SAVE THE DATE

FASHION NEWS

SAVE_THE_DATE.jpg

Le fashion addicted hanno un appuntamento a cui non possono mancare, la data da segnare è l’otto novembre, il giorno in cui online e in alcuni selezionati negozi arriverà l’attesissima co-brand collection tra la maison italiana più provocatoria ed ironica, Moschino e il colosso del fast fashion svedese H&M. Ormai è diventato un appuntamento fisso dell’autunno, così come è naturale vedere le foglie che cadono dagli alberi, così è diventato naturale che ogni autunno il colosso del fast fashion svedese propone ai suoi clienti una collezione creata in collaborazione con le maison più importanti del fashion. Dopo le passate collaborazioni con le eccellenze del fashion come Versace, Balmain, Karl Lagerfeld, Marni, Erdem, Roberto Cavalli e Maison Margiela, quest’anno tocca all’irriverente designer statunitense Jeremy Scott da tempo al timone creativo della maison Moschino dare voce attraverso il fast fashion al mood Moschino che è caratterizzato dall’ironia, dalla provocazione e di non essere mai allineato ai trend di stagione.

cms_10583/foto_1.jpg

Il countdown è ufficialmente iniziato e le fashioniste di tutto il mondo non possono arrivare all’otto novembre impreparate senza aver stilato una wishlist. Da pochi giorni è possibile guardare tutti i capi in anteprima grazie al lookbook voluto dal designer che potete trovare online, sfogliatelo attentamente appuntando i capi che volete accaparrarvi visto che il tempo per lo shopping negli store sarà minimo e molto pericoloso (perché avrete a che fare con delle fashioniste agguerrite e determinate a portare a casa il bottino, come tutte noi del resto!). Anche se optate per l’acquisto online dovrete essere lo speedy Gonzales del mouse, io vi lascio alcune foto dei capi su cui puntare, ma nulla vi vieta di acquistare l’intera capsule collection Moschino TV per H&M.

cms_10583/foto_2.jpg

Se avete bisogno di capispalla originali questi fanno al caso vostro, uno perché l’eco fur sarà un must have di quest’inverno, due perchè il red è un colore predominante della palette di stagione, tre perchè il capospalla, ma anche le giacche, crop top sarà una tendenza molto forte per la prossima primavera, quindi perché non essere già sul pezzo sin da subito?

cms_10583/foto_3.jpg

Acquistare una biker jacket è sempre una buona idea e una vera fashion addicted non ne possiede una sola (due è il minimo sindacale, una con metalleria silver e una con metalleria gold), ma trovarne una crop top non è facile e questa sarà l’occasione giusta per acquistarne una senza andare in panico la prossima primavera dove tutte saranno alla ricerca spasmodica di capispalla crop top. Stesso discorso vale per la t-shirt bianca che al pari della camicia bianca è un must have senza tempo (io ho un intero cassetto dedicato a loro) e visto che quest’anno sarà logomania imperante lei è davvero imperdibile.

cms_10583/foto_4.jpg

Da sempre i buyer e fashion editor presenti alle sfilate di Moschino non vedono l’ora di poter ammirare gli accessori, perché sono loro l’elemento originale, quello di rottura che può dare quel twist in più all’outfit e Moschino in questo è inimitabile. Se la visione del fashion di Jeremy Scott non è proprio nelle vostre corde vi basterà solo un accessorio, come questa borsa, per essere originale senza essere too much. Lo stivale sarà il must have di stagione declinato in tanti modelli, quello proposto dal designer è una fusione originale tra il biker e il cuissardes, originale e imperdibile.

cms_10583/foto_5.jpg

La “fashion maniac” (frase coniata per lei dal famoso fotografo Helmut Newton) più famosa è più popolare degli ultimi anni, Anna Dello Russo diventa fashion brand ambassador dell’Istituto Marangoni che con un grande evento tenutosi a Milano ha voluto così inaugurare l’anno accademico con stile e con una collaborazione di peso come quella della Dello Russo. La fashion icon metterà a disposizione degli studenti tutto il suo prezioso know-how costruito in trent’anni di vita e lavoro sempre in prima linea nel mondo del fashion system. La Dello Russo si è detta felice di poter contribuire alla formazione dei futuri designer che porteranno il fashion system a diventare sempre più grande, la Dello Russo ha dichiarato: “il futuro della moda è nelle mani dei giovani talenti e sono onorata di poter contribuire alla loro formazione, con sogni e obiettivi coraggiosi ma raggiungibili”. Per gli studenti del Marangoni saranno pensati incontri e seminari che vedranno la partecipazione della Dello Russo impegnata anche nella realizzazione di un docu-film per celebrare il trentennale della sua carriera, di vita e di incontri straordinari nel mondo del fashion system che coinvolgerà anche gli studenti del Marangoni.

cms_10583/foto_6.jpg

E’ stato reso pubblico che l’influencer più popolare al mondo, Chiara Ferragni è stata candidata all’Ambrogino D’Oro (benemerenza insignita dalla città di Milano per i suoi cittadini più illustri che si sono distinti nel campo lavorativo e sociale). Per linfluencer che in questo momento è nell’occhio del ciclone per la famigerata acqua griffata e per il piccolo intervento alle orecchie, superato brillantemente, da suo figlio Leone (accusata di pubblicizzare anche l’intervento di suo figlio) questa potrebbe essere una buona notizia anche se “sporcata” da alcune critiche, ma si sa tutto quello che riguarda l’influencer suscita sempre critiche e disappunto (leggi invidia per chi c’è l’ha fatta, fenomeno tipicamente italiano). In molti sostengono che la Ferragni non sia nata a Milano (ma allora si dovrebbero ritirare i precedenti Ambrogini assegnati allo speaker radiofonico Linus e al comico e attore Antonio Albanese entrambi non milanesi d’origine). A mio avviso, comunque la si pensi sulla persona, Chiara Ferragni è il simbolo del nuovo fashion system, della nuova strada social del fashion, di concepire la moda come condivisione. La motivazione per la sua candidatura consegnata alla commissione del premio è condivisibile al cento per cento: “Al di là dei giudizi di valore, Chiara Ferragni è una professionista di enorme successo, con un fatturato di circa dieci milioni di dollari, è un’azienda che dà lavoro a una ventina di persone e decine di consulenti, è stata tra i primi a comprendere le dinamiche di questa nuova epoca, in cui i social network sono entrati in modo incisivo nella vita quotidiana delle nuove generazioni”.

cms_10583/foto_7.jpg

Lo scorso sedici ottobre nella magica cornice di palazzo Clerici a Milano molte celebrites ed influencer si sono date appuntamento per la premiere italiana del nuovo film di Disney live action “Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni” che arriverà nelle sale italiane il prossimo trentuno ottobre. Ad allietare gli ospiti ci ha pensato il tenore Andrea Bocelli che ha duettato con il figlio Matteo interpretando dal vivo il brano “Fall on Me” incluso nella colonna sonora del film.

cms_10583/foto_8.jpg

L’atmosfera è stata resa magica grazie ad un allestimento da favola e ai ballerini della scuola di ballo dell’Accademia Teatro alla Scala di Milano che hanno interpretato due momenti del secondo atto della celeberrima opera del maestro Tchaikovsky “Lo Schiaccianoci”.

cms_10583/foto_9.jpg

Per rappresentare i quattro regni del film sono state chiamate quattro influencer che con i loro abiti da sogno hanno dato corpo ai magici regni. Il regno dei dolci è stato rappresentato dall’influencer e attrice Martina Pinto che ha indossato un abito in tulle rosa impreziosito da ricami in cristallo innegabilmente bello, ma l’attinenza al mondo dei dolci mi è sfuggita!

cms_10583/foto_10.jpg

Il regno dei fiori è stato rappresentato dall’influencer Paola Turani con un bellissimo abito in chiffon della maison Luisa Beccaria, abito che ha perfettamente incarnato il mood regno dei fiori (lei è splendida e il suo abito è il più bello dei quattro) e che riconferma la maison Luisa Beccaria leader nel realizzare gli abiti più belli del fashion system.

cms_10583/foto_11.jpg

Il regno dei ghiacci è stato rappresentato dall’influencer Giulia Gaudino con un abito della designer delle spose Alessandra Rinaudo che centra il mood del regno del ghiaccio con un abito scintillante, di un bianco con bagliori azzurrini tipici del ghiaccio, ma ahimè il modello a sirena non dona alla silhouette della Gaudino al quale si aggiunge un altro errore imperdonabile, quello di non aver sottolineato a dovere il punto vita, sarebbe stato meglio optare per un modello diverso.

cms_10583/foto_12.jpg

Per finire è toccato all’influencer Martina Luchena interpretare con il suo abito Madre Cicogna, un abito bello, perfetto nel fitting, ma questa versione un po’ troppo dark e sexy di Madre Cicogna è apparsa fuori luogo per il contesto fiabesco ed incantato della serata.

T. Velvet

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App