Traduci

ANCORA GRANDE SUCCESSO PER JAZZFLIRT FESTIVAL 2023

Continua il successo della XIX edizione di JazzFlirt che ha visto sul palco nel corso della quarta serata, la forza straripante e coinvolgente della musica di Accordi Disaccordi un gruppo nato nel 2012, ma con all’attivo già migliaia di concerti e due precedenti presenze in riva al Tirreno.

cms_31316/1.jpg

Reduci dal successo di Umbria Jazz, Alessandro Di Virgilio e Dario Berlucchi alle chitarre e Dario Scotesi al contrabbasso, hanno stregato e coinvolto il numeroso pubblico presente, che, nonostante, il caldo quasi asfissiante si è lasciato trasportare dalle sonorità jazz, swing e blues, di un gruuppo che non abbandona mai la matrice gipsy jazz, che lo rende unico e porta il pubblico a seguire ritmicamente i brani.

Per la quinta serata si cambia ancora, in pieno stile JazzFlirt Musica ed Altri Amori e così dalle sonorità gipsy si passa al rock, jazz e blues dei Quintorigo, con il loro progetto Trilogy, un sentito, filologico omaggio sperimentale a Frank Zappa, Jimi Hendrix e Charles Mingus letti, riletti, stravolti, scomposti e ricomposti, attraverso le infinite influenze che sottendono la musica di queste tre icone, ispiratrici e maestre di tanti artisti del panorama musicale dell’ultimo millennio.

cms_31316/2_1690424068.jpg

“Parlare di musica è come ballare di architettura”, questo celebre aforisma dell’eclettico e geniale Frank Zappa sintetizza l’oggettiva impossibilità di sovrapporre concetti e strutture verbali all’arte dei suoni, senza rischiar d’incorrere nel vizio dell’impoverimento, dell’equivoco sinestetico, dell’incongruenza semantica.

Parlare dei Quintorigo, definire la loro estetica, descrivere le loro modalità di approccio compositivo, il loro substrato culturale e la mixture delle loro influenze artistiche, mettere un’etichetta al loro sound, rappresentano da sempre un arduo esercizio praticato da critici, musicologi, giornalisti, estimatori o detrattori.

Trilogy nasce da tre produzioni discografiche dei Quintorigo: Play Mingus, Quintorigo Experience, dedicato al genio musicale di Jimi Hendrix e Around Zappa, tributo al grande musicista americano.

Trilogy nell’omaggiare questi tre mostri sacri della musica, riporta messaggi quanto mai attuali, nonostante il passare degli anni: il rifiuto delle discriminazioni razziali molto evidente in Mingus, ma presente anche nell’opera di Hendrix e il pacifismo, minimo comune denominatore di Mingus, Hendrix e Zappa, inteso come contestazione della politica aggressiva e di guerra, un messaggio che ancora oggi non è stato recepito.

cms_31316/3.jpgCome le serate precedenti, hanno visto l’apertura affidata a musicisti emergenti, come lo straordianrio ed ecclettico Laerte Scotti, che con il suo organetto ha aperto la serata di Accordi Disaccordi, ricevendo l’ovazione del pubblico e l’invito degli stessi musicisti ad un prossimo concerto insieme, l’apertura della quinta serata sarà affidata al Dj Andrea Masone, folgorato all’età di dodici anni dalla visione di una videocassetta dei mondiali di scratch, alle superiori quando un amico dj lo invita a provare a suonare, si ritrova proiettato nel mondo che tanto lo affascinava.

Quello che lo spinge a suonare è l’idea di trasmettere ciò che ama a chi ascolta: nei suoi dj set, infatti, emerge l’amore originario per la black music, dall’hip hop al funk e al soul e al jazz, ma ci si trova ogni sonorità o contaminazione che lo incuriosisce, senza distinzione di genere o di epoca.

Nuovo appuntamento da non perdere, venerdì 28 luglio 2023, ore 21.15, Arena Caposele, con i Quitorigo e la loro Trilogy, per la quinta serata di JazzFlirt Festival 2023

Data:

27 Luglio 2023