Traduci

CALA IL GRADIMENTO PER LULA

cms_30838/0.jpgAncora in calo il gradimento per il governo del presidente Luiz Inacio Lula da Silva in Brasile, secondo un sondaggio IPEC pubblicato oggi dal quotidiano O Globo, secondo il quale il tasso di gradimento dei brasiliani è sceso al 37%, ovvero di due punti percentuali in meno (39%) rispetto al sondaggio condotto dallo stesso istituto l’11 aprile. Secondo l’ultimo sondaggio, l’operatore è disapprovato dal 28% della popolazione (in aumento di due punti rispetto ad aprile, quando il tasso era del 26%), mentre il 37% lo considera “normale”. Il margine di errore del sondaggio è di due punti percentuali in più o in meno. Per questo sondaggio, Ipec ha intervistato duemila brasiliani dal 1° giugno al 5 giugno in 127 diverse città del Paese. Forse i dati inaspettati del capo dello Stato carioca, soprattutto in merito alle recenti misure fiscali, dovrebbero, a suo avviso, rafforzare il suo consenso presso gli elettori.

cms_30838/foto_1.jpg

Insomma, per risollevarsi Lula avrebbe già identificato i punti su cui lavorare nonché le criticità che adesso gli stanno costando il sostegno dei suoi concittadini, che sperano che il loro presidente possa davvero mantenere le promesse fatte. La prima è la riforma fiscale, sostenuta anche dal Fondo monetario internazionale: secondo le premesse del disegno di legge, l’obiettivo è raggiungere un avanzo di bilancio di base dell’1% del PIL entro il 2026. Intanto, circa due milioni di persone si sono unite ieri a San Paolo alla marcia per Gesù, il più grande raduno evangelico del Brasile, in cui è stato fischiato il nome del presidente progressista.

cms_30838/foto_2.jpg

L’organizzatore dell’evento, Estevam Hernandes, ha invitato anche il Capo dello Stato, che però ha deciso di non partecipare inviando due suoi sostituti. Lula era rappresentato dal ministro della Difesa dell’Unione, Jorge Messias, e dalla sua vice Benedita da Silva, rappresentanti del suo Partito dei Lavoratori (PT), entrambi protestanti. Quando Messias ha detto che stava portando un messaggio di “pace” da Lula, il pubblico ha fischiato forte e il discorso è stato interrotto. Un’altra notevole assenza dalla marcia è stata l’ex presidente di destra Jair Bolsonaro, che ha una forte base elettorale tra i protestanti. Durante l’evento si sono svolti concerti gospel, con la partecipazione di molti artisti locali, come Anderson Freire e Fernanda Brum, oltre a star internazionali come Brandon Reed.

Data:

11 Giugno 2023