Traduci

ALLA SCOPERTA DI NANKANG FURNITURE ASSOCIATION – Tavola rotonda Italia-Cina

Nel pomeriggio della giornata inaugurativa, l’attenzione si è spostata a Palazzo Turati dove ha avuto luogo la tavola rotonda organizzata da Economy Group, dal tema: “Rafforzare e consolidare i rapporti tra Cina ed Europa”.

L’obiettivo: promuovere una cultura del progetto consapevole e avviare un percorso di collaborazione, sancito concretamente dalla cerimonia della firma di MOU tra:

  • Provincia di Jiangxi e Regione Puglia, gemellaggio tra regioni 
  • Sinoitalian Industrial Park, He Shanjin e Associazione per Amicizia con il popolo cinese
  • Valore Impresa e Nankang Furniture Association, Presidente Gianni Cicero e Luo Hailong 

I partecipanti alla tavola rotonda – photo by Chiara Galliano

Ha introdotto l’evento il Console generale della Repubblica popolare cinese a Milano, Liu Kan e il Presidente di Italy China Council Foundation, Mario Boselli.

A seguire Giuliano Noci, Professore ordinario di Strategia e Marketing del Politecnico di Milano.

In seguito sono intervenuti il Vice Segretario del Comitato della provincia di Jiangxi e Segretario del Comitato municipale di Ganzhou, Wu Zhongqiong e il Membro permanente del Comitato municipale di Ganzhou, Segretario del Comitato del distretto di Nankang, He Shanjin. 

Moderatore della tavola rotonda: Sergio Luciano, direttore di Economy Magazine.

Hanno preso la parola:

  • Massimo D’Ambrosio, RSM China Desk, RSM S.p.A.
  • Antonio La Lumia, Presidente dell’Ordine degli Avvocati della Lombardia 
  • Gianni Cicero, Presidente di Valore Impresa 
  • Rappresentante regione Puglia: assessore Gianni Stea
  • Michele Lomurno, Ceo Filosofà
  • l’imprenditore Alessandro Civati, CEO e founder di Lutinx, piattaforma di servizi in blockchain
  • Paolo Bazzoni, Presidente della Camera di Commercio Italia-Cina
  • Rappresentante di ALTIS, Graduate School of Sustainable Management, Università Cattolica di Milano 
  • Rappresentante di Azimut Group: Daniel Popa

da sinistra a destra: il Segretario del Comitato del distretto di Nankang He Shanjin, il Presidente di Italy China Council Foundation Mario Boselli, il Segretario del Comitato municipale di Ganzhou, Wu Zhongqiong e il Console generale della Repubblica popolare cinese a Milano, Liu Kan (photo by Chiara Galliano)

International Web Post ha colto l’occasione di proseguire l’intervista al designer Luo Hailong, nella sua veste di Presidente dell’Associazione del mobile di Nankang.

  • Quali sono i vantaggi unici di Nankang Furniture?

“Nankang è la capitale del legno massiccio, dei mobili e dell’arredamento per la casa. Per oltre trent’anni, l’industria del mobile di Nankang ha aderito allo sviluppo di cluster, diventando la catena industriale più completa e competitiva in Cina. Nankang Furniture offre quattro vantaggi unici: in primo luogo, il miglior ambiente commerciale nel settore del mobile cinese. In secondo luogo, ha una solida base industriale: Nankang è la più grande base di produzione di mobili con le sue 12.000 fabbriche nella regione. In terzo luogo, dispone di una solida piattaforma operativa, tra cui un porto internazionale. Infine, Nankang Furniture si vanta di una vivace atmosfera imprenditoriale.”

  • In quali aspetti Nankang e l’Italia hanno raggiunto una cooperazione? Quali, invece, verranno rafforzati in futuro?

“Nell’ultimo anno circa, Irene Pivetti, presidente dell’Associazione italiana per l’amicizia con la Cina, ha condotto note aziende e associazioni italiane a Nankang per concretizzare la conoscenza e lo scambio vicendevole, finalizzato alla volontà di una cooperazione tra Italia e Cina.

Abbiamo condotto un approfondito collegamento con i vertici dell’Associazione di Amicizia Italia-Cina, della sede centrale di certificazione forestale FSC, del Politecnico di Milano e del China Exhibition Center di Milano.”

Allo stato attuale, Nankang è gemellata con Altamura, che ha visto nascere la collaborazione con Filosofà, la prima azienda italiana produttrice di divani e imbottiti che ha creduto in questa cooperazione.

Il designer e Presidente dell’Associazione del mobile di Nankang, Luo Hailong (foto di archivio)

Inoltre – prosegue Luo Hailong – “l’Associazione del Mobile del Distretto di Nankang ha firmato un accordo di cooperazione con l’Associazione Nazionale delle Imprese Italiane. Allo stesso tempo, Nankang e l’Italia hanno fatto progressi nella costruzione congiunta del progetto del Parco Industriale Sino-italiano. Il 2024 segna il 20º anniversario dell’istituzione del partenariato strategico globale Cina-Italia. Sulla base delle relazioni amichevoli tra i due Paesi, promuoveremo ulteriormente l’industria del mobile di Nankang per approfondire la cooperazione con l’Italia nel commercio, nel design, nella tecnologia e nel talento. A partire da quest’anno, l’Associazione si concentra sul miglioramento dell’influenza e della visibilità internazionale del marchio Nankang Furniture, accelerando il processo di internazionalizzazione del Brand per conquistare quote di mercato globali. Tutto questo anche partecipando ad importanti fiere internazionali come il Fuorisalone a Milano, ma anche in altri Paesi. Contemporaneamente la Nankang Furniture Association istituirà i suoi uffici nei vari Paesi esteri per costruire un ponte con la Cina e raggiungere l’obiettivo di “rendere il mondo una casa“ il prima possibile.”

A destra: Zhao Xinrong, delegata dal distretto di Nankang par il Salone del Mobile e lo sviluppo di tutto il progetto.

Si ringrazia anche la signora Zhao Xinrong, professionista da trent’anni nel made in Italy – in particolare nel settore moda e arredamento – delegata dal distretto di Nankang per il Salone del Mobile e lo sviluppo di tutto il progetto.

Le chiediamo: 

  • Perché l’associazione del mobile di Nankang partecipa al Salone del mobile di Milano? 

“La Fiera Internazionale del Mobile di Milano è la più prestigiosa fiera del settore nel mondo, rappresenta il più alto livello di produzione di mobili a livello globale. Naturalmente, i mobili di Nankang hanno colto l’opportunità di partecipare. Desideriamo che in ogni casa del mondo ci siano i mobili di Nankang”.

  • Qual’è la posizione/stato attuale dell’associazione del mobile di Nankang in merito a questioni relative alla proprietà intellettuale e alla protezione dell’ambiente? 

“Rispettiamo profondamente l’originalità di ogni prodotto e i diritti di proprietà intellettuale. Inoltre, ci impegniamo per proteggere l’ambiente, investendo ogni anno ingenti risorse nella ricerca e nello sviluppo.”

Su YouTube l’intervista completa a Luo Hailong.

(Foto e Video di Chiara Galliano)

Autore:

Data:

22 Aprile 2024
Tagged:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *