STORIE DAL PIANETA TERRA

L’UOMO CHE RACCOGLIE I SEGRETI

L_UOMO_CHE_RACCOGLIE_I_SEGRETI.jpg

Avete mai sentito nominare il blog Postsecret? Avete avuto un segreto da confessare a qualcuno, un peso da togliervi dalla coscienza o dal cuore ma non avete trovato una persona che fosse abbastanza di fiducia? Ebbene, esiste chi, negli Stati Uniti, dal 2005 raccoglie segreti, in forma anonima, da tutto il mondo. Stiamo parlando di Frank Warren, un uomo comune con un lavoro comune ed una vita abbastanza normale, che a Parigi è rimasto folgorato dalle cartoline illustrate all’interno del libro “Il piccolo principe”, capolavoro di Antoine de Saint-Exupery. Da allora ha sognato di ricevere confessioni segrete. Lo ha sognato davvero, una notte, dopo aver acquistato il libro, e nella trasfigurazione onirica dei propri desideri ha visualizzato cartoline con frasi misteriose e torbide rivelazioni da parte di sconosciuti. Tornato negli Stati Uniti ha dunque deciso di provarci, mandando annunci, tramite internet, in cui chiedeva se qualcuno avesse voluto inviargli, a mezzo cartoline postali, confessioni anonime. Il suo scopo non era stanare i peccatori, ma riportare in un blog ogni segreto. Frank riceve nella sua cassetta postale i primi messaggi, ed il blog inizia a farsi conoscere.

cms_6431/2.jpgLa gente rivela ma vuole anche sapere, scrutare nelle profondità dell’animo umano, leggere ciò che gli altri celano al prossimo. Dal 2005 al 2015 Postsecret ha pubblicato la maggior parte del materiale ricevuto, circa un milione di cartoncini illustrati dietro a cui erano riportate condivisioni intime di ogni tipo. Il blog, aggiornato ogni domenica, ha totalizzato oltre 700 milioni di visualizzazione, ed inoltre da questa esperienza sono nati alcuni libri di fotografie che hanno riscosso notevole successo. Anche il prestigioso Smithsonian Institute, il più grande complesso museale del mondo, finanziato dagli Stati Uniti, ha allestito nel 2016 una mostra delle cartoline pubblicate dal blog, non dimenticando la perfomance itinerante “Postsecrete Live!”, portata da Frank in giro per gli States.Frank Warren, in diverse interviste, ha sempre dichiarato di non aver minimamente mai immaginato un simile successo, anche se ha confessato di aver sempre intuito che le persone avessero il desiderio di poter urlare, sussurrare, confidare, quanto nascondevano nel proprio intimo, nei recessi della memoria, ma la mancata garanzia di protezione della propria identità impediva loro di farlo. Ovviamente non tutte la cartoline riportano inconfessabili verità, anzi, sembra che vada alla grande il desiderio di “far pipì sotto la doccia”. A volte sono state inviate cartoline in cui venivano rivelati crimini commessi, tanto che nel 2013, sulla scorta di alcuni messaggi precedentemente ricevuti, si è scatenata la caccia ad un cadavere: “ho detto a tutti che mi ha scaricato lei, ma in realtà sono stato io ad aver scaricato il suo corpo qui”, unitamente ad una foto di google maps con una freccia che indicava un luogo.

cms_6431/3.jpg

Fortunatamente non venne trovato nulla, era solo una bravata di un mitomane, ma Frank da quel momento prende molto sul serio qualsiasi comunicazione che possa avere una qualche connotazione particolarmente malata. Anche l’FBI, così come la Polizia o altre istituzioni contattano spesso Frank, cercando dei collegamenti tra messaggi e casi in cui si imbattono. Inoltre la consapevolezza di poter impedire atti estremi come il suicidio ha spinto il blogger ad organizzare una raccolta fondi per salvare il Telefono amico, che rischiava di dover chiudere, arrivando a far confluire 30.000 dollari di donazioni. Ora dunque sapete, avete un buco nell’anima oppure un tarlo nel cuore? Avete chiuso nel baule dei ricordi qualcosa di cui volete liberarvi? Mandate una cartolina a Postsecret, ed il vostro urlo silenzioso troverà una breccia nella rete.

Paolo Varese

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App