Headlines

Traduci

Arriva nuova ambasciatrice Usa all’Onu

Arriva nuova ambasciatrice Usa all’Onu

cms_11924/craft_kelly_afp.jpg

Il presidente americano Donald Trump ha scelto l’ambasciatrice in Canada Kelly Knight Craft come nuova rappresentante permanente all’Onu, al posto di Nikki Haley.

“Kelly ha svolto un lavoro straordinario nel rappresentare il nostro Paese e non ho dubbi che con la sua leadership saremo rappresentati al massimo livello” ha scritto il presidente. Craft, 56 anni, è originaria del Kentucky, dove ha fondato una società di consulenza aziendale. Il marito, Joe Craft, è un miliardario al vertice di miniere di carbone. La coppia ha donato al partito Repubblicano, per la campagna presidenziale del 2016, circa 1,5 milioni di dollari (fonte Washington Post).

“Credo che ci siano scienziati su entrambi i fronti con posizioni accurate”, ha detto Craft in un’intervista, parlando della sua opinione sui cambiamenti climatici. La scelta arriva dopo che l’ex portavoce del dipartimento di Stato, Heather Nauert, aveva declinato, a sorpresa, l’offerta di Trump per il palazzo di Vetro.

Pedofilia, cardinale denuncia: “Distrutti dossier”

cms_11924/Reinhard_Marx_FTG_IPA.jpg

“L’amministrazione non ha contribuito ad adempiere la missione della Chiesa ma, al contrario, l’ha oscurata, screditata e resa impossibile”. Dura denuncia del cardinale Reinhard Marx al summit in corso in Vaticano per arginare la piaga della pedofilia. “Gli abusi sessuali nei confronti dei bambini e di giovani sono in non lieve misura dovuti all’abuso di potere nell’ambito dell’amministrazione – denuncia l’arcivescovo di Monaco-Frisinga nella terza giornata di incontri dedicata alla ’trasparenza’ -. A tale riguardo, l’amministrazione non ha contribuito ad adempiere la missione della Chiesa ma, al contrario, l’ha oscurata, screditata e resa impossibile”.

“I dossier – ha denunciato Marx – che avrebbero potuto documentare i terribili atti e indicare il nome dei responsabili sono stati distrutti o nemmeno creati. Invece dei colpevoli, a essere riprese sono state le vittime ed è stato imposto loro il silenzio. Le procedure e i procedimenti stabiliti per perseguire i reati sono stati deliberatamente disattesi, e anzi scavalcati o cancellati. I diritti delle vittime sono stati di fatto calpestati e lasciati all’arbitrio di singoli individui. Sono tutti eventi in netta contraddizione con ciò che la Chiesa dovrebbe rappresentare”.

Premio della Fondazione Bracco riporterà in Italia giovani ricercatori

cms_11924/bracco_diana_fg_ipa.jpg

Un premio di Fondazione Bracco riporterà in Italia giovani ricercatori. Per celebrare la memoria del grande scienziato Ernst Felder, che come capo della ricerca del Gruppo Bracco ha scoperto lo Iopamidolo (un mezzo di contrasto non ionico che ha rivoluzionato la diagnostica per immagini a livello mondiale), Fondazione Bracco e Bracco Imaging hanno infatti deciso di stanziare un milione di euro. Il progetto, che nasce con la collaborazione del Politecnico di Milano e della Fondazione Politecnico di Milano, verrà presentato lunedì 25 febbraio, alle ore 11, nell’Aula Magna del Politecnico di Milano.

Tre gli obiettivi principali del progetto: far rientrare in Italia un ricercatore o ricercatrice di talento attraverso una Call internazionale per realizzare un progetto nel settore della microfluidica in campo farmaceutico; favorire la nascita nel nostro Paese di un centro di eccellenza che diventi un polo di attrazione per giovani esperti di queste tematiche; generare nuova conoscenza consolidando il rapporto tra imprese e mondo accademico.

Il progetto di ricerca sarà illustrato, alla presenza di Eduard Felder figlio del grande ricercatore, da Ferruccio Resta, Rettore Politecnico di Milano, Diana Bracco, Presidente Fondazione Bracco e del Gruppo Bracco, Gianantonio Magnani, Presidente Fondazione Politecnico di Milano, Gaela Bernini, Segretario generale Fondazione Bracco e Maurizio Masi, Responsabile scientifico del Premio Ernst Felder e Direttore Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica ’Giulio Natta’ del Politecnico di Milano. Al termine degli interventi sarà, inoltre, firmato l’accordo di collaborazione.

“Iniziative come questa si pongono in sintonia con l’impegno dell’amministrazione comunale, avviato già negli anni scorsi, per favorire il rientro in Italia di giovani talenti, i cosiddetti ’cervelli in fuga’, e in Italia sviluppino il proprio progetto imprenditoriale o la propria azione di ricerca” ha detto all’Adnkronos Cristina Tajani, assessore alle Politiche del lavoro. “Sicuramente – ha sottolineato Tajani – questo premio rappresenta uno strumento in più che offriamo ai nostri giovani talentuosi affinché tornino in Italia e qui trovino le condizioni per sviluppare i propri progetti”.

Apprezzamento “per il prezioso lavoro” svolto quotidianamente “nonché per le numerose ed eccellenti attività portate avanti” dalla Fondazione Bracco “nel campo della cultura e della scienza” ha espresso la ministra della Salute, Giulia Grillo. Il progetto, ha sottolineato, “rappresenta una chiara espressione” dell’impegno della Fondazione.

Liquore fa strage, 89 morti

cms_11924/candele_afp.jpg

Intossicazione per il metanolo. Sono 89 le persone morte e 150 quelle ancora ricoverate in un ospedale nello Stato indiano di Assam, a causa di un’intossicazione per il metanolo contenuto in un liquore prodotto localmente. La maggior parte delle vittime lavora nelle piantagioni di te dei distretti di Jorhat e Golaghat.

Sono stati arrestati il proprietario di una distilleria della zona e altre 10 persone legate alla produzione e alla distribuzione del liquore.

Autore:

Data:

24 Febbraio 2019