SPETTACOLO AL “FRANCHI” TRA FIORENTINA E ATALANTA

Finisce 3-3 con i padroni di casa costretti a rincorrere i bergamaschi, dopo essere andati in svantaggio due volte. Migliori in campo l’ex Ilicic e Federico Chiesa. Serata nel ricordo di Davide Astori

coppa_Italia_28_2_2019_.jpg

È un vero spettacolo il match giocato al “Franchi” tra Fiorentina e Atalanta. Nell’andata del primo turno di semifinale di Coppa Italia, sono sei le reti messe a segno da entrambe le squadre. È la serata del ricordo di Davide Astori, a quasi un anno dalla scomparsa. Dagli spalti una suggestiva coreografia commemora l’ex capitano viola deceduto il 4 marzo del 2018. La Fiorentina ha vinto sei volte il trofeo (l’ultima volta nel 2001 con in campo Enrico Chiesa, padre di Federico); mentre l’Atalanta vanta l’unica vittoria nel 1963. I bergamaschi sono arrivati a Firenze dopo aver eliminato la Juventus con un secco 3-0 in casa nella partita di ritorno. La serata è stata all’insegna degli assist di Ilicic e delle ripartenze di Chiesa, sceso in campo con la fascia di capitano. I viola vanno subito sotto di due gol nella prima frazione di gioco, trovando il pareggio prima con Chiesa e poi con Benassi. Nella ripresa l’Atalanta è più spavalda e tiene alto il ritmo; segna la rete del momentaneo vantaggio con un bel tiro di De Roon. La fiorentina trova la rete del pareggio, grazie anche all’ingresso dell’argentino Simeone. Brividi sul finale di gara con la traversa colpita da Hateboer.

cms_11961/Foto_1.jpg

PRIMO TEMPO - Parte forte la fiorentina con uno scambio veloce di Benassi per Muriel che tira fuori dallo specchio della porta. Pericolosa l’Atalanta al 10’ con Zapata che raccoglie un assist di Ilicic, ma il suo tiro viene deviato in corner. Ci riprova Ilicic dopo 1 minuto, ma il suo sinistro viene miracolosamente deviato in tuffo da Lafont. In vantaggio i bergamaschi al 16’ con una micidiale azione di Ilicic che innesca per Gomez che infila la porta viola. Ancora Ilicic al 18’: imbriglia Vitor Hugo e serve con il contagiri Pasalic per il raddoppio.Accorcia le distanze Chiesa al 33’ che approfitta di un errore di Palomino: gli ruba palla e corre verso la porta mettendo in rete alla sinistra di Berisha. Pareggio viola al 36’ con Benassi dopo uno scambio Muriel – Chiesa. Toloi e Hateboer, diffidati, ammoniti al 40’ e 45’: salteranno la semifinale di ritorno. I padroni di casa soffrono la miglior organizzazione del gioco, grazie anche alla regia dell’ex Ilicic, mentre la Dea va in affanno sulle ripartenze di Chiesa.

cms_11961/Foto_2.jpg

SECONDO TEMPO– Ripresa di marca atalantina con Zapata e Ilicic sempre molto attivi nella trequarti avversaria. Al 58’ corner di Gomez, respinge corto Lafont, palla a De Roon che fa partire un tiro da fuori area che si infila sotto la traversa. Atalanta di uovo in vantaggio. Al 64’ Muriel prova dal limite, il suo tiro viene deviato in angolo. Cala la pressione della squadra di Gasperini nella tre quarti avversaria, ne approfitta la Fiorentina che inizia a gestire meglio i palloni a centrocampo. I bergamaschi sono ben organizzati in difesa chiudendo gli spazi ai tiratori viola. Al 74’ ancora un errore di Palomino fa scattare la ripartenza di Muriel: Berisha esce con i piedi anticipando il colombiano. Al 79’ ancora Chiesa protagonista del terzo gol viola: suo l’assist per Muriel che buca col piatto sinistro la rete di Berisha. Di nuovo chiesa pericoloso all’85’: brucia in volata Castagne, ma il suo tiro in area trova la ribattuta di Simeone. Hateboer vicinissimo al gol in pieno recupero: cross dalla sinistra, l’olandese di testa colpisce la traversa. Giacomelli fischia la fine del match. Finisce 3-3. Migliori in campo: chiesa e Ilicic.

(Foto dalla pagina Facebook della Lega Serie A: si ringrazia)

Umberto De Giosa

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App