UN CAMPIONATO GIA’ SCRITTO CON LA JUVE ORMAI IN FUGA

DIETRO ANCORA IL NAPOLI E A SEGUIRE INTER E LAZIO. DELUDONO, AL GIRO DI BOA, ROMA E MILAN

serie_A_12_1_2019.jpg

Il campionato di serie A, per lunghi anni definito - con un pizzico di esagerazione - il torneo più bello a livello europeo, in realtà si è rivelato nel tempo un semplice esercizio giornalistico. In effetti ciò che differenziava il campionato italiano da quello spagnolo, inglese o tedesco era l’imprevedibilità di pronostici quasi mai scontati. Un campionato dove la prima poteva perdere con l’ultima in classifica e fino alla fine non si sapeva chi avrebbe vinto lo scudetto o partecipato alle competizioni europee o, ancora, chi si sarebbe salvato dalla retrocessione. Insomma, un campionato che, se non bello, sicuramente fra i più interessanti.

Ma da qualche anno si assiste a campionati già scritti in partenza se non, comunque, già in parte definiti al termine del girone di andata.

Anche in questa stagione, infatti, si assiste allo strapotere della Juventus (53 punti) che quasi certamente vincerà anche l’ottavo scudetto consecutivo avendo, al giro di boa, già 9 punti di vantaggio sulla diretta inseguitrice Napoli, l’unica squadra che più di altre in questi ultimi anni si è avvicinata ai bianconeri.

cms_11450/2_icardi_Lega_Serie_A.jpg

A cinque punti dai partenopei c’è l’Inter (39) in piena zona Champions e con un buon margine (+7) di sicurezza sulla Lazio. La società nerazzurra nonostante un mercato attento alle logiche del Fair play finanziario sembra aver intrapreso la strada giusta verso il raggiungimento dell’obiettivo stagionale: la permanenza in zona Champions. Tuttavia tiene banco il rinnovo di capitan Icardi diventato un «caso» dopo le continue uscite di Wanda Nara (agente e moglie di Icardi) e, per ultimo, dello stesso attaccante nerazzurro. Le parti sono ancora lontane, ma già la settimana prossima si potrebbe giungere ad un accordo.

Continuando con il punto sul campionato, sembra più avvincente la lotta per il quarto posto attualmente occupato dalla Lazio (32), una squadra sembrata meno brillante della scorsa stagione e con un vantaggio esiguo sulle altre pretendenti.

cms_11450/3_Higuain_Lega_serie_A.jpg

Immediatamente dopo, infatti, ci sono Milan (31) e Roma (30) rispettivamente al 5° e 6° posto, le quali pur avendo intatte le chances per occupare un posto in zona Champions devono fare i conti con un rendimento altalenante in campionato e con il Fair Play finanziario. Attente al bilancio infatti, le due squadre stanno cercando di risalire la china con operazioni di mercato non sempre all’altezza della situazione. In casa Milan, tra l’altro, desta grande attenzione il caso Higuain. L’attaccante argentino fortemente richiesto da Sarri (Chelsea) sta creando non poche apprensioni tra i tifosi e la società rossonera. L’operazione non è facile in quanto oltre al Milan ci deve essere anche l’ok della Juve (che non è favorevole per un prestito a gennaio), ma i tentennamenti del Pipita hanno provocato una forte reazione da parte della società rossonera che ha chiesto al calciatore una maggiore e tempestiva chiarezza.

Si sono inserite nella lotta Champions, inoltre, anche Sampdoria (29), Atalanta (28), Torino (27) e Fiorentina (26) che se non altro potranno sempre ambire ad un posto in Europa League.

cms_11450/4_Guidolin_Lega_serie_A.jpg

Sta facendo particolarmente bene l’Atalanta che nonostante l’ampio mercato in uscita sta regalando, con il solito Gasperini, un calcio frizzante e redditizio chiudendo, prima della sosta, addirittura con il miglior attacco del campionato.

Poi ci sono, a metà classifica, Parma e Sassuolo (entrambe a 25 punti) che, a meno di risultati imprevedibili e cambi di rotta importanti dovrebbero mantenere tranquillamente la permanenza in serie A visto l’ampio margine di sicurezza (+ 12) dalla terzultima Bologna e, tutt’al più, provare a insidiare i posti relativi all’Europa League.

Diversa, invece, la posizione di Cagliari e Genoa (entrambe a 20 punti), Udinese (18), Spal (17) ed Empoli (16) che dovranno stare molto attente a non farsi risucchiare dalle ultime in graduatoria. Con il Bologna (13), infatti, chiudono la classifica Frosinone (10) e Chievo (8), squadre che dovranno lottare molto duramente per potersi salvare.

(Foto da:Lega di serie A - Si ringrazia)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su