Traduci

“A Fillon 46mila euro per l’incontro tra Putin e numero uno Total”

cms_5830/Francois_Fillon_afp.jpgAncora nuove rivelazioni imbarazzanti per Francois Fillon. Secondo quanto ha scritto il settimanale satirico ’Le Canard Enchaîné’, in edicola domani, l’attuale candidato del centro destra alle presidenziali francesi nel 2015 avrebbe preso 46mila euro per organizzare incontri tra un miliardario libanese, il presidente russo Vladimir Putin e l’Ad di Total Patrick Pouyanet.

Il giornale rivela – anticipano oggi i media francesi – che a partire dal 2015 la società di consulente dell’ex primo ministro, la 2F, ha stretto un accordo con la Future Pipe Industries, di proprietà del miliardario libanese Fouad Makhzoumi, per l’organizzazione di questi incontri. I due incontri poi ebbero luogo in occasione del Forum economico internazionale, scrive ancora Canard precisando che la società di Fillon ha fatturato 50mila dollari per questa consulenza.

I procuratori che stanno indagando sulla vicenda dell’impiego fittizio alla moglie di Francois Fillon, rivela il sito Le Monde, hanno aperto un nuovo fascicolo di indagine per “truffa aggravata e falso“. Questa decisione, precisano, che risale al 16 marzo scorso, è stata presa del ritrovamento di nuovi documenti durante la seconda perquisizione negli uffici dell’Assemblea Nazionale, dopo quella del 31 gennaio scorso ordinata dai giudici dell’inchiesta preliminare. La scorsa settimana è stato annunciato che il candidato all’Eliseo è formalmente indagato per appropriazione indebita.

cms_5830/ivanka_trump_afp.jpgNon ha alcun ruolo ufficiale e non figura sul libro del governo, ma Ivanka Trump, la figlia maggiore del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, avrà un ufficio nella West Wing della Casa Bianca. Lo rivela a ’Politico’ Jamie Gorelick, l’avvocato della ’first daughter’, spiegando che Ivanka avrà accesso alle informazioni classificate, avrà un telefono governativo e rispetterà le stesse regole che si applicano ai consiglieri della Casa Bianca.

Riconosciuto la natura insolita del suo ruolo, la 35enne in una nota ha spiegato che “continuerò ad offrire a mio padre i miei candidi consigli e suggerimenti come ho fatto per tutta la mia vita. Poiché non c’è alcun precedente relativo al figlio adulto di un presidente, seguirò volontariamente tutte le regole etiche che valgono per i dipendenti governativi”.

Dal giuramento del padre, lo scorso 20 gennaio, Ivanka Trump è stata vista più volte nella ’West Wing’, centro nevralgico del potere americano. Venerdì scorso ha anche partecipato a una tavola rotonda con la cancelliera tedesca Angela Merkel.

Il marito di Ivanka Trump, l’immobiliarista Jared Kushner, è uno dei più stretti consiglieri di Donald Trump e, come tale, ha prestato giuramento alla Casa Bianca. L’influente ruolo della giovane coppia solleva molte domande su possibili conflitti di interesse, alimentando un dibattito più ampio sulla mancanza di confini netti tra l’azienda della famiglia Trump e le funzioni politiche dei suoi vari membri.

Autore:

Data:

22 Marzo 2017