Traduci

Bambini Italiani i più maleducati d’Europa. Gli Svedesi piccoli gentleman.

L’Associazione “Donne e qualità della vita” ha condotto uno studio su un campione di 500 albergatori europei, il risultato: il 66% degli intervistati giudica i bambini Italiani i più maleducati, incivili, irrispettosi, viziati e capricciosi tra tutti gli altri bambini europei. L’oscar della maleducazione va ai romani il 19%, seguiti dai milanesi al 17%, napoletani al 14%, torinesi 13%, bolognesi 11%, al 5° i baresi 10%, ecc, il palmares dei più educati Italiani va agli umbri e fiorentini 3%.

cms_2608/seconda.jpg

Ai nostri bambini viene contestata l’eccessiva vivacità condita con parolacce, urla, schiamazzi, capricci, scritte sui muri, oggetti rotti, i giochi preferiti l’ascensore e le corse tra i tavoli nei ristoranti.

cms_2608/bambini_svedesi.jpgI bambini Svedesi i più educati, piccoli gentleman. Mi sono chiesta perché? Forse i genitori italiani oramai non ricorrono più a quei bei sonori ceffoni che la nostra generazione ha preso a destra e a manca, anche il Papa in un suo discorso ha sdoganato le sculacciate, esortando i genitori ad essere fermi e intransigenti con i figli. Oppure perché i bambini sono la proiezione della maleducazione genitoriale? Queste analisi appaiono sommarie e superficiali. Così per capirne di più ho deciso di fare un viaggetto in Svezia per visitare il mondo dei bambini in compagnia della grande sorella Internet.

cms_2608/pippi-svezia.jpeg

Ho scoperto che in Svezia tutte le attività quotidiane sono a misura di bambino e famiglia, nella fattispecie in tutti i ristoranti potete trovare menu specifici per bambini, giocattoli, matite colorate, baby sitter e personale preparato sorridente e comprensivo. La Svezia è stracolma di parchi attrezzati con punti ristoro dove i piccoli possono fare anche un pisolino. Qui è facile essere bambini correre saltare, arrampicarsi, nuotare e mentre i bambini giocano la famiglia si rilassa godendosi la natura e questo fa miracoli per l’armonia della stessa. Continuando a smanettare ho scoperto che in Svezia esistono gli Skogsbornehaven sono centri educativi nei boschi dove i bambini trascorrono tutta la giornata all’aperto liberi in mezzo alla natura qualunque sia la stagione climatica e le condizioni atmosferiche, vestiti a secondo delle stagioni.

cms_2608/image7.jpg

Così facendo i bambini hanno la possibilità di vivere giornalmente vere avventure, di usare tutti i sensi, soddisfare il loro bisogno di movimento e di incrementare le loro capacità motorie e le proprie forze così facendo riescono a essere più calmi e meno agressivi. Il gioco libero nella natura aiuta a controbilanciare la vita frenetica e lo stress e queste esperienze sono così gratificanti per il bambino che automaticamente le applica e le utilizza in tutte le situazioni di vita extrascolastiche. “Sediamo in grembo a Madre Terra, dalla quale imparando a rispettare la natura continueremo a nutrire e manifestare rispetto e sensibilità per essa e per tutto quello che della natura fa parte: Gli Esseri Umani.”

cms_2608/Bambino_Allergie_a.jpg

I bambini sono tutti uguali, li accomuna la voglia di sfrenarsi e correre liberi: i più fortunati gli Svedesi corrono nei campi e nei boschi all’aria aperta, i meno fortunati gli Italiani corrono nelle sale dei ristoranti.

Data:

22 Agosto 2015