Traduci

A Bologna la prima Conferenza Nazionale delle “Città Verdi”

Lo scorso 25 settembre si è tenuta a Bologna la prima Conferenza Nazionale delle Green City: un interessante momento di confronto sulla riconversione green delle città italiane, che ha visto tra gli organizzatori la Green City Network, la Fondazione per lo sviluppo sostenibile e le regioni Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia.

Come aiutare l’Italia ad incamminarsi verso la stagione della green economy? Da dove partire? Queste le domande con cui si è aperto il dibattito. Certamente, il punto di partenza è da ricercarsi nelle città, che rappresentano le aree più densamente abitate e, allo stesso tempo, gli spazi dove persistono i più rilevanti problemi ambientali. Durante la conferenza sono state pertanto predisposte le 15 regole per la riconversione ambientale delle città italiane. Queste linee guida stanno riscuotendo crescenti adesioni da Nord a Sud, nelle cosiddette “Città Verdi”; tra le più grandi figurano Roma, Milano, Firenze, Bologna, Napoli e Palermo. Ecco le 15 mosse per una riconversione green in vista di uno sviluppo sostenibile che possa conciliare tutela ambientale e sviluppo economico.

cms_10397/2.jpg

1) Puntare sulla qualità urbanistica e architettonica.

2) Garantire un’adeguata dotazione di infrastrutture verdi.

3) Assicurare una buona qualità dell’aria.

4) Rendere più sostenibile la mobilità urbana.

5) Puntare sulla rigenerazione urbana.

6) Estendere la riqualificazione, il recupero e la manutenzione del patrimonio edilizio esistente.

7) Sviluppare la prevenzione e il riciclo dei rifiuti.

8) Gestire l’acqua come risorsa strategica.

9) Abbattere le emissioni di gas serra.

10) Ridurre i consumi di energia.

11) Sviluppare la produzione e l’uso di energia da fonti rinnovabili.

12) Adottare misure per l’adattamento al cambiamento climatico.

13) Promuovere l’eco-innovazione.

14) Sviluppare la green economy.

15) Migliorare la governance.

cms_10397/3.jpg
“Puntare sulle green city, oggi più che mai, è la scelta decisiva – dichiara il presidente della Fondazione Sviluppo Sostenibile, Edo Ronchi – non solo per il benessere dei cittadini, ma per avere città in grado di attrarre e mantenere attività economiche, investimenti, ricerca e per generare nuova e buona occupazione, in particolare per i giovani”. Un’interessante conferenza, ricca di spunti critici per l’attuale situazione di stallo in cui versa l’Italia sul lato della riconversione energetica. Da più parti si è espressa la volontà di ripartire verso una stagione virtuosa, che possa vedere nell’ambiente un importante volano di sviluppo per far crescere le imprese green e creare opportunità occupazionali, specialmente per i molti giovani italiani in cerca di lavoro.

Data:

1 Ottobre 2018