Traduci

Autunno in cucina

Oggi vi proponiamo tre ricette veloci per preparare dei primi autunnalidavvero gustosi! Per ottenere dei piatti semplici e genuini, è sempre meglio utilizzare dei prodotti di stagione: i prodotti saranno più freschi, economici e soprattutto salutari. Per il periodo autunnale, sono da preferire ingredienti tipici come la zucca, il radicchio e i funghi. Combinati con altri elementi, potrete realizzare tantissime ricette, anche molto differenti tra loro, e proporre così piatti semplici e genuini in grado di accontentare anche i palati più esigenti. Ecco i tre piatti di stagione da non perdere.

cms_7482/2.jpgIl risotto al radicchio trevigiano è una ricetta regionale tipica del Veneto, un primo piatto gustoso e raffinato perfetto per scaldare le prime, fredde serate autunnali o i pranzi d’inverno. Per prepararlo, rosolate mezza cipolla tritata con il burro e 200 grammi di radicchio trevigiano tagliato a listarelle. Dopo che avrete fatto rosolare il tutto, unite il riso Vialone Nano, che avrete prima tostato a parte, in una padella senza grassi, e sfumato con un decilitro di Prosecco. Versate due mestoli di brodo caldo, mescolate e fate cuocere per 16-18 minuti, unendo poco brodo per volta e amalgamando ogni volta. Spegnete il fuoco, aggiungete sale, pepe e mantecate con burro, grana grattugiato e il restante radicchio a pezzetti.

cms_7482/3.jpgGli gnocchi di zucca sono un piatto tipicamente autunnale. Andiamo al procedimento. Tagliate a pezzi 1000 kg di zucca già pulita da semi e filamenti, sbucciatela e cuocetela in forno a 200° C per 30 minuti ricoperta con carta d’alluminio. Passatene poi la polpa in un setaccio o in un passaverdura. Attendete che la purea di zucca si raffreddi, quindi mescolatela con 200 g di farina, una presa di sale, una abbondante macinata di pepe e un uovo intero. Fate riposare l’impasto per 5 minuti quindi e poi formate a mano degli gnocchi irregolari, passandoli poi su una forchetta per rigarli. Cuocete gli gnocchi di zucca in abbondante acqua salata portata al limite dell’ebollizione. Fateli cuocere solo per qualche minuto e scolateli appena vengono a galla, deponendoli in un’ampia ciotola. Condite gli gnocchi con il condimento che preferite. Il classico è burro e salvia con un paio di cucchiai di parmigiano o grana grattugiato, e poi il tocco in più, a fantasia. C’è anche una versione “vegana”: gli gnocchi di zucca possono anche essere preparati senza uova. Una volta ottenuta la purea di zucca, unite 5 cucchiai di fecola di patate e una presa di sale, mescolate bene e poi formate i vostri gnocchi, deponendoli su un piano infarinato.

cms_7482/4.jpgIl risotto con funghi porcini trifolati è una variante del classico risotto ai funghi, ancora più sfiziosa e raffinata dell’originale, che si cuoce in soli 30 minuti. Andiamo al procedimento: lasciate appena ammorbidire i funghi a temperatura ambiente e tagliateli a fettine. Poi scaldate un filo di olio in una larga padella con uno spicchio d’aglio, unite i funghi, tenendo da parte una ventina di fettine, mescolate, salate, pepate e cuocete a fuoco medio per 3-4 minuti. Tritate lo scalogno e fatelo appassire a fuoco dolce con 20 g di burro. Unite il riso, fatelo tostare per un paio di minuti, irroratelo con il vino bianco caldo, lasciatelo evaporare completamente, poi bagnate con 2 mestoli di brodo bollente. Cuocete il riso per 10 minuti, versando altro brodo man mano che il riso lo assorbe, e mescolate dopo ogni aggiunta. Mentre il riso termina di cuocere, scaldate un filo di olio con l’aglio rimasto in una larga padella antiaderente e fatevi rosolare leggermente, da entrambi i lati (senza che coloriscano), le fettine di funghi tenute da parte. Aggiungete al riso i porcini trifolati e proseguite la cottura per altri 5-6 minuti. Quindi profumate con un cucchiaio colmo di prezzemolo tritato e il burro rimasto a fiocchetti. Togliete il risotto dal fuoco e mantecatelo con il formaggio grattugiato (se lo usate), regolando di sale e pepe. Disponete il tutto con i funghi porcini trifolati in piatti individuali. Alla fine, mettete al centro di ogni piatto di risotto ai funghi le fettine di porcini crudi, una foglia di prezzemolo e portatelo in tavola.

Data:

16 Ottobre 2017