UOMINI E DONNE

PITTI IMMAGINE UOMO 91

PITTI_IMMAGINE_UOMO_91.jpg

Anno nuovo, moda nuova, finalmente si riparte, tra poco ci saranno le varie fashion week della moda che ci sveleranno come ci vestiremo e quali saranno le tendenze da seguire per il prossimo autunno-inverno 2017/2018. Come tutti sanno, quelli che lavorano e scrivono di moda, il primo appuntamento importante è a Firenze per il Pitti uomo (dal 10 al 13 gennaio) per le anticipazioni sulle tendenze della moda maschile di cui mi interesso, ma di cui non ho mai molto amato scrivere, il motivo? Molto semplice, la moda maschile può essere più” noiosa” da raccontare e non ti da molte soddisfazioni nel campo delle tendenze, ma visto che mi sono arrivate tante mail di lettori uomini che mi chiedevano di parlare anche di loro, ho accettato la sfida, almeno per questo articolo, poi si vedrà.

cms_5316/foto_1.jpg

Pitti Immagine, giunto alla 91esima edizione, si tiene nei suggestivi spazi della Fortezza da Basso a Firenze, è l’appuntamento più importante per la moda maschile, una vera e propria fiera di lusso che quest’anno ha avuto come tema: Pitti DanceOff, coniugando la sportswear con la voglia di libertà della danza. Come ha spiegato il vice direttore generale di Pitti Immagine Agostino Poletto la moda e la danza sono da sempre due ambiti simili con l’esigenza di sperimentare nuove vie, uno scambio continuo di nuove idee, nuovi stili tra culture e persone diverse. Il prossimo inverno, ha ribadito Poletto, balleremo e ci vestiremo come vogliamo, come siamo e come piace solo a noi. La moda come la danza è espressione di sé, del proprio modo di vivere, di esprimere i propri stati d’animo ed anche di esibirsi. A portare avanti questo fil rouge quest’anno ci penseranno 1220, tra cui 540 provenienti dall’estero, espositori con le loro creazioni.

cms_5316/foto_2.jpg

L’elemento più importante di questa edizione è una sorta di ritorno al passato, all’artigianalità vero marchio di fabbrica del Made in Italy tanto apprezzato dai buyers stranieri soprattutto russi e cinesi. Lo stilista più atteso della prima giornata è stato l’eclettico Tommy Hilfiger che ci porta in passerella un uomo contemporaneo, in continuo movimento dove lo sportswear è la caratteristica che definisce i millenials. La sfilata è stata una scoperta digitale, a Palazzo Corsini gli ospiti attraverso mega schermi e pareti touchscreen hanno potuto scoprire l’intera collezione maschile e fare shopping on line.

cms_5316/foto_3.jpg

La star della seconda giornata è stato Paul Smith, special guest di Pitti Immagine 91, Ser Paul, come viene chiamato nel mondo della moda, ha voluto lanciare la sua collezione PS by Paul Smith al Pitti Immagine, una linea lanciata nel maggio 2016 caratterizzata dalle stampe e dai colori decisi, accumunata da un elemento imprescindibile per l’uomo moderno: il tessuto tecnico, usato anche per gli outfit più formali. Fa indossare i suoi capi a street dancer a dimostrazione che sono gli abiti che devono adattarsi a noi e non viceversa. Abiti che non si stropicciano e tessuti tecno impermeabili che non si lasciano impressionare da un temporale improvviso.

cms_5316/foto_4.jpg

Importante anche la presenza di Ermenegildo Zegna che presenta la sua seconda linea: Z Zegna, per prima volta disegnata da Alessandro Sartori. Una collezione che si ispira al mondo sportivo dei fine anni settanta, dove lo stilista ha sapientemente coniugato l’activewear con l’alta esperienza sartoriale. Delle bellissime sneakers di tessuto tecnico e super leggere completano la collezione.

cms_5316/foto_5.jpg

Lo stilista Stefano Ricci incanta con la sua collezione fatta di eleganza e classe che non hanno tempo, la sua passerella incanta gli invitato. Nella bellissima Sala Bianca di Firenze è protagonista una passerella di ben diciotto metri contornata da undicimila rose bianche il tutto illuminato da meravigliosi lampadari in vetro di Boemia. Fiore all’occhiello del brand, che festeggia quarantacinque anni di attività, è il Made in Italy al cento per cento, come ci tiene a sottolineare il designer, ritornano in passerella i suoi colori preferiti, sinonimo di classe ed eleganza: pacific blue, midnight blue, grey e nero, senza dimenticare l’amaranto per gli outfit più casual. Modello d’eccezione è stato il cantante Andrea Bocelli che ha sfilato accompagnato dai due figli. Ma è per le grandi occasioni che lo stilista dà il meglio di sé, le sue creazioni sono uniche e lussuose. Si spazia da smoking in pura seta ai cappotti con colli di pelliccia, dai gemelli di brillanti ai bottoni in oro. Stefano Ricci porta in passerella un moderno dandy attentissimo ai dettagli.

cms_5316/foto_6.jpg

Un giovane stilista da tenere d’occhio è certamente Lucio Vanotti, selezionato da re Giorgio per sfilare nell’Armani teatro, ha vinto numerosi premi e sta suscitando grande attenzione fra gli addetti ai lavori che non gli hanno risparmiato grandi plausi al termine della sua sfilata. Il suo stile è architettonico, dalle linee pulite e colori minimal, interpretato con tessuti classici come il gessato e la lana cotta. Il suo uomo ama il comfort quasi casalingo visto che ama indossare anche per uscire pantaloni comodi con elastico in vita quasi fossero un pigiama e vestaglia. Il mood pigiama style ha colpito anche il genere maschile.

cms_5316/foto_7.jpg

Il ritorno del marchio Piquadro, dopo anni di assenza, al Pitti uomo 91 è all’insegna dell’innovazione presentando la linea Coleos Bagmotic. Nascono così smart zaini e smart trolley sempre connessi, grazie all’app Connequ, al proprio smartphone, permettono di ricaricare i propri dispositivi tecnologici grazie al semplice contatto, di geolocalizzare il bagaglio e ricevere sul proprio telefono un avviso in caso di furto o smarrimento. Inoltre è possibile poter accendere delle luci al led, dal nostro telefono, per localizzare il nostro bagaglio anche al buoi. Per viaggiatori 3.0

cms_5316/foto_8.jpg

Per Bruno Cucinelli le sue giacche di velluto a coste larghe si indossano rigorosamente con il lupetto di cachemire, anche per gli abiti vale la stessa filosofia. Per lo stilista nella moda, come nella vita si sente il bisogno di avere una sobrietà chic e bisogna ammettere che la sua collezione autunno-inverno rispecchia fedelmente questo nuovo sentire. La giacca è il pezzo fondamentale per il guardaroba maschile: parti da una bella giacca e a seconda dell’occasione ci abbini il giusto pantalone, ha affermato lo stilista. Questa collezione sarà perfetta per l’uomo che vuole un guardaroba lento e durevole nel tempo anche nei colori, ecco perché è un trionfo dei cammelli, dei bleu e di molto marrone, per una ventata di colore ci pensano i maglioni con i loro rossi, arancio, giallo, ma sempre con moderazione attenuati da tonalità pastello. L’uomo Cucinelli è un uomo che non rincorre le mode, a cui non interessa essere trendy, ma vuol essere un dandy metropolitano.

cms_5316/foto_9.jpg

Novità assoluta di questa edizione è stata la presentazione di una sezione beauty dedicata alla cosmesi maschile, HI BEAUTY, posta all’interno del Padiglione centrale della Fortezza da Basso, proporrà ai visitatori profumi di lusso, ma anche cosmetici maschili e boby care. Ormai il pubblico maschile è sempre più attento alla cura di sé e dell’ambiente che lo circonda…quando si dice che la vanità è femmina!

Cala il sipario 91esima edizione di Pitti Uomo lasciandoci alcune certezze sull’uomo che verrà: il suo alleato più fedele per il prossimo inverno sarà il maglione, che ha praticamente spopolato in tutte le sfilate, che sarà sempre più colorato, per i più audaci bicolor e con applicazioni. Anche i pantaloni perderanno la loro aria austera per essere sempre più sporty, ma chic, il vero protagonista sarà certamente il denim. Per gli uomini che amano il vero lusso nasce il jeans sartoriale, due aziende, apparentemente diversissime, Roy Roger’s (azienda storica del denim) e Liverano & Liverano (azienda di grande tradizione sartoriale), creano il primo jeans sartoriale made in Florence, una capsule collection, con dettagli e cuciture fatte a mano. Il capospalla per eccezione: il cappotto sarà sempre sulla cresta dell’onda declinato in tessuti classici come il tartan, per gli uomini più eleganti, il brand Paltò, ha proposto il cappotto “Marcello”, che trae ispirazione dai cappotti indossati dall’attore Marcello Mastroianni nei suoi film. Ma il trend alert sarà il grande ritorno del giaccone pesante, per i più giovani resisterà il bomber. Potrà concedersi calzini coloratissimi o con stampe ironiche anche sotto gli abiti più austeri, seguirà le orme lasciate quest’inverno dal gentil sesso (noi arriviamo sempre prima, anche nelle tendenze moda!) calzando scarponcini da montagna, scarpe più da scalata che da gran soirée, dalla suola carrarmato.

La chiusura è tutta per voi care donne, vi lascio con altri consigli per gli acquisti in tempi di saldi che acquisterete oggi, si spera scontati, ma che indosserete per tutta la prossima primavera.

cms_5316/foto_10.jpg

Maxi maniche e maniche extra long: le maniche, come già quest’inverno, saranno le protagoniste assolute della prossima primavera, dotate di volumi importanti e lunghezze esagerate, sino a far scomparire, e non è un eufemismo, le vostre mani. Quindi se il trend vi tenta acquistate qualcosa ai saldi per indossarla oggi sino a estate inoltrata.

cms_5316/foto_11.jpg

Giacca militare: ebbene si, se non ne avete ancora una nell’armadio, dopo i miei ripetuti appelli, questo è il momento giusto per acquistarla, perché se avevate il dubbio, ma una vera fashion addicted non si pone mai questi problemi, che fosse una moda passeggera vi sbagliavate di grosso, loro saranno ancora sulla scena per tutta la prossima stagione.

cms_5316/foto_12.jpg

Giallo: se quest’inverno non lo avete visto far capolino da molte vetrine, anche se era uno dei colori Pantone, per la prossima estate sarà un must have...allora che giallo sia, dalla testa ai piedi!

T. Velvet

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App