PITTI IMMAGINE UOMO 92

PRIMAVERA/ESTATE 2018

PITTI_IMMAGINE_UOMO_92_1497675360.jpg

La spettacolare danza acrobatica della compagnia Sonics intitolata: “Meraviglia water and flames” apre la novantaduesima edizione del Pitti Immagine Uomo svoltasi a Firenze, dove in una location d’eccezione come Palazzo Pitti è andato in scena uno spettacolo di zampillii di fontane e danzatori che si sono esibiti tra acqua e fiamme in una danza evocativa e suggestiva aperta gratuitamente a tutti.

cms_6506/PITTI_IMMAGINE_UOMO_92.jpg

Il tema guida di questa edizione è stato: Boom, Pitti Blooms, i 60.000 metri quadri della Fortezza da Basso sono stati completamente invasi da installazioni floreali e tutti gli stand erano inondati da fiori macroscopici con l’auspicio che nella moda fioriscano nuove idee e nuovi talenti che portino il Made in Italy sempre più in tutto il mondo. Difatti quest’anno nel totale dei brand presenti, 1.231, 540 sono stranieri, ma soprattutto la maggioranza dei buyers sono arrivati dall’estero.

cms_6506/foto_2.jpg

Prima di parlarvi di come vestirà l’uomo per la prossima primavera/estate 2018 voglio segnalarvi la mostra: “Il Museo Effimero della moda” realizzata dalla Fondazione Pitti Immagine Discovery con la Galleria degli Uffizi e al Palais di Parigi che ripercorrerà tutti i meccanismi e le tendenza della moda dalla metà dell’ottocento ai giorni nostri. Dislocati in diciotto sale saranno esposti duecento abiti e accessori , la mostra curata da Olivier Saillard sarà visitabile sino al ventidue ottobre. Per chi ama la moda e la sua storia non potrà fare a meno di visitare questa incredibile mostra che spiega in modo intuitivo ed immediato quanto niente di più serio dell’effimero ci sia, quanto una manica, un certo volume, un determinato tessuto sono l’immagine di un’epoca, di quanto l’effimero abbia contribuito e continua a fare, per rivoluzionare la società e i suoi costumi.

cms_6506/foto_3.jpg

Uno dei trend che ha legato quasi tutti gli espositori è il ritorno allo stile coloniale, l’uomo per la prossima estate ricerca tessuti naturali come il lino e il cotone, capi ricercati, ma confortevoli ed ecco il grande ritorno della camicia caftano e della giacca modello sahariana, le nuance sono naturali come il beige, marrone e verde militare, il bianco e il blu navy. La giacca must have sarà la sahariana, mentre le camicie prediligeranno i colli alla coreana e le mezze maniche, ma anche no aggiungo io! Se proprio siete uomini insofferenti all’afa meglio una t-shirt o una polo che una camicia a mezze maniche. I pantaloni saranno d’ispirazione nomade, il tema del viaggio è stato molto sentito dagli stilisti, con volumi più ampi e un forte ritorno delle pince.

cms_6506/foto_4.jpg

Altro trend fortissimo che ha sfilato al Pitti 92 è stato lo sportswear e lo stile militare, l’uso innovativo di tessuti tecnici che anche dopo essere lavati in lavatrice non devono essere stirati, resistenti a qualsiasi situazione e sempre più in sintonia con il moderno viaggiatore, che sia per affari o diletto. La leggerezza è un’altra parola chiave di questa edizione che propone parka non pesano più di centocinquanta grammi, indistruttibili che si prestano perfettamente sia per un outfit urbano che per un outfit più selvaggio.

Queste sono in assoluto le due macro tendenze per l’uomo alla moda del 2018, sta a voi scegliere quale interpretare, ma nulla vi vieta di essere entrambi: il dandy coloniale impeccabile per stile e fattura dei capi, e lo sportivo dallo spirito libero che non dimentica mai di essere chic. Di seguito scoprirete quali sono i capi che ho individuato a cui non potrete rinunciare se amate far tendenza e non passare inosservati, tenete a mente questa lista e indossateli, battendo gli altri sul tempo, già da quest’estate.

cms_6506/foto_5.jpg

PANTALONE TECNICO: Come sappiamo i tessuti tecnici sono stati ormai sdoganati da tempo entrando sempre più a far parte della nostra vita di tutti i giorni e non più relegati ai solo momenti di svago. Nel 2018 i pantaloni tecnici si porteranno con camicie oversize, con morbidi maglioni in puro cotone o se volete essere super cool con una sahariana o una giacca in lino…pronti a giocare d’azzardo?

cms_6506/foto_6.jpg

CAMICIE STAMPATE: Il tema guida di questa 92esima edizione di Pitti Uomo si riflette perfettamente sulle camicie che abbandonano il monocromatico per accendersi con stampe floreali o geometriche, come abbiamo già detto il must have per la camicia sarà la stampa, il collo alla coreana, volumi over (dimenticate lo slim fit), le mezze maniche da sfoggiare dall’ufficio al bar…sempre che il coraggio non vi manchi!

cms_6506/foto_7.jpg

BERMUDA: E’ il capo più discusso e discutibile già must have da quest’estate sia per la moda maschile che femminile. Io personalmente non le amo sia indosso alle donne e men che meno indossate dagli uomini, è un capo difficilmente donante, quasi mai elegante e se proprio le amate indossatele al mare o in outfit da giorno nelle vostre vacanze. E per favore non fatemi vedere più scene imbarazzanti di uomini abbigliati di tutto punto, cappello e cravatta compresi e poi guardi giù e trovi loro le famigerate bermuda…questi sono colpi letali per il cuore di una fashion addicted. Siate sinceri guardando la foto sopra potete definirli degli outfit glamour? della serie come uccidere lo stile con un sol colpo!

cms_6506/foto_8.jpg

NUANCE PASTELLO: Da sempre considerati colori per sole donne, le tonalità pastello saranno un forte trend per la moda maschile soprattutto per maglioni e polo.

cms_6506/foto_9.jpg

POLO IN MAGLIA: Le polo in maglia ci riportano direttamente allo stile curato e signorile della middle class degli anni sessanta che nel tempo libero amava indossare questo capo. Molto bello il contrasto che si ottiene abbinandola con un pantalone tecnico, il glamour del passato incontra la praticità del futuro. Unica avvertenza: se avete le maniglie dell’amore a farvi compagnia e un addome che nemmeno vagamente ricorda quello di David Beckham…desistere è la parola d’ordine, perché il tessuto in maglia non perdona sia agli uomini che alle donne. Avete dimenticato gli orrori stilistici causati dalle gonne in maglina tanto in voga negli anni novanta? Io no!

cms_6506/foto_10.jpg

MARSUPIO: C’è chi lo ama e chi lo odia, ma l’amato-odiato marsupio è ritornato alla grande come accessorio must have per il 2018, certo rivisitato e reso moderno come quello nato dalla collaborazione di Supreme e Louis Vuitton, anche un brand storico nel campo dello sportswear come Champion ne ha presentati di diverse forme e colori. Amanti del marsupio fatevi avanti ora tocca a voi!

cms_6506/foto_11.jpg

FOULARD: L’uomo del 2018 si lascerà alle spalle cravatte e papillon, molto meglio annodarsi al collo un bel foulard che fa subito un pò dandy un po’ boho chic.

cms_6506/foto_12.jpg

GIACCA DOPPIO PETTO: Se la novità sarà la sahariana, la giacca doppio petto continua a essere un must have del guardaroba maschile.

Queste le tendenze emerse nella 92esima edizione di Pitti Immagine Uomo, tante novità con un’unica certezza: le calze continuano ad essere un’eresia! I puristi dello stile dovranno mettersi l’anima in pace, la luce in fondo al tunnel ancora non si vede.

T. Velvet

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App