Traduci

Bielorussia, decine di migliaia in piazza a Minsk(Altre News)

Bielorussia, decine di migliaia in piazza a Minsk

Per la terza domenica consecutiva in Bielorussia si sono tenute manifestazioni di massa per contestare la rielezione del presidente Alexander Lukashenko e chiederne le dimissioni. Nonostante i moniti lanciati alla vigilia dalle autorità, decine di migliaia di persone hanno sfidato i divieti scendendo in piazza a Minsk nel giorno del 66esimo compleanno di Lukashenko, definito “l’ultimo dittatore d’Europa”.

Ingente è stato il dispiegamento delle forze di sicurezza, che hanno chiuso l’accesso a Piazza Indipendenza con barriere di metallo. Questo non ha fermato i manifestanti che hanno provato a forzare i blocchi scontrandosi con la polizia. Secondo il ministero dell’Interno, oltre 150 persone sono state arrestate nel pomeriggio. “Per la pace e l’indipendenza” è stato il motto scelto per le manifestazioni odierne.

Trump: “Pronto a mandare Guardia nazionale contro disordini”

“Vogliamo che gli Stati lavorino con noi per dispiegare la Guardia Nazionale per reprimere i disordini. Tutto quello che devono fare è chiamarci. Avremo la Guardia nazionale, siamo pronti”. Lo ha detto il presidente americano Donald Trump, la scorsa notte, durante una conferenza stampa, sottolineando che la Guardi nazionale sarà dispiegata “in ogni parte del Paese, costa orientale, costa occidentale, siamo pronti a dispiegarla immediatamente, come abbiamo fatto a Minneapolis, siamo pronti a muoverci rapidamente”.

Israele-Emirati, atterrato ad Abu Dhabi primo volo commerciale

E’ atterrato all’aeroporto internazionale di Abu Dhabi il primo volo commerciale diretto di una compagnia di bandiera israeliana, la El Al. Lo riferiscono le autorità locali. Durante il viaggio, il Boeing 737 ribattezzato ’Aereo della pace’ ha sorvolato la Giordania, l’Oman e, dopo l’autorizzazione ricevuta per la prima volta ieri, l’Arabia Saudita.

Il ministro degli Affari esteri degli Emirati Arabi Uniti Anwar Gargash era all’aeroporto per accogliere le delegazioni americana e israeliana giunte ad Abu Dhabi.

’’L’accordo tra Emirati Arabi Uniti e Israele è il passo più importante verso la pace in Medio Oriente compiuto in 25 anni’’ ha dichiarato il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, Robert O’Brien.

Della delegazione americana fa parte anche il genero e consigliere del presidente americano Donald Trump, Jared Kushner. Gli Stati Uniti hanno fatto molto per aiutare i palestinesi a raggiungere la pace, ma questi ultimi non sono ancora pronti “ad accoglierla” ha affermato Kushner, parlando con i giornalisti ad Abu Dhabi.

“Non possiamo desiderare la pace più di quanto (i palestinesi, ndr) la vogliano. Quando saranno pronti, l’intera regione sarà molto entusiasta di aiutarli a sollevarsi e a progredire. Ma non possono rimanere bloccati nel passato”, ha detto Kushner, citato dal ’Times of Israel’.

’’E’ molto doloroso per i palestinesi vedere un aereo israeliano che atterra negli Emirati Arabi Uniti’’ ha commentato il primo ministro palestinese Mohammad Shtayyeh.

L’accordo tra Emirati e Israele, raggiunto grazie alla mediazione americana, è stato annunciato lo scorso 13 agosto e prevede la normalizzazione dei rapporti tra i due Paesi.

Autore:

Data:

1 Settembre 2020