La “meraviglia” dell’essere umano

La_meraviglia_dell_essere_umano.jpg

Rich Stanton e John Volanthen sono due speleo - sub tra i più esperti al mondo, nel 2010 condussero a galla il corpo del collega Eric Establie incastrato a “soli” 780 metri di profondità a sud della Francia.

cms_9691/2.jpg

Sono stati proprio loro ad individuare i tredici dispersi nella grotta in Thailandia.

È solo il primo atto di un salvataggio che ha dell’incredibile, del miracoloso, laddove Dio non c’entra, poiché tutto è accaduto grazie all’intervento dei Navy Seals, eroi moderni e super professionisti che hanno messo la propria expertise al servizio di questa impresa al limite dell’impossibile.

Ben 4 km da percorrere in condizioni di estrema difficoltà, tra cunicoli, acqua e fango (il passaggio più stretto misurava appena 40 cm) attraverso cui gli uomini del corpo speciale dell’esercito hanno condotto con estrema cura e professionalità i 12 ragazzi thailandesi e il loro allenatore.

Sono notizie che fanno bene al cuore, così come tutti quei " miracoli” moderni resi possibili grazie allo studio, all’ allenamento fisico e alla ricerca scientifica.

cms_9691/3.jpg

Nel campo delle protesi, ad esempio, sono stati realizzati passi da gigante, tanto che sofisticati arti superiori e inferiori artificiali possono essere impiantati in sostituzione di braccia o gambe amputate a causa di incidenti o di gravi patologie. Grazie alle nanotecnologie è possibile il movimento spontaneo di queste protesi tecnologicamente avanzate, in grado di colloquiare con il cervello umano.

Per non parlare dei progressi nel campo degli interventi chirurgici sempre più complessi, specie per quel che concerne i trapianti, spesso pluri-organi volti a salvare vite alle quali non era stata data pressoché alcuna chance di sopravvivenza.

Sembrerebbe fantascienza se non fosse realtà.

cms_9691/4.jpg

Sono queste le meraviglie che l’uomo può realizzare, queste e tante altre ancora, che contribuiscono ad illuminare un periodo buio, paragonabile solo all’alto Medioevo, che nostro malgrado stiamo vivendo, per esorcizzare il quale anche l’incredibile volo in porta di un fuoriclasse può servire.

Lucia D’Amore

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su