TONFO FERRARI, MENTRE VALENTINO ROSSI C’E’

Nelle qualifiche, in Giappone la scuderia di Maranello pasticcia nella scelta dei penumatici e manda Vettel in ottava posizione; mentre nella Moto GP il Dottore arriva secondo a 11 millesimi da Marquez

1538883965TONFO_FERRARI__MENTRE_VALENTINO_ROSSI_C_E_.jpg

FORMULA UNO- Così proprio non può andare! La rincorsa a Lewis Hamilton e al mondiale ha iniziato a eclissarsi già dalle qualifiche del Gran Premio del Giappone. La giornata di ieri si è conclusa nel peggiore dei modi per entrambe le Ferrari: quarta posizione per Kimi Raikkonene solo nono posto, poi diventato ottavo per la penalità a Ocon, per Sebastian Vettel. All’inglese campione in carica e alla Mercedes non rimane che ringraziare, ancora una volta, la scuderia di Maranello per un finale di stagione da ‘regali natalizi’. Al termine dei giri di qualifica delle rosse, c’è stato un rinfacciarsi degli errori commessi tra i box e la pista, mandando su tutte le furie il team manager Maurizio Arrivabeneche parla di “errore grave inaccettabile per una squadra come la nostra. Serve meno intelligenza e un pò più di esperienza e di furbizia in queste cose. Mi prendo le mie responsabilità”. E aggiunge, riferendosi al team dei meccanici: “A volte si è parlato di panico nel box; oggi il panico non c’è stato, è stata una decisione presa con coscienza, e forse questo è peggio. Inutile ora fare processi. Domani c’è la gara da fare, c’è da andare in pista con determinazione e serenità”. Comunque ieri, le condizioni metereologiche non hanno aiutato molto casa Ferrari nella scelta degli pneumatici: “Stava per piovere, pensavamo piovesse di più e invece ha smesso”, dice Vettel.“Poi dopo 6 minuti è tornata la pioggia; fosse arrivata 5 minuti prima sarebbe stata una storia diversa, ora noi saremmo stati eroi con idee geniali, invece sembriamo degli idioti”, conclude.

cms_10443/Foto_1.jpg

GRIGLIA DI PRTENZA

1/a fila:
Hamilton (Mercedes), Bottas (Mercedes)

2/a fila:
Verstappen (Red Bull), Raikkonen (Ferrari)

3/a fila:
Grosjean (Haas), Hartley (Toro Rosso)

4/a fila:
Gasly (Toro Rosso), Ocon (Force India)

5/a fila:
Vettel (Ferrari), Perez (Force India)

cms_10443/Foto_2.jpg

MOTO GP– Nel Gran Premio di Thailandiala sorpresa è Valentino Rossi. Fermo restando la splendida forma del campione in carica MarcMarquezche conquista l’ennesima pole stagionale in sella alla sua Honda, alle sue spalle il pesarese sembra essere rinato arrivandogli dietro con il fiato sul collo. Sono solo 11 i millesimi di secondo che li vedrà separati in prima fila. Anche Andrea Dovizioso, terzo tempo in griglia (139 millesimi il distacco dai primi due), e lì a giocarsi ancora qualche possibilità di ribaltare un risultato nella classifica piloti quasi proibitivo, consapevole di poter contare sulla Desmosedici che nell’ultimo gp ha dimostrato di avere una carta in più da giocare rispetto alla Honda del catalano: “Abbiamo lavorato nella giusta direzione- ha spiegato il pilota - è stata una qualifica molto buona e non è facile fare il giro giusto su piste così corte. Siamo riusciti a migliorare piano piano. La velocità c’è, ma siamo dubbiosi sul consumo delle gomme, faticano tutte. Non so cosa possiamo aspettarci per i 27 giri della gara, ma parto in prima fila ed è molto importante”. Mentre Rossi, riguardo a una prestazione che mancava da molto tempo, la mette sul piano calcistico: “Siamo come l’Inter degli ultimi tempi, ora giochiamo bene. Delle volte ti aspetti tanto, ma non va e altre succede il contrario. E quando parti beneè più facile.

GRIGLIA DI PARTENZA

1/a fila:
Marc Marquez (Spa/Honda) in 1’30"088
Valentino Rossi (Ita/Yamaha) +0.011
Andrea Dovizioso (Ita/Ducati) +0.139

2/a fila:
Maverick Vinales (Spa/Yamaha) +0.240
Cal Crutchlow (Gbr/Honda) +0.268
Andrea Iannone (Ita/Suzuki) +0.331

3/a fila:
Dani Pedrosa (Spa/Honda) +0.370
Johann Zarco (Fra/Yamaha) +0.383
Danilo Petrucci (Ita/Ducati) +0.511

(foto dai sti web ufficiali delle due specialità: si ringrazia)

Umberto De Giosa

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su