RED BULL CLIFF DIVING WORLD SERIES 2017

Per il terzo anno consecutivo, la splendida Polignano a Mare si riconferma tappa italiana

Red_Bull_Cliff_Diving_World_Series_2017.jpg

La Red Bull Cliff Diving World Series, il campionato di tuffi da grandi altezze più entusiasmante del mondo, si prepara a dare una scossa di adrenalina e far guizzare il cuore dei tanti appassionati di questo sport emozionante. La nona stagione delle World Series sarà ricca di novità e colpi di scena, con un calendario di sei incredibili tappe, ospitate in location e paesaggi di rara bellezza in tutto il mondo.Il Red Bull Cliff Diving è una disciplina spettacolare in cui gli atleti si tuffano a corpo libero da una piattaforma posta a 27 metri di altezza per gli uomini e a 20 metri per le donne (tre volte quella olimpica!), contando solo sulla loro preparazione atletica, sulla capacità di controllare alla perfezione ogni gesto e sulla grande concentrazione mentale: nei 3 intensi secondi di caduta, compiono evoluzioni ed acrobazie aeree mozzafiato, raggiungendo la velocità di ben 85 km orari!

cms_5679/RCDWS2016_Azzorre_Andy_Jones.jpg

L’esordio delle World Series 2017 è in programma a giugno in Irlanda a Inis Mór, la più grande ed estesa delle tre isole Aran, situata nella Baia di Galway. Dopo le gelide acque del mare irlandese, la Red Bull Cliff Diving World Series farà tappa nella splendida Sao Miguel, isola di origine vulcanica delle Azzorre Portoghesi, dove gli atleti si tufferanno direttamente dalle rocce, per un vero e proprio ritorno alle origini di questa splendida disciplina.

Nella seconda metà di luglio, il campionato farà tappa in Italia: per il terzo anno consecutivo sarà la pittoresca Polignano a Mare, punta di diamante incastonata tre le scogliere della Puglia, ad ospitare la gara. Polignano si riconferma una delle location predilette dagli atleti, per la bellezza del paesaggio e per il grande calore ed entusiasmo con cui il pubblico li attende: sono stati oltre 70.000 gli appassionati che nella scorsa edizione hanno assistito alle loro spettacolari acrobazie in caduta libera, supportando in particolare Alessandro De Rose, unico atleta italiano in gara, che ha sfiorato il podio raggiungendo il quarto posto a solo 1.60 pt dal terzo classificato.Dopo la pausa estiva, prevista per tutto il mese di agosto, la Red Bull Cliff Diving World Series torna in Texas, sull’affascinante Hell’s Gate del Possum Kingdom Lake.

cms_5679/_Mostar.jpg

Dopo questa maestosa riserva naturale, gli atleti si immergeranno nelle acque pungenti di Mostar, in Bosnia Erzegovina, tuffandosi dall’antico ponte Stari Most, simbolo della città.Il Gran Finale andrà in scena ad ottobre, in Cile nelle affascinanti cascate Riñinahue, circondate da incantevoli vulcani innevati: è la prima volta che la Red Bull Cliff Diving World Series fa tappa qui e l’atmosfera si prospetta davvero caliente per l’incoronazione dei nuovi campioni del mondo.Per la categoria maschile, il 2017 potrebbe rivelarsi la stagione più competitiva nella storia della Red Bull Cliff Diving World Series: gli atleti stanno aumentando sempre più il livello di preparazione e l’indice di difficoltà dei loro tuffi, pronti a dare il meglio di sé per eccellere nella gara.

cms_5679/av_131024_rbcdtha_navra_7743.jpg

Anche se l’avversario da battere è sempre Gary Hunt, l’inglese sei volte campione del mondo, nulla è deciso per la nona edizione della competizione. Sono infatti determinati a rubargli lo scettro il messicano Jonathan Paredes, soprannominato “la trottola” che lo scorso anno ha scalato la classifica grazie alla tecnica impeccabile e alla grande precisione nell’esecuzione dei tuffi, e lo statunitense Andy Jones, che esegue con eleganza e perfetto controllo spettacolari evoluzioni aeree, e che nella stagione 2016, ha conquistato il gradino più alto del podio nella prima tappa in notturna della storia delle World Series, a Dubai Marina.

cms_5679/red-bull-diving-world-series.jpg

Inizio un po’ in salita per il russo Artem Silchencko, Oro in 11 tappe delle World Series, il quale, a causa di una stagione passata caratterizzata da alti e bassi, quest’anno gareggerà come wildcard, determinato comunque a dare il massimo per confermare il suo talento.Ma non è detto che una wildcard non possa ambire al podio o addirittura al titolo mondiale: ne è la prova l’australiana Rhiannan Iffland, la quale, grazie ad una stagione impeccabile, ha guadagnato il titolo di campionessa mondiale 2016 per la categoria femminile.Quest’anno, per la quarta stagione delle Women’s World Series, verrà introdotta una grande novità che aumenterà il livello e la difficoltà della competizione: le atlete si sfideranno infatti con 4 tuffi ad ogni tappa, anziché 3 come avvenuto finora. Tra le atlete, molto atteso il ritorno di una delle tuffatrici più forti, la tedesca Anna Bader, che rientra in gara dopo la nascita del figlio.La crescente complessità delle World Series ha reso necessaria l’introduzione di nuovi criteri di valutazione dell’indice di difficoltà delle performance e di nuovi tuffi, insieme ad altre integrazioni del regolamento, definite dalla commissione sportiva secondo i criteri FINA.Nella stagione 2017 atleti ed atlete sono pronti a spingere al massimo i loro limiti, per aggiudicarsi i posti più alti in classifica e accendere la competizione.Appuntamento quindi il 24 giugno con la prima, esaltante tappa della Red Bull Cliff Diving World Series!

cms_5679/RBCD_2017_Calendar_Map_LowRes.jpg

Redazione

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su