LECCE: UN UOMO ADESCA SU FACEBOOK UNA 12ENNE

RISCHIA IL LINCIAGGIO MA VIENE SALVATO DAI CARABINIERI

UN_UOMO_ADESCA_SU_FACEBOOK_UNA_12ENNE.jpg

Un 50enne si è finto adolescente su Facebook e, stringendo amicizia con una 12enne, chattando con lei (forse anche con altri adolescenti), le ha dato appuntamento in un bar di Taviano (Lecce), in località Marina di Mancaversa, per vedersi di persona. All’incontro, avvenuto nella tarda serata dello scorso 21 agosto, la ragazzina è rimasta spiazzata vendendo arrivare un adulto, anziché il coetaneo per cui si era spacciato l’uomo sul social network. Scoperto l’inganno, ha urlato per allertare i passanti, che sono prontamente intervenuti per smascherare il presunto adescatore. I presenti, inferociti, hanno persino tentato di linciarlo.

cms_10047/2v.jpgLa ragazzina si era presentata all’appuntamento in compagnia di due sue amiche. Fortunatamente, i primi a soccorrerla sono stati alcuni suoi parenti che la seguivano a distanza, poi sono giunte anche altre persone che sostavano proprio davanti al bar e che hanno tentato di aggredire l’impostore. Quest’ultimo, di origini baresi, vistosi accerchiato da una folla di persone, ha deciso di estrarre un coltello e si è rifugiato nel bagno di un bar sino all’arrivo dei Carabinieri, che lo hanno salvato sottraendolo alla folla e portandolo in caserma per gli accertamenti e le indagini del caso. L’uomo è stato ascoltato per cercare di ricostruire l’esatta vicenda, ancora poco chiara.

cms_10047/3.jpg

Da una prima analisi investigativa, il 50enne avrebbe contattato un gruppo di minori sul social network, intromettendosi e interagendo in una chat tra loro con un falso profilo, omettendo la sua età nelle chat, spacciandosi per un coetaneo e attirandosi i sospetti degli stessi ragazzi. Avrebbe così provato a stringere amicizia con loro, fino ad invitarli ad un incontro in un bar della marina. Pare che le indagini eseguite nelle ultime ore abbiano escluso il tentativo di violenza nei confronti delle ragazzine, poiché non ci sarebbe stato, appunto,alcun contatto fisico. La sua posizione adesso è al vaglio del Pubblico Ministero di turno. Solo le indagini saranno in grado di svelare cosa sia realmente accaduto.

Anna Di Fonzo

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App