Olanda ai quarti in zona Cesarini

Grande Navas e Costa Rica ai quarti dopo i rigori

brazuca-mondiali-2014.jpg

cms_888/1Snejder.jpgUna partita tutt’altro che facile per la favorita Olanda che, ha incontrato, all’Estadio Castelao di Fortaleza, un buon Messico organizzato e ben messo in campo, che ha creato sicuramente più degli avversari soprattutto nel primo tempo. Tuttavia, al 45’, viene negato un rigore evidentissimo all’Olanda che avrebbe potuto cambiare l’inerzia della partita. Nel secondo tempo, al 3’, arriva il gol del meritato vantaggio per il Messico, grazie alla rete di Dos Santos. A questo punto l’Olanda reagisce e crea diverse situazioni pericolose. Bravo, in questa fase, il numero uno messicano, Ochoa, abile nel respingere i tentativi a rete degli avversari olandesi. Il Messico, dal canto suo, cerca di controllare la partita. Sembra fatta, ma a tre minuti dal 90’, arriva il gol del meritato pareggio di Wesley Sneijder con un tiro secco che si insacca alla destra del portiere. Non è finita. Sembrano profilarsi i tempi supplementari, ma, al 92’, Robben si procura un calcio di rigore che poi sarà trasformato dal freddo Huntelaar. L’Olanda passa ai quarti, mentre al Messico rimane il rammarico di aver sciupato, nei minuti finali, la grande occasione di poter continuare questa competizione.

cms_888/2_Navas.jpgDopo l’Olanda, un altro ottavo di finale al cardiopalmo quello disputato all’Arena Pernambuco di Recife, tra Costa Rica e Grecia. Un primo tempo senza reti, con l’unica vera occasione da gol creata dalla Grecia al 37’ con Salpingidis e sventata in angolo dal bravo portiere Navas. Al primo vero tiro in porta, la Costa Rica passa in vantaggio con Ruiz al 52’. Dal 66’, la Costa Rica rimane in dieci per un’espulsione di Duarte (doppio giallo). Poi, più nulla fino al 91’, quando la Grecia pareggia con Papastathopoulos. Ancora una occasione due minuti dopo per la Grecia, ma Navas si oppone. Ai tempi supplementari la Costa Rica si difende e prova qualche ripartenza senza grande successo. Clamorose, invece, le due palle gol capitate alla Grecia al 112’ con Christodoulopoulos e al 120’ con Mitroglou, ma il risultato non cambia. Si va ai calci di rigore dove, grazie a Navas (eroe della serata), ha la meglio la Costa Rica. Delusione per la Grecia che, per quanto visto in campo, avrebbe meritato una sorte migliore.

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App