Traduci

“ARU” RESISTE AGLI ATTACCHI

Il giorno dopo la vittoria di Romain Bardet, un altro francese, Warren Barguil, vince la 13ma tappa del Tour de France. E per tutti i transalpini l’impresa del ciclista del team Sunweb ha un doppio sapore dolce, visto che arriva nella giornata del 14 luglio, festa nazionale per la Francia. Secondo classificato Nairo Quintana, terzo Contador, autore di una bella prestazione, anche se rimane a oltre 5 minuti dagli uomini di testa.

cms_6723/FOT__1.jpg

Osservato speciale è senza dubbio Mikel Landa, compagno di squadra di Froome: lo spagnolo del team Sky, si è reso protagonista di una tattica incomprensibile, visto che, anche oggi, ha fatto saltare gli schemi del proprio team manager, partendo in fuga con Alberto Contador. Certamente la sua azione gli ha giovato un congruo avvicinamento ai primi tre della classifica generale, ma lascia pensare a una frattura nei rapporti con il proprio capitano e il team. Aru, pur arrivando insieme a Froome con un ritardo di un minuto e 48 secondi, conserva la maglia gialla di leader del Tour.

cms_6723/FOTO_2.jpg

LA CORSA — La breve tappa di 101 km, da Saint-Girons a Foix si movimenta da subito. Parte all’attacco Alessandro De Marchi, ma sono Contador e Landa a far brillare la miccia. Sulla Cote d’Agnes staccano l’italiano e vanno soli, incrementando, allo scollinamento, il vantaggio a 2’e30’’ dalla maglia gialla. Nel frattempo, dal gruppo di inseguitori si staccano Quintana, Barguil e Kwiatkowski. Froome e Bardet provano a forzare il passo, inseguendo i fuggitivi ma Aru non si lascia sorprendere. Sul Mur de Péguère, Landa e Contador vengono raggiunti da Quintana e Barguil, mentre Froome ritrova Kwiatkowski (compagno di squadra) e prova ad andare in fuga; ma Fabio Aru, che continua a correre senza alcun gregario, visto il ritiro anche di Fuglsang, pedala con astuzia, riuscendo a chiudere tutti gli attacchi nei suoi confronti. Alla fine: primo Barguil, secondo Quintana e terzo Contador con 1’48’’ sul gruppo di Aru, Froome e Bardet. Rimane quasi tutto inalterato nella generale, ma da oggi bisognerà stare attenti anche alla meteora impazzita dal nome Mikel Landa, salito in classifica al 5° posto con il tempo di 1’09’’.

cms_6723/FOTO_3.jpg

OGGI — Si corre da Blagnac a Rodez (181,5 km), con la Côte du Viaduc du Viaur (2,3 km al 7%) e la Côte de Centrès (2,3 km al 7,7%) prima dell’arrivo in cima alla Côte de Saint-Pierre: 570 metri al 9,6%.

ARRIVO — 1. Warren BARGUIL (Fra, Sunweb) km 101 in 2.36’29’’, media 38,726 km/h; 2. Quintana (Col); 3. Contador (Spa); 4. Landa (Spa) a 2’’; 5. S. Yates (Gb) a 1’39’’; 6. Martin (Irl); 7. Kwiatkowski (Pol) a 1’48’’; 8. Froome (Gb); 9. Aru; 10. Uran (Col); 11. Bardet (Fra); 12. Meintjes (S.Af).

CLASSIFICA — 1. Fabio ARU (Astana); 2. Froome (GB) a 6’’; 3. Bardet (Fra) a 25’’; 4. Uran (Col) a 35’’; 5. Landa (Spa) a 1’09’’; 6. Martin (Irl) a 1’32’’; 7. S. Yates (Gb) a 2’04’’; 8. Quintana (Col) a 2’07’’; 9. Meintjes (S.Af) a 4’51’’; 10. Contador (Spa) a 5’22’’.

(foto dal sito web del Tour de France – http://www.letour.fr – si ringrazia)

Data:

14 Luglio 2017