Traduci

AL SAN NICOLA, IL BARI SOFFRE, MA VINCE CON UNA PERLA DI SABELLI.

Una prodezza del difensore biancorosso, Sabelli, regala, al Bari, 3 punti preziosi ed una vittoria che ha un peso specifico importante, non solo per come è stato conseguita, ma anche perché, giunta in un momento chiave della stagione, alla vigilia del match contro la corazzata Cagliari. Così, al San Nicola, davanti a circa 18.000 spettatori, dopo l’inaspettato scivolone di Modena, il Bari riprende la sua marcia verso le zone alte della classifica, battendo, di misura, il Perugia per 1-0. Una vittoria difficile e sofferta fino alla fine, contro una buona squadra che ha aggredito i biancorossi sin dal primo minuto di gioco, cercando di limitarne le folate offensive. Proprio per questo, si è trattato di una vittoria ancora più bella ed importante che consente, al Bari, di portarsi a – 5 dal Crotone (40), a -2 dal Cagliari (37) e, allo stesso tempo, di consolidare la terza posizione (35). Tre punti conquistati con il cuore e con la mente, dove il Bari ha cercato di fare la partita, ma senza sbilanciarsi, con la voglia e l’impeto dei 3 punti ma, allo stesso tempo con la pazienza dei grandi, attestata, tra l’altro, da un giro-palla volutamente lento. Una partita terribilmente complicata, anche, per la contemporanea assenza di Valiani (volato a Pistoia perché diventato papà durante la notte) e di Rosina (indisponibileper una botta rimediata e non smaltita a Modena), due calciatori che hanno maggiormente impressionato dall’inizio del campionato, per la qualità e la capacità di corsa e di inventare giocate fatali per gli avversari. Ma, anche il Perugia di Bisoli, è sceso a Bari in emergenza, con l’organico ridimensionato a causa dei tanti infortuni. Ne è venuta fuori una partita tattica ed equilibrata, tra due squadre che, temendosi, hanno badato principalmente, a non prenderle. Tanto vero che, a parte la rete biancorossa, i portieri hanno fatto solo attività di ordinaria amministrazione. In verità, Nicola ha tentato di cambiare l’inerzia della gara inserendo, nel secondo tempo, un attaccante, Boateng, al posto di un centrocampista, Di Noia, cambiando, ovviamente, l’assetto tattico della squadra e passando ad un 4-2-3-1. Qualche minuto dopo, arriva la straordinaria rete di Sabelli, che, al 67’, trafigge dalla distanza, l’incolpevole Rosati. Gli umbri, provano a reagire, ma il risultato non cambia. C’è solo il tempo per reclamare, a fine gara, per un gol annullato ad Ardemagni ed un mancato rigore su Belmonte.

cms_3122/Bisoli_2_(2).jpg

Sono stufo di perdere le partite per gli errori arbitrali – tuonail tecnico del Perugia, Pierpaolo Bisoli– e questa, è l’ennesima partita che ci danneggiano. Ora basta, vogliamo rispetto. E’ il 4° gol regolare che ci annullano e che ci sono costati 5-6 punti. Sulla gara, avevo detto ai miei ragazzi di aggredire il Bari e di non farli giocare. Eravamo in emergenza, eppure abbiamo tenuto testa ad un Bari favorito per la vittoria nel campionato. Una partita sbloccata da una prodezza di Sabelli, peraltro, bella da vedere”.

cms_3122/Nicola_3.jpg

Pronta la replica del tecnico del Bari, nel post partita – “Si poteva anche pareggiare – ha dichiarato, con grande onestà, Davide Nicola – anche se, il dominio in campo, è stato del Bari e non degli avversari, come ho sentito dire”. Poi, continua – “Mi infastidiscono le continue recriminazioni degli avversari sugli episodi arbitrali. La partita? Il Perugia è una buona squadra, dotata di giocatori di qualità, che lotterà per i play-off. E’ una squadra ostica, ben messa in campo e che ha fatto la sua partita. Sono contento per l’atteggiamento di grande umiltà avuto dai miei giocatori. Questo è l’atteggiamento che serve per andare lontano. Non vorrei parlare dei singoli perchè tutti hanno dato il loro contributo, anche quelli che non stanno giocando con continuità. La classifica? E’ presto guardarla a questo punto del campionato”.

Per il Bari è la settima vittoria casalinga su dieci gare disputate e 3 pareggi. Al San Nicola, infatti, i biancorossi sono ancora imbattuti in questo campionato. Per il Perugia, invece, è la sesta sconfitta stagionale (quinta in trasferta sulle 9 gare fin qui disputate).

(L’International Web Post ringrazia il collega Tommaso Di Lernia per la concessione alla pubblicazione del materiale fotografico)

Autore:

Data:

13 Dicembre 2015