Traduci

AL “SAN NICOLA” IL BARI TORNA ALLA VITTORIA (1-0) MA RESTA SESTO

Con una prestazione convincente il Bari batte in casa l’Entella per 1-0 e torna al successo dopo quattro pareggi consecutivi. L’ultima vittoria dei biancorossi risale, infatti, alla gara di Avellino del 2 aprile u.s., quando si impose per 2-1, mentre per ritrovare l’ultima vittoria al San Nicola bisogna ritornare alla gara contro il Brescia (3-0) del 24 marzo. Si tratta della terza vittoria in undici gare, un cammino sicuramente positivo in cui il Bari ha perso una sola volta e ottenuto ben sette pareggi (alcuni dei quali, subiti in zona Cesarini). Una vittoria preziosa non meno importante di altre anche se ottenuta contro l’Entella, una squadra che non sta vivendo un buon momento di forma. Al di là dell’ultima vittoria (in rimonta) ottenuta prima di incontrare il Bari, infatti, la squadra ligure aveva conquistato nelle cinque gare precedenti appena due punti con tre sconfitte e due pareggi. Inoltre da ricordare che l’Entella è una delle squadre che ha subito il maggior numero di sconfitte (16): ha fatto peggio, infatti, solo l’Ascoli (18), il Novara e la Pro Vercelli (17).

LA PARTITAFabio Grosso con il 4-3-3 schiera: Micai; Sabelli (81’, Empereur), Gyomber, Marrone, Balkovec; Henderson, Basha, Iocolano; Galano (68’, Floro Flores), Cissè e Improta (89’, Anderson).

Alfredo Aglietti, invece, con il 3-5-2 risponde con: Jacobucci, Benedetti (56’, Gatto), Ceccarelli, Pellizzer; Belli, Ardizzone (75’, Icardi), Troiano (69’, Nizzetto), Crimi, Aliji; La Mantia e Aramu.

Buon primo tempo del Bari sembrato più determinato e reattivo rispetto alle ultime uscite. Con un atteggiamento offensivo ferma sul nascere le azioni dei liguri impostando un pressing alto e un buon ritmo di gioco. Così, guadagna campo e in un minuto si rende subito pericoloso conun gran destro di Sabelli (6’), finito di pochissimo fuori, e un colpo di testa di Improta (7’) che sfiora il palo alla sinistra di Jacobucci. L’Entella non sta a guardare e con Benedetti (12’) sfiora il vantaggio. Ma Micai si distende e salva la sua porta.

cms_9067/2_Balkovec_fcbari1908.jpgIl Bari riprende a giocare e Balkovec (20’) con un eurogol porta in vantaggio i biancorossi. Il terzino tira un missile dalla distanza che si insacca nell’angolino più alto della porta difesa da Jacobucci. I liguri però reagiscono e La Mantia (23’), agevolato dall’errore di Gyomber, per poco non trova il pareggio. Sul fronte opposto ci prova Henderson (26’) che costringe il portiere ad una deviazione. Negli ultimi venti minuti il Bari rallenta la manovra, ma l’Entella non ne approfitta. Nella ripresa i ritmi si abbassano e si fa più fatica a costruire azioni da rete da una parte e dall’altra. Il primo tiro è di La Mantia (65’), ma Micai para facilmente. Il Bari risponde con Floro Flores (75’ e 76’), ma Jacobucci evita il raddoppio con due poderosi interventi. Il Bari aspetta i liguri e riparte velocemente, ma sbaglia quasi sempre l’ultimo passaggio e spreca occasioni potenzialmente pericolose. L’Entella, dal canto suo, non ne approfitta e così, il tempo passa e arriva il triplice fischio finale.

ANALISI E COMMENTI

Il Bari, dunque, doveva vincere e ha vinto. Dopo aver mancato la vittoria in diverse occasioni era fondamentale conquistare l’intera posta in palio, tre punti determinanti nella volata verso i play-off, soprattutto alla vigilia di tre scontri diretti di un certo peso come Palermo e Parma in trasferta e, nel mezzo, Perugia in casa. Certo, le partite vanno giocate, ma è indubbio che si tratti di un cammino in salita. Ecco perché, questa vittoria, a prescindere dall’avversario, ha un peso specifico elevato. L’Entella, in effetti, è una squadra dai valori tecnici decisamente inferiori al Bari (la classifica lo dimostra), ma ciò non sminuisce il valore di questo successo perché in questo campionato, in più di un’occasione, tanti pronostici scontati alla vigilia (e non solo per il Bari) sono stati poi puntualmente smentiti dai fatti.

Tornando alla gara, invece, il Bari ha ampiamente meritato questa vittoria e non ha sofferto più di tanto. Ha giocato con la giusta cattiveria agonistica creando sin da subito i presupposti per una vittoria.

cms_9067/3.jpg

Sono contento della prestazione dei ragazzi – ha esordito il tecnico del Bari, Fabio Grosso ai microfoni di Sky – che sono stati subito aggressivi e determinati.

Dopo essere partiti bene abbiamo rallentato nel finale di tempo. Nella ripresa potevamo sfruttare meglio le ripartenze soprattutto negli ultimi sedici metri dove siamo stati carenti nell’ultimo passaggio. Ad ogni modo volevamo a tutti i costi questa vittoria per noi troppo importante. Abbiamo lasciato diversi punti e qualche risultato ci è scappato; questo ci ha un po’ condizionati, ma ne abbiamo fatti 60 e non sono pochi. Possiamo crescere ancora tanto e non dobbiamo accontentarci. Balkovec? Ha fatto un gol pesantissimo. Sono contento per lui e per la squadra”.

In effetti lo sloveno, al suo primo gol in Italia, è stato determinante per aver regalato tre punti con una fucilata da fuori area. Ma bene anche Cissè, sempre nel vivo della manovra e pronto a dettare i tempi di gioco e Floro Flores che conferma il suo buon momento di forma. Entra con il giusto approccio, aiuta i suoi compagni di reparto e crea qualche grattacapo alla difesa avversaria. Buona la fase difensiva dei biancorossi che hanno concesso poco agli avversari. Meno bene, invece, gli esterni e Henderson meno brillante rispetto alle ultime gare. Galano in evidente fase involutiva non riesce ad imprimere alla gara il suo grande talento. A livello di squadra, invece, si poteva fare meglio sotto l’aspetto della velocità e della gestione della palla nella seconda parte del primo tempo. Meglio in avvio di gara e nella ripresa dove attacca bene gli spazi, trova i tempi giusti e legge bene alcune situazioni di gioco, anche se manca in fase di conclusione. Intanto con questi tre punti il Bari (60), raggiunge il Venezia (60) e guadagna due punti sul Palermo (63) terzo in classifica. Ma non ci sarà tempo per rifiatare perché già lunedi prossimo il Bari sarà impegnato proprio contro la squadra rosanero in uno scontro diretto ad alto quoziente di difficoltà.

(Foto di Balkovec da: fcbari1908.com – Si ringrazia)

Autore:

Data:

28 Aprile 2018