LA JUVENTUS VINCE E BLINDA IL PRIMO POSTO NEL GIRONE

VITTORIA ANCHE PER L’ATALANTA CHE ORA SPERA NELLA QUALIFICAZIONE

27_11_2019_CHAMPIONS_LEAGUE.jpg

Decisamente positivo il bilancio delle due squadre italiane impegnate nella quinta e penultima giornata della fase a gironi di Champions League. La Juventus, infatti, blinda il primo posto vincendo in casa contro l’Atletico Madrid, così come l’Atalanta rientra in corsa per gli ottavi di Champions grazie al successo interno contro la Dinamo Zagabria.

JUVENTUS – ATLETICO MADRID: 1-0

Allo stadio “Allianz” di Torino la Juventus supera l’Atletico Madrid 1-0 e chiude aritmeticamente il Girone D al primo posto con una giornata d’anticipo. La situazione in classifica, pertanto, è la seguente: Juve (13), Atletico Madrid (7), Leverkusen (6) e Lokomotiv (3).

LA PARTITA

Ecco gli undici iniziali delle due formazioni.

cms_15066/2_sarri_maurizio_adnkronos.jpg

Il tecnico della Juventus, Maurizio Sarri, con il 4-3-1-2 manda in campo: Szczesny; Danilo, Bonucci, De Ligt, De Sciglio; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Ramsey; Dybala, Ronaldo.

Con il 4-4-2, invece, l’allenatore dell’Atletico Madrid, Diego Simeone, schiera: Oblak; Trippier, Felipe, Hermoso, Lodi; Koke, Herrera, Thomas, Saul; Morata, Vitolo.

Parte meglio la Juventus che imprime al match un buon ritmo e si rende pericolosa con Dybala. Risponde l’Atletico con Saul. Bravi i due portieri, in entrambi i casi, a bloccare la sfera. I bianconeri mantengono costantemente il comando del gioco grazie anche ad un maggior possesso palla che mette in difficoltà gli spagnoli. E quando ormai - in pieno recupero - si pensa al riposo, la Juventus passa meritatamente in vantaggio con un incredibile calcio di punizione del solito Dybala in serata di grazia.

Nella ripresa l’Atletico parte più determinato e Saul impegna immediatamente Szczesny. Ci prova poco dopo anche Felix, ma la sfera termina di poco fuori. Risponde la Juve con una gran conclusione di Bernardeschi che, però, finisce sul palo alla sinistra del portiere. Gli spagnoli, intanto, alla ricerca del pari, aumentano l’intensità di gioco e si rendono pericolosi con Saul e Morata, ma senza fortuna. E così la Juventus, con un po’ di sofferenza nel finale, resiste al forcing spagnolo fino al triplice fischio finale.

ATALANTA – DINAMO ZAGABRIA: 2-0

Allo stadio “Meazza” di Milano l’Atalanta supera meritatamente la Dinamo Zagabria 2-0 e torna a sperare per un probabile, quanto insperato, passaggio del turno. Un traguardo possibile, ma non semplice per i bergamaschi in quanto potrebbe non bastare la vittoria contro lo Shakhtar Donetsk nell’ultimo turno della fase a gironi. In classifica, infatti, troviamo il Manchester a 11 punti e, a seguire, Shakhtar (6) Dinamo Zagabria (5) e Atalanta (4).

LA PARTITA

Ecco gli undici iniziali delle due formazioni.

cms_15066/3_gasperini_adnkronos.jpg

Con il 3-4-1-2 il tecnico dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini, schiera: Gollini; Toloi, Kjaer, Palomino; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Pasalic, Gomez; Muriel.

L’allenatore della Dinamo Zagabria, Nenad Bjelica, invece, con il 3-5-2 schiera: Livakovic; Theophile-Catherine, Dilaver, Peric; Stojanovic, Olmo, Ademi, Ivanusec, Leovac; Orsic, Petkovic.

Parte determinata l’Atalanta che va vicino al gol con Hateboer e Muriel. Ma dopo l’avvio spumeggiante dei padroni di casa la gara si posiziona su un piano di maggiore equilibrio. Ne approfitta la Dinamo che impegna il portiere bergamasco Palomino con Orsic. Intorno alla mezz’ora, tuttavia, l’Atalanta passa in vantaggio con Muriel su calcio di rigore. Nel giro di qualche minuto Muriel e Gomez sfiorano il raddoppio per i bergamaschi, mentre, sull’altro fronte, Orsic colpisce clamorosamente la traversa.

In avvio di ripresa l’Atalanta raddoppia con una grande conclusione dal limite di Gomez che trafigge il portiere ospite Livakovic. I nerazzurri non mollano e così, nonostante il doppio vantaggio, si rendono pericolosi e sfiorano ripetutamente il terzo gol con Pasalic, Gomez e Ilicic che colpisce il palo con una conclusione a giro.

Una serata da dimenticare per la Dinamo che non riesce a far gioco e soprattutto ad impensierire in modo serio Gollini per tutta la gara.

(Foto da adnkronos.com - si ringrazia)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App