Traduci

Boris Johnson in terapia intensiva (Altre News)

Boris Johnson in terapia intensiva, “condizioni peggiorate”

Boris Johnson trasferito in terapia intensiva. Lo affermano i media britannici facendo riferimento alle informazioni diffuse da Downing Street sulle condizioni del premier, da 10 giorni positivo al coronavirus.

“Dalla serata di domenica, il primo ministro è stato affidato alle cure dei medici del St Thomas’ Hospital, a Londra, dopo essere stato ricoverato con persistenti sintomi di coronavirus”, le parole di un portavoce di Downing Street riportate dal Guardian. “Nel corso del pomeriggio, le condizioni del primo ministro sono peggiorate e, su consiglio del suo team medico, è stato trasferito nel reparto di terapia intensiva. Il primo ministro ha chiesto al ministro degli Esteri, Dominic Raab, di sostituirlo laddove necessario. Il primo ministro sta ricevendo cure eccellenti e ringrazia lo staff del servizio sanitario nazionale per il duro lavoro e l’impegno”.
Secondo il Guardian, Johnson è stato spostato in terapia intensiva nel tardo pomeriggio. Il premier sarebbe cosciente e sarebbe stato trasferito a scopo precauzionale, nel caso in cui avesse bisogno del supporto di un respiratore.

Coronavirus, oltre 10mila morti in Usa

Oltre 4700 morti e 130mila casi nello stato di New York. Il governatore Andrew Cuomo fa il punto sull’epidemia nello stato. I decessi sono 4758 (+599 rispetto a ieri), mentre i casi positivi nel complesso sono 130689. Nel briefing, si fa riferimento anche ai decessi a livello nazionale: sono 10252.

A New York, in calo i ricoveri e i pazienti in terapia intensiva. Cuomo non si sofferma più di tanto sull’intepretazione dei dati e si limita a sfiorare i discorsi su picchi e plateau: “Se siamo arrivati ad un plateau, siamo ad un alto livello. Negli ospedali si sta lavorando a pieni giri, non si può andare più forte di così e rimanere a questo livello è problematico. La pressione è insostenibile sugli ospedali se si va avanti a questo ritmo, è indispensabile mantenere il distanziamento sociale. Abbiamo perso qualcuno perché non avevamo un respiratore o perché non avevamo personale? No”.

Coronavirus,Europa:Francia,Gran Bretagna,Olanda

FRANCIA-Sono morte dopo aver contratto il Covid-19 in Francia nelle ultime 24 ore 833 persone, di cui 605 in ospedale, ed è il numero più alto di vittime dall’inizio dell’epidemia. Il numero totale dei decessi è di 8.911 persone. “Non abbiamo ancora raggiunto la fine della fase ascendente” della curva che descrive l’andamento dell’epidemia, ha dichiarato il ministro della sanità, Olivier Véran.

GRAN BRETAGNA– Le autorità sanitarie britanniche hanno diffuso gli ultimi dati sull’epidemia di coronavirus. Alle 9 di ieri mattina erano stati effettuati test su 208.837 persone, con 51.608 casi positivi. Il numero delle vittime aggiornato alle 17 di domenica è di 5.373 decessi, con 439 persone morte in tutto il Regno Unito nella giornata di ieri. Si tratta di un dato in calo rispetto ai tre giorni precedenti, che avevano fatto registrare un numero di decessi oscillante tra i 600 e i 700.

OLANDA-Sono stati registrati in Olanda 952 casi confermati di coronavirus nelle ultime 24 ore per un totale di 18.803 dall’inizio dell’emergenza. Lo ha riferito l’Istituto della Sanità pubblica olandese (Rivm), precisando che l’aumento dei contagi è stato del 5,3%. Sempre da ieri, inoltre, si sono contati altri 101 morti che hanno portato a 1.867 il numero complessivo. Le autorità sanitarie olandese hanno sottolineato che i dati forniti sottostimano la realtà perché riguardano solo i casi ed i decessi confermati.

Autore:

Data:

7 Aprile 2020