Traduci

68 MILIONI DI STERLINE PER “JAMES BOND”

Chissà cosa ha pensato Gary Barber, CEO della Metro Goldwin Mayer, quando si è visto rifiutare l’offerta di sessantotto milioni di sterline dall’attore Daniel Craig per interpretare “James Bond” nei prossimi due capitoli della saga cinematografica. E’ andata proprio così, circa 88 milioni di euro, è la somma di denaro che gli Studios hollywoodiani gli hanno “profumatamente” (pecunia non olet) messo sotto il naso del 48enne attore inglese per fargli rivestire i panni dell’agente segreto più famoso della letteratura spionistica e del cinema. E lui, con il fare che contraddistingue un vero gentleman anglosassone, ha garbatamente rifiutato confermando quanto già dichiarato al termine delle riprese di “Spectre”: “Basta con 007, piuttosto rompo un bicchiere e mi taglio le vene”.

Queste parole denotano un certo sfinimento da parte di Daniel Craig nel continuare a sostenere il ruolo di macho misogino e sessista, e a tal proposito aggiunge: “James è un uomo solo. Si porta a letto queste belle donne, ma poi loro lo lasciano. Una grande tristezza, e un uomo che invecchia non è un bel vedere”. Nel frattempo, e in attesa di un insperabile ripensamento vista la cifra di denaro rifiutata, la MGM ha già dato il via alle ricerche del prossimo sostituto di Craig, pescando, come da tradizione, da un bacino di attori britannici.

cms_3956/foto_2.jpg

E da qualche giorno, i nomi che circolano sul web sono: Tom Hiddleston (noto per aver interpretato il cattivo Loki nei film della Marvel) e Daniel Day Lewis (tre volte premio Oscar come migliore attore protagonista). In tutta sincerità non so chi tra i due scegliere. Entrambi sono dotati di fascino e sorriso disarmante; anche se Lewis, rispetto a Hiddleston, può vantare una maggiore esperienza sui set cinematografici e in film con copioni di maggiore spessore recitativo. Oltre a questi due attori, si è pensato di assegnare, addirittura, il ruolo “dell’agente segreto con licenza di uccidere” anche all’attore inglese di origini africane, Idris Elba. Sinceramente su quest’ultima scelta mi sento di portare una critica che non ha nessun retaggio di natura antirazziale: Elba, fermo restando la sua indiscutibile bravura, non riesco a immaginarlo nei panni di un personaggio creato da Ian Fleming per un uomo caucasico.

cms_3956/foto_3.jpg

Intanto i bookmaker inglesi, nella “lotteria” del prossimo attore-Bond, danno per vincente il 35enne Hiddleston, smettendo di prendere puntate dopo la notizia di un suo incontro con Sam Mendes, regista degli ultimi episodi di “007”. In tal caso, il giovane attore londinese diventerebbe il settimo a mettere quello smoking che altri, prima di lui, hanno indossato per Sua Maestà la Regina d’Inghilterra e per gli appassionati della saga. Non manca molto all’inizio delle riprese del prossimo film. La sceneggiatura, secondo alcune indiscrezioni, esiste già. E gli sponsor incalzano. Non resta che attendere ancora un po’ per vedere quali saranno le labbra che pronunceranno la fatidica frase: “Il mio nome è Bond, James Bond”!

Data:

20 Maggio 2016