PRIMARIE USA, CONTINUA LA CORSA

E il sindaco di New York si schiera con Sanders

1582002365PRIMARIE_USA,_CONTINUA_LA_CORSA.jpg

Alzi la mano chi riteneva “Buttigieg” nulla più di un cognome impronunciabile. Bene, la si può abbassare. Prossimo passo: rivedere la propria concezione di Pete Buttgieg, da semisconosciuto a leader delle primarie democratiche. Ebbene sì, l’ex sindaco di South Bend, adesso, guarda tutti dall’alto in basso, tallonato da Bernie Sanders. Seguono, più staccati, Elizabeth Warren, Amy Clouchabar e Joe Biden. Chiudono la classifica tutti gli altri: Andrew Yang, Deval Patrick, John Delaney, Michael Bennet, Michael Bloomberg, Tom Steyer e Tulsi Gabbard.

cms_16183/2.jpg

Il dettaglio più interessante riguardo Pete Buttgieg è la sua omosessualità dichiarata. Questo perché il marito Chaster potrebbe diventare il primo first gentlemen della Casa Bianca, precedente storico. Il trentottenne, proprio per aver lasciato indietro il vicepresidente di Obama, Biden, viene paragonato all’ex presidente: un altro candidato sbucato dal nulla ma con il potenziale di sparigliare completamente le carte in tavola. Non tutti, però, tifano lui: un appoggio importante al momentaneamente secondo Sanders arriva da Bill De Blasio. Un’inversione da parte del sindaco di New York rispetto al tifo fatto per Hillary Clinton nel 2016, avversaria proprio del senatore per lo Stato del Vermont.

cms_16183/3.jpg

Il dietrofront rispetto a quattro anni fa, tuttavia, non è così eclatante: già da allora il primo cittadino newyorkese aveva dichiarato di credere che Sanders avrebbe sconfitto Donald Trump alle presidenziali in caso di vittoria alle primarie. E ora, ecco l’endorsement: in un comunicato diffuso dallo staff di Sanders, De Blasio lo ha definito “un vero leader progressista che si batterà per i newyorkesi e le famiglie di tutto il paese”. Nonostante i quadri stiano iniziando molto lentamente a definirsi, la strada da fare è ancora tanta. I ribaltamenti di fronte sono sempre dietro l’angolo e un voto solo potrebbe riportare in corsa chi, per ora, pare non avere possibilità di riuscita. I personaggi da tenere d’occhio, per l’attuale presidente e per gli elettori, sono tanti e sono pronti a tutto; con una particolare attenzione a Bloomberg, l’unico in grado di sostenere una faraonica campagna elettorale al pari dell’attuale inquilino della White House.

(cover photo courtesy CNN)

Francesco Bulzis

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App