L’ETERNO FIL ROUGE TRA CINEMA E MODA

73 EDIZIONE DELLA MOSTRA CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA

73_EDIZIONE_DELLA_MOSTRA_CINEMATOGRAFICA_DI_VENEZIA.jpg

Lo scorso trentuno agosto si sono accesi i riflettori su l’evento cinematografico che raccoglie al Lido appassionati di cinema, cacciatori di autografi del loro attore preferito, registi di culto ed infine loro, gli attesissimi, attori e attrici nazionali ed internazionali che sfileranno sul red carper, sino al dieci settembre, sfoggiando outfit da sogno. Del resto il Festival di Venezia (73 edizione) è anche un evento glamour, perché oltre alla proiezione dei film in concorso e fuori concorso, non sono mancati certo party esclusivi e anteprime mondiali che sono in pochi fortunati hanno potuto assistervi. Sono giorni intensi da vivere in laguna, scanditi di photocall con i cast dei film, di lussuosi yatch approdati al Lido e tante foto fatte in laguna da attrici o aspiranti tali.

Questa 73 edizione della Mostra del Cinema di Venezia ha creato un forte legame con il mondo della moda e non solo per gli abiti da sogno che i più grandi stilisti hanno creato per le attrici per sfilare sul red carpet, ma perché la moda entra nella Mostra, nello schermo, nelle storie dei film.

cms_4511/foto_1.jpg

Lo stilista Tom Ford ritorna al Lido con il film, da lui diretto intitolato Noctunal Animals, la sua sfilata sul red carpet con gli attori Jake Gyllenhall e Amy Adams è stato glamour allo stato puro, è stato il più elegante, bellissimo nel suo completo total black. Ma a ricordarci lo stretto legame del cinema con la moda ci hanno pensato Lily Rose Depp (volto della maison Chanel) presente nel cast del film Planetarium e le top model Suki Waterhouse con il film The Bad Batch e Matilda Lutz presente nel cast del film del regista Gabriele Muccino L’estate addosso.

cms_4511/foto_2.jpg

Ha calcato la prestigiosa passerella anche la web influencer più famosa al mondo: Chiara Ferragni, sempre trendy con l’abito Philosophy by Lorenzo Serafini.

cms_4511/foto_3.jpg

Ha di contro, totalmente sbagliato l’abito un’altra web influencer del calibro di Eleonora Carisi, l’abito era eccessivo e fuori luogo, forse anticipando i tempi ha voluto assomigliare ad un albero di natale?. Dulcis in fundo è stato presentato il documentario su Franca Sozzani, direttrice di Vogue Italia, dal titolo emblematico: Franca: Chaos and Creation.

cms_4511/foto_4.jpg

Ad aprire la 73 Mostra del Cinema di Venezia è stato il film La La Land con gli attori Ryan Gosling e Emma Stone, è stato infatti il suo il primo red carpet, l’attrice è apparsa in grande forma in un abito con frange, stile charleston, dal color argento firmato Versace e dei bellissimi sandali Jimmy Choo. Il suo outfit da red carpet è stato strepitoso, molto apprezzato, ma soprattutto ha convinto la sua performance di attrice, visto che molte voci, la danno come favorita per aggiudicarsi l’ambita Coppa Volpi. Anche l’abito, che ho trovato elegantissimo, della madrina, l’attrice Sonia Bergamasco, sprizzava glamour ed eleganza da ogni fibra, il suo abito firmato Giorgio Armani Privè era delicato e prezioso con le sue perline ricamate. Una delle mie preferite è stata senz’altro la giovane attrice Matilde Gioli, il suo abito della maison Valentino era perfetto per una donna e moderna, il color rosa pallido metteva in risalto il suo incarnato e la sua freschezza.

cms_4511/foto_5.jpg

Attesissima l’attrice Natalie Portman non ha deluso le aspettative, anche incinta ha incantato Venezia. Si è presentata sul red carpet con un bellissimo abito black and white e capelli raccolti in un semplice, ma elegantissimo chignon. Icona di stile è arrivata a Venezia con un film che racconta un’altra grande icona di stile di tutti i tempi: Jackie Kennedy. Il film racconta i giorni della first lady dopo l’omicidio del marito presidente e dei suoi funerali. L’attrice, a mio modesto parere era l’unica che poteva interpretare Jackie sia per i suoi tratti spigolosi che tanto la accomunano alla first lady, sia per la sua eleganza innata tanto simile a Jackie Kennedy. Molte sono le chance che questo film possa aggiudicarsi il Leone d’Oro. Un film che tutte le fashion addicted non potranno farsi scappare, soprattutto per gli abiti, o meglio per i tailleur che Jackie indossava e che nel film sono stati ricreati fedelmente. L’attrice però non è arrivata al Lido solo per il film Jackie, ma anche per Planetarium ed anche per questo red carpet è stata superlativa, quando la classe non è acqua!

cms_4511/foto_6.jpg

Ha sfilato assieme all’attrice Lily Rose Deep indossando un abito total white della maison Dior Haute Couture a monospalla dalla linea scivolata e pulita, anche questa volta è stato un successo, per me è lei la regina di Venezia in quanto a classe ed eleganza. Passiamo ora alle dolenti note, ovvero agli scivoloni di cattivo gusto, che alcune attrici o presunte tali ci hanno regalato sul red carpet.

cms_4511/foto_7.jpg

Le regine indiscusse di volgarità sono state Giulia Salemi e Dayane Mello che non potendo esibire talento e personalità ci hanno “gentilmente offerto” la visione del loro inguine, si sa meno è il talento e meno ci si veste, non riuscendo nemmeno ad ottenere l’effetto shock, ma solo ad essere estremamente volgari e trash. Ho condiviso appieno il commento di Gianpiero Mughini: “io come uomo mi sento offeso, noi uomini non siamo scemi, ogni cosa al punto giusto al momento giuso e nel posto giusto”. Con i loro abiti dagli spacchi inguinali, volevano forse imitare Belen Rodriguez in quel di Sanremo?

cms_4511/foto_8.jpg

Rimanendo in tema Belen anche lei si è concessa una caduta di stile, ma diciamo così, più contenuta arrivando in forte ritardo, così è stata costretta o felice, non è dato sapere, a calcare il red carpet tutta sola soletta…mannaggia! Anche il suo abito rosa non mi convince, outfit troppe volte visto su di lei, una fusione, mal riuscita, tra una matrona romana ed un’odalisca.

cms_4511/foto_9.jpg

Anche la nostra Monica Bellucci nazionale ha peccato di stile presentandosi al Lido con maxi occhiali neri da diva, peccato che fossero le ore 21.00, anche per lei un outfit troppe volte replicato e sempre lo stesso scontato total black da tanto, tanto tempo…anche basta!

Questo è in estrema sintesi tutto quello che ha colpito il mio occhio fashionista, nel bene e nel male, se ci saranno colpi di scena clamorosi nella serata conclusiva della 73 Mostra de Cinema di Venezia, sarà mia premura aggiornarvi nel prossimo articolo, in questo momento sono in piena frenesia da New York Fashion Week, tutte le novità e le ultime tendenze prossimamente per tutte voi.

Vi lascio continuando ad aggiornare la nostra lista desideri per i prossimi acquisti invernali, innanzitutto una raccomandazione, non lasciatevi incantare da tutto quel celeste polvere e quel rosa che troverete in bella mostra nelle vetrine dei negozi, è un trend già passato, se siete vere fashion victim avrete già acquistato e indossato un capo con queste due nuance, oggi è troppo tardi!, oggi sono colori per i comuni mortali, noi vere fashioniste siamo alla disperata ricerca di un capo, l’ideale sarebbe un maxi coat, viola o giallo senape, tuttalpiù vi concedo un verde bottiglia! Le vere trendsetter sono uniche, indossano quello che le altre indosseranno l’anno dopo, questo è lo scopo principale del mio lavoro, anticipare le tendenze e credere che nel mio piccolo possa contribuire a suggerirvi cosa comprare prima che diventi tendenza di massa. Quanto vi ho martellato l’anno scorso affinché acquistaste un cappotto celeste polvere? So che è stato un arduo compito riuscire a scovarlo, soprattutto per chi come me non abita a Milano o Roma, la sottoscritta, l’anno scorso, ha passato in rassegna tutti i negozi della sua città e di quelle limitrofe senza alcun risultato, ma poi quando avevo perso le speranze l’ho trovato, era proprio come lo sognavo, oversize, caldo avvolgente e…celeste polvere e non importa se sono andata sino a Roma per incontrarlo. Credo che la stessa “ardua ricerca” mi toccherà quest’anno per trovare il maxi cappotto dei miei sogni di colore viola…ca va sans dire!

cms_4511/foto_10.jpg

Se per quest’inverno avete in mente di acquistare una gonna sappiate che il must have sarà la gonna godet, femminile, valorizza il punto vita e nasconde qualche chiletto in più…che si può desiderare di più?

cms_4511/foto_11.jpg

Finalmente le più freddolose saranno accontentate, dopo anni di latitanza torna sulla scena il caro piumino, ne troverete di varie lunghezze e colori, sceglietelo di un colore vitaminico.

T. Velvet

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App