MACRO AREE MICRO TUTELE

Modelli gestionali di sanità e sicurezza a confronto. Quale futuro?

1479442264MACRO_AREE_MICRO_TUTELE.jpg

In Italia, grazie al patto per la salute, sottoscritto tra Governo e regioni, si chiuderanno tutti gli ospedali con meno di 120 posti letto. Sembra una sciocchezza, una razionalizzazione, ma a ben vedere si tratta dell’ennesima beffa ai danni della popolazione. Si può ipotizzare in una nazione civile la chiusura degli ospedali nei piccoli centri? Che faranno le persone, si sentiranno male solo vicino ai nosocomi, oppure in caso di lunga degenza di un familiare traslocheranno baracca e burattini per restargli accanto? Non consideriamo gli anziani poi, magari residenti in zone collegate solo dalla corriera, costretti a prendere ogni giorno un mezzo pubblico per recarsi in un paese distante. Razionalizzazione dei costi o assenza di tutela? Verrebbe addirittura da dire “noncuranza” e, se volesse farsi demagogia, poca considerazione delle persone, ridotte a numeri.

cms_4948/2.jpg

Per quanto riguarda le forze dell’ordine le cose non vanno meglio. Parlando della Capitale, ad esempio, i commissariati di quartiere stanno chiudendo, in favore di un piano di estensione delle aree di competenza. È logico immaginare che i delinquenti e i criminali, attenti alle esigenze di risparmio, decidano di compiere le loro azioni solamente in zone raggiungibili in tempo utile dalle pattuglie. Anche la Polizia Locale ha previsto di estendere le aree di competenza per sopperire alle carenze di personale. Non si assume dal 2008.Questo, senza voler essere capziosi, vuol dire dilatare i tempi, già biblici, di intervento in ogni circostanza.

cms_4948/3.jpgCon l’istituzione delle macro aree diminuirà la percezione di sicurezza da parte del cittadino, esponendo il territorio a rischio e la macchina organizzativa a defezioni. Almeno a Roma.A Milano, è vero che si sta invocando l’intervento dell’esercito, ma è altrettanto vero che si è attuata una gestione inversa a quella capitolina, avviando, per la prima volta, un decentramento amministrativo. Si sta sperimentando la gestione municipale con ripercussioni positive anche sulla gestione della Polizia Locale che vedrà probabilmente la stabilizzazione del personale precario e nuovi piani di assunzione.Il concepire macro aree per la sanità così come per le forze dell’ordine ed anche per la giustizia - perché anche alcuni tribunali hanno chiuso i battenti nella famosa ottica del risparmio - porta il cittadino a sentirsi abbandonato dallo Stato. Trovare il giusto compromesso in un tempo del genere non è facile, ma se in materia di tagli guardassimo ai privilegi di chi ne ha effettivamente troppi, preservando quei pochi, ma essenziali diritti della povera gente, forse potremmo dirci sulla buona strada.

Paolo Varese

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram