UCRAINA, MISSILI RUSSI VICINO A ZAPORIZHZHIA.ATTACCO A NIKOPOL,VITTIME

Ucraina, attacco a Zaporizhzhya. Guterres: "Ogni attacco a centrale nucleare è suicida" - Ucraina, primo italiano indagato per arruolamento

UCRAINA_COPERTINA_Piccola_notizie_dal_Mondo.jpg

cms_27115/1.jpgUcraina, missili russi vicino a Zaporizhzhia. Attacco a Nikopol, vittime

La Russia ha chiesto una riunione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, "da tenersi l’11 agosto, in relazione agli ultimi attacchi ucraini alla centrale nucleare di Zaporizhzhia e alle possibili conseguenze catastrofiche". Lo ha detto una fonte della missione russa all’Onu, come riporta l’agenzia Tass, ripetendo le accuse agli ucraini.

Secondo Petro Kotin, presidente di Energoatom, che si occupa della gestione delle centrali ucraine, "i militari russi presenti nella centrale nucleare di Zaporizhzhia stanno attuando il piano di Rosatom con l’obiettivo di collegare la centrale alle reti elettriche della Crimea. Per fare questo bisogna prima danneggiare le linee elettriche della centrale" collegate alla rete ucraina. E, ha detto, "dal 7 al 9 agosto i russi hanno già danneggiato tre linee elettriche" e "in questo momento la centrale funziona con una sola linea di produzione, una modalità estremamente pericolosa".

Le forze russe hanno bombardato nella notte la periferia di Zaporizhzhia. Lo riportano i media ucraini che citano il vice sindaco di Zaporizhzhia, Anatoly Kurtev, secondo il quale tre case sono state distrutte e una trentina danneggiate nella zona di Kushuhum, a sud di Zaporizhzhia, dove una donna è morta.

Intanto sarebbero almeno i 13 morti e una decina i feriti provocati da attacchi russi nel distretto di Nikopol, nella regione ucraina di Dnipropetrovsk. Lo denunciano le autorità locali, secondo cui sono stati "lanciati 80 razzi contro quartieri residenziali", come riportano i media ucraini. "Il nemico ha lanciato un attacco deliberato e subdolo mentre le persone dormivano nelle loro case - ha scritto su Telegram il governatore della regione, Valentyn Reznichenko - Sono finite sotto il fuoco Marhanets e Myrove".

cms_27115/2_1660191396.jpgUcraina, attacco a Zaporizhzhya. Guterres: "Ogni attacco a centrale nucleare è suicida"

"Qualsiasi attacco a una centrale nucleare è una cosa suicida". A dichiararlo, dal Giappone, dove due giorni fa ha partecipato alla cerimonia di commemorazione del 77esimo anniversario del bombardamento atomico di Hiroshima, è stato oggi il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres.

Sull’attacco alla centrale nucleare di Zaporizhzhya, nel sud dell’Ucraina, c’è stato uno scambio di accuse tra Mosca e Kiev. E’ la seconda volta che accade in pochi giorni. Secondo l’amministrazione della città di Enerhodar in mano ai russi, citata dall’agenzia di stampa russa Interfax, è stato l’esercito ucraino a lanciare un missile contro Zaporizhzhya. Ma l’autorità nucleare ucraina Enerhoatom, invece, accusa i russi di aver colpito il sito nucleare. Al di là della responsabilità, a essere colpito è stato un impianto di stoccaggio per il combustibile nucleare usato e i sensori per la misurazione delle radiazioni sono stati danneggiati. Enerhoatom ha anche riferito che centinaia di membri dell’equipaggio russo si sono nascosti nei bunker poco prima dell’esplosione.

Le Nazioni Unite non saranno in grado di rispondere in alcuna forma a un potenziale conflitto nucleare, perché in caso di una guerra nucleare globale probabilmente "non ci saranno più Nazioni Unite capaci di rispondere", ha dichiarato inoltre Guterres.

"Credo che se verranno utilizzate armi nucleari, probabilmente non ci saranno più Nazioni Unite in grado di rispondere", ha affermato, rispondendo alla domanda di un giornalista giapponese su una possibile risposta delle Nazioni Unite a un ipotetico uso di armi nucleari da parte della Russia in Ucraina. Il segretario generale dell’Onu si è anche detto certo che una guerra nucleare significherebbe "la distruzione del pianeta" ed ha esortato le potenze nucleari a impegnarsi a non ricorrere all’utilizzo di tali armi. "È chiaro che se nessuno le usa per primo, non ci sarà una guerra nucleare", ha dichiarato. A riferirne è la Tass.

Guterres ha quindi chiesto che gli ispettori internazionali possano avere accesso alla centrale nucleare di Zaporizhzhya. L’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) - ha affermato il segretario generale dell’Onu - deve poter accedere alla centrale. "Sosteniamo pienamente l’Aiea in tutti i suoi sforzi relativi alla creazione delle condizioni di stabilizzazione dell’impianto", ha aggiunto.

cms_27115/3.jpgUcraina, primo italiano indagato per arruolamento

C’è il primo Italiano indagato per essere andato a combattere in Ucraina. Si tratta di un 19enne genovese, simpatizzante di Casapound: si è arruolato nella Brigata internazionale ucraina. Kevin Chiappalone, che sarebbe partito in primavera, si troverebbe ancora nel Donbass.

L’indagine è della Direzione distrettuale antimafia e antiterrorismo di Genova ed è stata condotta dalla Digos di Genova. Secondo quanto ricostruito, il 19enne, stabiliti contatti via web con i miliziani, sarebbe arrivato in Ucraina dalla Polonia dopo aver raggiunto Varsavia in aereo.

Redazione Esteri

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram