L’altra città. Storia di un percorso emozionale

Storia_di_un_percorso_emozionale.jpg

Come anticipato in un articolo di qualche giorno fa, lo scorso sabato, si è inaugurato il percorso partecipativo “L’altra città “. Un viaggio dentro la casa circondariale “Carmelo Magli” di Taranto, per conoscere e capire la realtà carceraria italiana. In verità è molto di più: è un cammino simbolico, di quelli che si fanno con l’anima perché solo lei, la vera essenza di ogni persona, può sentire e registrare emozioni e paure.

cms_6229/2.jpg

Sensazioni che marchiano a fuoco e che richiedono un gran lavoro per essere superate. Questo è ciò che prova chi varca quelle sbarre quando si chiudono dietro le spalle, soffocando l’ultimo alito di libertà che divide dal mondo esterno. È un po’ come morire: la vita si staglia davanti in un susseguirsi frenetico di fotogrammi, con l’unica differenza che non se ne andranno. E forse in quegli attimi di emozioni vissute è racchiuso il segreto della trasformazione di sé stesso in un essere migliore.

cms_6229/3.jpg

Ci sarà tempo fino al 15 maggio per ripercorrere le tappe fondamentali della detenzione, in quattro celle allestite in collaborazione con le ospiti del reparto femminile che le hanno decorate con opere allegoriche. Si tratta di un’operazione - come afferma Achille Bonito Oliva, critico di fama internazionale e curatore della mostra - unica in Italia. Lo spettatore è calato nella realtà carceraria sin dai primi passi nel penitenziario. Impossibile non lasciarsi coinvolgere, a partire dalle foto segnaletiche alle quali è sottoposto all’accoglienza.

cms_6229/4.jpg

Oltre ad Achille Bonito Oliva, tanti coloro che hanno cooperato alla realizzazione del progetto: da Giovanni Lamarca , suo ideatore a Giulio De Mitri, da Giovanni Guarino a Roberto Lacarbonara, da Anna Paola Lacatena a Salvatore Montesardo.

cms_6229/5.jpg

Dalle ospiti e gli ospiti della casa circondariale alla polizia penitenziaria, in servizio e in pensione. Giorgio Ciardo ed io ci siamo occupati di tutti i contributi fotografici. Esperienza toccante. Storia di un percorso emozionale…

Roberto Pedron

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App