel fare progetti, significa che abbiamo conquistato a pieni voti il suo cuore.

Susy Tolomeo

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su