Traduci

A UDINE, BUONA ITALIA, MA E’ SOLO PARI (1-1)

Fermo il campionato di serie A, allo stadio “Friuli – Dacia Arena” di Udine (blindato, per l’occasione, dopo i terribili attentati in Belgio), una buona Italia pareggia per 1-1 contro la Spagna nella prima delle due amichevoli ravvicinate (la seconda si giocherà martedi 29 marzo, in Germania), organizzate dalla Federazione Italiana in vista dei prossimi campionati europei di calcio. Amichevoli di tutto rispetto per gli azzurri, con due, delle nazionali più forti di questi ultimi anni, che consentono al CT azzurro, Antonio Conte, di ultimare la fase di preparazione, verificare lo stato di salute degli atleti e sperimentare nuove proposte tattiche, come il 3-4-3.

cms_3636/Italia_2_.jpg

Così, l’Italia, reduce da una sconfitta ed un pareggio, rispettivamente contro Belgio (3-1) e Romania (2-2), riparte da Buffon, Darmian, Bonucci, Astori, Florenzi, Thiago Motta, Parolo, Giaccherini, Candreva, Pellè, Eder e sfodera una buona prestazione che dà grande fiducia in vista di EURO 2016. Sin dalle prime battute, infatti, gli azzurri, ben messi in campo, dimostrano di essere più ordinati e grintosi (come piace al tecnico), attaccano bene gli spazi e giocano un macth con grande intensità e personalità fino alla fine della gara. Diversi gli azzurri che si sono resi pericolosi: Giaccherini, Candreva, Bonucci, Florenzi e Insigne che realizza anche la rete del momentaneo vantaggio. Solo all’inizio di ripresa, gli undici di Del Bosque, alzano il ritmo e attaccano con maggiore frequenza, senza tuttavia creare seri pericoli a Buffon. Tuttavia arriva il pareggio spagnolo (da annullare per netto fuorigioco di Morata) con Aduriz qualche minuto dopo. Ottimo l’impatto di Insigne (subentrato a Eder) che si è reso protagonista di diverse conclusioni pericolose, sventate dal portiere spagnolo De Gea (il migliore tra gli ospiti), ma buona la prestazione di tutti gli azzurri, che hanno interpretato nel migliore dei modi questa amichevole riscattando le ultime opache prestazioni.

cms_3636/CONTE.jpg

Sono contento per il lavoro svolto dai ragazzi – ha dichiarato il tecnico della nazionale italiana, Antonio Conte, ai microfoni di Rai 1 – ma anche per l’atteggiamento e la prestazione contro una grande squadra. Ho avuto le risposte che cercavo in una partita che serve, anche, a fare esperienze. Un buon pareggio, ma a me dispiace perché voglio vincere. Ora continuiamo a lavorare. Gli Europei? Questo è un ottimo gruppo e all’Europeo saremo una squadra vera e faremo del nostro meglio sotto tutti i punti di vista. Non so dove arriveremo, ma so che dobbiamo andare lì per giocarci tutte le partite e uscire con la maglia sudata e senza rimpianti”.

.

Autore:

Data:

26 Marzo 2016