Traduci

BASTA VECCHI SOCIAL, UTENTI CERCANO PIACEVOLEZZA E NUOVI STIMOLI

cms_30904/1.jpgL’impero dei grandi nomi legati ai social network per un po’ di tempo è stato messo in discussione, ha cominciato a tremare di fronte a una potenziale concorrenza formata da piattaforme di nuova generazione e per nuove generazioni. BeReal, dopo un periodo di grande popolarità nei campus universitari americani con numeri via via crescenti di download per scaricare l’app, ha conosciuto un improvviso stop nonostante sembrasse che stesse riuscendo a guadagnare le simpatie nelle abitudini digitali di milioni di persone. I dati parlano chiaro e sottolineano come in poco meno di un anno, BeReal da poco più di 6 milioni di utenti nel 2023, ha perso oltre la metà delle persone che utilizzavano quotidianamente l’app. Stesa cosa per TikTok, osannato come la vera novità degli ultimi anni e investito del ruolo di piattaforma dei giovanissimi e non solo, ha conosciuto pressioni e limitazioni da parte di molto governi occidentali a causa della sua proprietà cinese, ostacoli che ne hanno limitato la competa e definitiva esplosione. Gli esperti allora sono arrivati al punto di domandarsi se vi siano o meno non solo delle vere alternative allo strapotere di Facebook – assieme alle sue consorelle Instagram e WhatsApp – e in parte di Twitter, ma anche se oggi mettere su un nuovo social network che possa fare davvero concorrenza a quelli che utilizziamo, sia un obiettivo concreto o sia di fatto impossibile.

cms_30904/2_1687062936.jpgSe vengono analizzati gli aspetti numerici, per motivi diversi sembra che i grandi social stanno conoscendo un declino nel numero di utenti: Facebook è ormai in acclamata crisi di popolarità; Instagram si è trasformato secondo molti in un luogo dove regna una bulimica e posticcia autopromozione; Twitter dopo il passaggio sotto la gestione Musk deve ancora capire cosa vuol fare da grande. Costruire un social network dal giorno alla notte sembra essere dunque un’impresa titanica, soprattutto se si deve tener conto di alcune peculiari e imprescindibili funzionalità come per esempio il poter pubblicare post, foto e video, attivare i commenti, esprimere un certo tipo di approvazione/disapprovazione, seguire altre persone, scambiarsi messaggi privati, tutti aspetti tecnici dei quali non si può fare a meno, anche perché sono diventati parte del bagaglio social-culturale di miliardi di utenti. C’è poi anche un altro aspetto di cui tener conto, ovvero la richiesta commerciale di nuovi social all’interno di un mercato che al momento sembra saturo. Se si analizza il format utilizzato da molte piattaforme, si può notare come esso sia in crisi e necessiti di un restyling per far sì che gli utenti non scappino in direzioni diverse.

cms_30904/3.jpgPortare altri utenti verso altri lidi, convincerli a passare un po’ del loro prezioso tempo in altri luoghi che non siano quelli già battuti da anni, non sembra un’operazione semplice, come dimostra la creazione di Mastodon per alcuni isola pronta a ospitare i transfughi dal Twitter elonmuskiano. Come nella vita anche sui social il tempo necessario affinché si formi una nuova comunità di utenti in grado poi di offrire scambievolmente un’esperienza condivisa fatta di idee, opinioni e valori ha bisogno di un certo tempo di incubazione e non può certo avvenire dal giorno alla notte.

Manca inoltre un po’ di creatività, un’innovazione (un’app) in grado di fare veramente la differenza. Nuove funzionalità, nuovi effetti video, realtà aumentata, sono aspetti in grado di creare uno spazio che possa essere stimolante e divertente e in cui le persone provano piacere a stare non solo insieme, ma a passare sempre più tempo sulla piattaforma senza stancarsene. L’utente medio è stato allevato per anni da social cui basta aprire l’app e subito può guardare e scorrere i vari post, un’architettura a prova di stupido, intuitiva e semplice a cui è difficile sfuggire per chi voglia ingegnarsi a creare nuove piattaforme in grado di competere con giganti come Facebook e Twitter per sfuggire alla diaspora di miliardi di utenti alla disperata ricerca di un nuovo che non avanza.

Data:

18 Giugno 2023