Taranto, manifestazione ILVA contro i licenziamenti

Taranto,_manifestazione_ILVA_contro_i_licenziamenti.jpg

L’acquisizione da parte di Am - Investco Italy ( la cordata costituita da Arcelor Mittal Marcegaglia) degli stabilimenti siderurgici di Taranto e Genova , potrebbe determinare il licenziamento del personale in esubero , pari a circa quattromila unità. Contro questa ipotesi drammatica è stato indetto nel capoluogo Jonico, lunedì 9 ottobre, uno sciopero di 24 ore dei lavoratori ILVA e di coloro i quali sono occupati nel settore appalto/indotto.

cms_7413/0.jpg

Queste in sintesi le proposte di Am Investco unitamente a quelle del governo :

- 3311 esuberi ( solo per Taranto)

- Azzeramento degli accordi vigenti

- Licenziamento ed assunzioni con il job act ( la qual cosa determinerebbe l’azzeramento dell’anzianità contributiva)

- Azzeramento degli Istituti contrattuali

- Discriminazione tra i lavoratori

- Nessuna prospettiva per i lavoratori degli appalti.

cms_7413/4.jpg

A nulla quindi sono valse le rassicurazioni del Governo, nella persona del Ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, il quale ha affermato che i lavoratori in esubero saranno impiegati per attività di bonifica dello stabilimento siderurgico.


cms_7413/5.jpg

Lo sciopero continuerà ad oltranza, in attesa di sviluppi derivanti dal tavolo di trattativa tra la proprietà dell’ILVA e i sindacati FIM, FIOM, UILM e USB che tutelano i lavoratori.

Qualora non vi fossero risvolti positivi , saranno programmate ulteriori manifestazioni di protesta, quali cortei, in tutta la città.

Roberto Pedron

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App